Bonus assunzioni 2016, sgravi per le imprese


Prorogati anche nel 2016 gli sgravi previdenziali per le aziende che assumono disoccupati a tempo indeterminato
Bonus assunzioni 2016, sgravi per le imprese

La Legge di Stabilità ha prorogato il bonus assunzioni anche per il 2016, pure se con delle modifiche rispetto all’anno passato.

In sostanza, sono previsti sgravi contributivi per i datori di lavoro che assumono nel corso del 2016 (quindi dal 1° gennaio 2016 al 31 dicembre 2016) persone disoccupate da almeno sei mesi con un contratto a tempo indeterminato.

Quindi, gli imprenditori saranno tenuti a un versamento minore dei contributi.

Lo sgravio contributivo è previsto per i datori di lavoro del settore privato che assumono dipendenti a tempo indeterminato. Non è previsto, invece, per le assunzioni con contratto di apprendistato o di lavoro domestico oppure per assunzione di persone disoccupate da meno di sei mesi o che siano già stati destinatari dello sgravio contributivo.

Come si è già detto, il bonus assunzioni 2016 presenta delle differenze rispetto all’anno precedente. Prima il tetto massimo era di 8.060 euro per un periodo di tre anni.
Adesso lo sgravio è pari al 40% dei contributi previdenziali (esclusi quelli dovuti all’Inail), rispettando il tetto massimo di 3.250 euro annui, per massimo 2 anni.

Il bonus assunzioni 2016 è cumulabile con altri tipi di agevolazioni, come ad esempio gli incentivi assunzioni di giovani genitori o lavoratori disabili.

Per conoscere tutte le opportunità offerte dal bonus assunzioni 2016 è consigliabile affidarsi a un consulente del lavoro esperto al quale rivolgersi con fiducia.

Articolo del:

I professionisti più vicini a te in Consulenza del lavoro