Bando “Fabbrica intelligente, Agrifood e Scienze della vita”


Stanziati oltre 560 milioni di euro per promuovere attività di Ricerca e Sviluppo strategiche
Bando “Fabbrica intelligente, Agrifood e Scienze della vita”

“Fabbrica intelligente, Agrifood e Scienze della vita” è un bando con il quale sono stati stanziati oltre 560 milioni di euro per promuovere su tutto il territorio nazionale attività di Ricerca e Sviluppo strategiche per il sistema produttivo nei settori Agrifood, Fabbrica Intelligente e Scienze della vita. La nuova agevolazione è stata istituita con il decreto ministeriale 5 marzo 2018 e pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 137 del 15 giugno 2018.

 

Nello specifico, le attività divise per tipologia devono essere mirate a:

- Fabbrica intelligente: soluzioni tecnologiche per l’ottimizzazione dei processi produttivi e di automazione industriale

- Agrifood: soluzioni tecnologiche per la produzione, la conservazione, la tracciabilità, e la qualità dei cibi, relativo ai comparti produttivi riconducibili all’agricoltura e alle attività connesse

- Scienze della vita: comprende tutte le discipline rivolte allo studio della materia e delle specie viventi

 

Il beneficio consiste in un contributo alla spesa e del finanziamento agevolato erogato attraverso due differenti procedure:

  • valutativa negoziale, prevista per gli Accordi per l’innovazione, per i progetti con costi ammissibili compresi tra 5 e 40 milioni di euro nell’ambito delle aree tecnologiche “Fabbrica intelligente” , “Agrifood” e “Scienze della vita”
  • valutativa a sportello per i progetti con costi ammissibili compresi tra 800 mila e 5 milioni di euro nell'ambito delle aree tecnologiche “Fabbrica intelligente” e “Agrifood”.

 

Le imprese che possono presentare la domanda sono quelle che esercitano attività industriali, agroindustriali, artigiane, di servizi all’industria, indipendentemente dalla dimensione, e i centri di ricerca. Nel caso di progetti congiunti, è possibile la collaborazione di massimo tre imprese per la procedura a sportello e di massimo cinque imprese per quella negoziale, anche da parte di Organismi di ricerca e delle imprese agricoli (per i soli progetti del settore “Agrifood”).

 

Le risorse stanziate con il bando sono complessivamente pari a 562,7 milioni di euro e sono assegnate in maniera differente in base al territorio, al settore applicativo e in base alla tipologia di procedura. Nello specifico:

· l’assegnazione per territorio è la seguente:

    • 287,6 milioni di euro alle regioni meno sviluppate (Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia)
    • 100 milioni di euro alle regioni in transizione (Abruzzo, Molise e Sardegna)
    • e 175,1 milioni di euro alle restanti regioni
  • l’assegnazione per settore applicativo è la seguente:
    • 225,1 milioni di euro al settore “Fabbrica intelligente”
    • 225,1 milioni di euro al settore “Agrifood”
    • e 112,5 milioni di euro al settore “Scienze della vita”
  • l’assegnazione per procedura è la seguente:
    • 395,7 milioni di euro per la procedura negoziale - settore Fabbrica intelligente, Agrifood e Scienze della vita
    • e 167,0 per la procedura a sportello - settore Fabbrica intelligente e Agrifood.


Infine, dal 27 novembre 2018 le imprese potranno presentare le proposte progettuali per la realizzazione di attività di ricerca industriale e di sviluppo sperimentale d’importo superiore a 5 milioni di euro e fino a 40 milioni, mentre dal 22 gennaio 2019 potranno essere presentati i progetti di ricerca industriale e sviluppo sperimentale d’importo non inferiore a 800 mila e non superiore ai 5 milioni di euro.

Articolo del:

I professionisti più vicini a te in Consulenza e assistenza fiscale e tributaria