Al via gli incentivi del Nuovo Conto Termico


Stanziati 900 milioni di euro per incrementare l’efficienza energetica degli edifici e la produzione di energia termica da fonti rinnovabili
Al via gli incentivi del Nuovo Conto Termico

Entrerà in vigore solo dopo novanta giorni dalla sua pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale, avvenuta il 2 marzo 2016 nel n.51. Dopodiché sarà possibile sfruttare gli incentivi disposti dal DM 16/2/2016 relativo al Nuovo Conto Termico. Lo scopo: incrementare l’efficienza energetica degli edifici e aumentare la produzione di energia termica da fonti rinnovabili.

A tal fine sono stati stanziati ben 900 milioni di euro, 700 dei quali destinati alla riqualificazione edilizia privata con interventi di piccole dimensioni e i restanti 200 milioni alla riqualificazione edilizia della Pubblica Amministrazione, delle cooperative sociali e delle società di patrimonio pubblico.

Dunque, a partire dal 31 maggio 2016 sarà possibile usufruire degli incentivi che prevedono importanti novità rispetto alla prima edizione del "Conto Termico" proposto in passato, tra cui l’ampliamento degli interventi di efficienza energetica incentivabili, la semplificazione delle modalità di accesso e l'innalzamento della soglia per l'erogazione con rata unica.

Gli incentivi prevedono la possibilità di finanziare le spese con una copertura agevolata che va dal 40% al 65% dei costi sostenuti attingendo dallo stanziamento dei 900 milioni di euro, mentre le spese per far effettuare le diagnosi energetiche e la redazione dell'APE (Attestato di prestazione energetica) sono agevolabili al 100% per la Pubblica Amministrazione e al 50% per i cittadini privati.

Tra gli interventi di piccole dimensioni agevolabili ci sono:
- la sostituzione di impianti di climatizzazione con impianti a minor impatto inquinante per la produzione di acqua calda sanitaria e riscaldamento, come le pompe di calore per uso abitativo
- la sostituzione di impianti di climatizzazione con impianti a minor impatto inquinante per la produzione di riscaldamento di serre e dei fabbricati rurali
- l’installazione di impianti solari termici

Per conoscere nel dettaglio quali siano gli interventi effettivamente agevolabili e per sapere come fare per ottenere gli incentivi è consigliabile rivolgersi a un esperto che possa fornire tutte le informazioni necessarie e che possa prestare assistenza.

Articolo del: