Aziende agricole di qualità


Dal 1° settembre è possibile inviare l’istanza per aderire alla “Rete del lavoro agricolo di qualità” in contrasto al caporalato e al lavoro nero in agricoltura
Aziende agricole di qualità

Il caporalato e il lavoro nero in agricoltura sono delle pratiche illegali purtroppo diffuse nel nostro Paese e che le organizzazioni professionali agricole, i Ministeri delle Politiche agricole, del Lavoro e dell'Economia stanno cercando di contrastare.

Proprio in quest’ottica è stata creata la "Rete del lavoro agricolo di qualità" (D.L. 91/2014) alla quale possono aderire tutte le aziende agricole che agiscono in linea con quanto stabilito nel nostro ordinamento in materia di lavoro.

E’ un’iniziativa che vede il coinvolgimento e la collaborazione dell'Inps, delle organizzazioni sindacali, delle organizzazioni professionali agricole, dei Ministeri delle Politiche agricole, del Ministero del Lavoro, del Ministero dell'Economia e della Conferenza delle Regioni proprio per contrastare i fenomeni del caporalato e del lavoro nero in agricoltura.

Per aderire alla "Rete del lavoro agricolo di qualità", a partire dal 1° settembre, è possibile presentare un’istanza, esclusivamente in via telematica, all’INPS.
La domanda sarà vagliata da tutti gli Enti interessati, ovvero l'Inps, le organizzazioni sindacali, le organizzazioni professionali agricole, i Ministeri delle Politiche agricole, del Lavoro e dell'Economia e la Conferenza delle Regioni che entro 30 gg. dalla data di presentazione dell’istanza dovranno deliberare.
In caso di esito positivo, l’azienda potrà entrare a far parte della "Rete del lavoro agricolo di qualità" e riceverà un certificato che ne attesti l’appartenenza.

Come disposto dall’art. 6, comma 1, del D.L. 91/2014, possono presentare l’istanza le imprese agricole che:
- non hanno riportato condanne penali e non hanno procedimenti penali in corso per violazioni della normativa in materia di imposta sui redditi e sul valore aggiunto;
- non sono state destinatarie, negli ultimi tre anni, di sanzioni amministrative definitive per le violazioni precedenti;
- sono in regola con il versamento dei contributi previdenziali e dei premi assicurativi.

Appartenere alla "Rete del lavoro agricolo di qualità" è sicuramente indice di eccellenza e potrebbe significare un ritorno di immagine certamente positivo da non sottovalutare. Se si è interessati, è possibile ottenere maggiori informazioni al riguardo e ottenere assistenza nella presentazione della domanda da un esperto in materia di lavoro.

Articolo del:

I professionisti più vicini a te in Consulenza del lavoro