Bando Linea Internazionalizzazione per le PMI lombarde


Stanziati 13 milioni di euro per favorire la promozione del proprio business all’estero
Bando Linea Internazionalizzazione per le PMI lombarde

E’ in corso il “Bando Linea Internazionalizzazione” per le micro e piccole medie imprese lombarde emanato dalla Regione Lombardia che ha stanziato 13 milioni di euro (lo stanziamento iniziale era di 7 milioni di euro grazie ad un incremento deliberato dalla Giunta regionale nel mese di luglio 2019) per favorire lo sviluppo di attività all’estero del sistema produttivo lombardo.

 

 

 

Cosa prevede il bando

A partire dal 22 maggio scorso è possibile partecipare al Bando Linea Internazionalizzazione” per le micro e piccole medie imprese lombarde in attuazione della  DGR XI/910 del 3 dicembre 2018.

Lo scopo è quello di promuovere l’internazionalizzazione delle PMI lombarde, supportando la “creazione di un portafoglio articolato di servizi e attività per la partecipazione a iniziative finalizzate ad avviare in maniera strutturata e/o consolidare il proprio business nei mercati esteri attraverso lo sviluppo e/o il consolidamento della presenza e della capacità d’azione delle PMI”.

 

 

A chi è rivolto il bando?

Il “Bando Linea Internazionalizzazione per le MPMI” è rivolto alle realtà produttive della regione Lombardia che possiedono i seguenti requisiti al momento della domanda:

1.    Iscrizione al Registro delle Imprese ed essere attive da almeno 24 mesi (2 anni);

2.    Sede operativa in Lombardia al momento dell’erogazione del finanziamento;

3.    Svolgano un’attività non rientrante nei settori:
       a)    Agricoltura, silvicoltura e pesca (codice Ateco A);
       b)    Attività immobiliari (codice Ateco L);
       c)    Attività finanziarie ed assicurative (codice Ateco K).

 

 

In cosa consiste l’agevolazione?

L’agevolazione alle MPMI lombarde che intendano partecipare al bando per avviare nuovi sbocchi all’estero consiste in un finanziamento a tasso zero. Le caratteristiche del finanziamento sono:

•    Importo del finanziamento pari all’80% delle spese ammissibili;

•    Importo del finanziamento compreso tra un minimo di 50 mila euro e un massimo di 500 mila euro;

•    Il finanziamento viene erogato al 50% (dell’80% del primo punto) al momento della sottoscrizione e il restante 50% a seguito di rendicontazione;

•    La durata del finanziamento è compresa tra i 3 e i 6 anni (di cui massimo 2 anni di preammortamento). Il rimborso deve avvenire con rate semestrali costanti.

 

 

Quali sono le spese ammissibili?

Lo scopo del bando è quello di favorire le MPMI lombarde ad avviare dei progetti mirati a consolidare il proprio business nei mercati esteri. Sono esclusi quelli che si possano configurare come “aiuto all’esportazione”.

Inoltre, detti progetti devono concludersi entro i 18 mesi successivi alla concessione dell’agevolazione.
Le spese minime per tali progetti per poter partecipare al bando devono ammontare almeno a 62.500 euro di spese ammissibili.

Le spese ammissibili sono quelle riferibili a:

•    Partecipazione fiere internazionali e per eventi collegati alle fiere nei 10 giorni precedenti o successivi (affitto spazi e locali, noleggio stand, acquisto e noleggio per l’allestimento degli stand, trasporto campionari, servizi di traduzione, servizio hostess, catering, ecc…);

•    Comunicazione ed advertising;

•    Consulenza (piani di marketing, analisi di mercato, studi di fattibilità, ricerca partner esteri, ecc…);

•    Certificazioni (certificazioni estere, autorizzazioni, ecc…);

•    Personale dipendente (italiano ed estero) impiegato nel progetto fino a un massimo del 30% del personale totale;

•    Spese generali forfettarie (massimo del 15% delle spese di personale).

 

 

Presentazione delle domande

La domanda deve essere presentata esclusivamente online sulla piattaforma informativa Bandi online all’indirizzo www.bandi.servizirl.it.

Le risorse stanziate, che ricordiamo ammontano in tutto a 13 milioni di euro, saranno erogate a sportello, ovvero in base all’ordine cronologico di arrivo delle domande (previo parere favorevole del progetto presentato) e fino ad esaurimento dei fondi stanziati.

 

Per farsi assistere nella compilazione e presentazione delle domande è consigliabile farsi assistere da un commercialista. Cercatelo nel nostro sito. Il primo contatto in studio è gratuito!

 

Articolo del:

I professionisti più vicini a te in Consulenza e assistenza fiscale e tributaria