Bonus edilizi nella Legge di Bilancio 2017


Ecco quali sono i bonus prorogati, eliminati e inseriti con la nuova Legge di Bilancio 2017
Bonus edilizi nella Legge di Bilancio 2017

Dopo l’approvazione da parte del Parlamento della nuova Legge di Bilancio per il 2017 (Legge 232/2016), vediamo quali sono le novità che riguardano gli incentivi nel settore dell’edilizia sotto forma di bonus e di detrazioni fiscali. Alcuni Bonus sono stati prorogati, altri modificati e ampliati e altri ancora non prorogati.

L’Ecobonus che prevede una detrazione fiscale pari al 65%, ad esempio, è stato prorogato anche per tutto il 2017 con lo scopo di favorire gli interventi di efficientamento energetico delle singole unità immobiliari. E’ stata, invece, decisa una proroga più estesa, fino al 2021, per gli interventi di efficientamento energetico nei condomini. La scelta di dare più tempo per usufruire delle detrazioni fiscali è dettata dal fatto che in ambito condominiale le decisioni vengono prese e attuate in un maggior lasso di tempo, dati i tempi di convocazione delle assemblee condominiali, recupero e confronto preventivi, raggiungimento della maggioranza in assemblea...
Nel caso dei condomini, inoltre, a differenza di cosa è previsto per le singole unità immobiliari, la percentuale di detrazione fiscale varia a seconda del lavoro di efficientamento energetico effettuato. Nello specifico passa dal 65%:
- fino al 70% se l’intervento di riqualificazione energetica interessa almeno il 25% dell'involucro edilizio
- fino al 75% se si eseguono interventi finalizzati al miglioramento della prestazione energetica invernale ed estiva (come i cappotti termici).
Essendoci ben cinque anni di proroga, cioè fino al 2021, gli interventi per i quali si ha diritto ad usufruire la detrazione, possono essere compiuti dal 1° gennaio 2017 fino al 31 dicembre 2021.Le detrazioni sono calcolate su una spesa massima di 40mila euro per ciascuna unità immobiliare componente il condominio e il rimborso è spalmato sempre su cinque anni invece che dieci come avviene per i proprietari della singola unità immobiliare.

Una particolare attenzione è stata data al Sismabonus. Come per l’Ecobonus dei condomini, anche il Sismabonus è stato prorogato fino al 2021 con rimborsi in cinque anni e sono state innalzate in alcuni casi le aliquote di detrazione. Infatti, la detrazione del 50% per la messa in sicurezza antisismica degli edifici:
- se gli interventi sono realizzati sulla singola unità immobiliare, sale fino al 70% o addirittura all’80% se si migliora di una o due classi di rischio sismico
- se gli interventi sono realizzati su parti comuni di condomini, sale fino al 75% oppure all’85 se si migliora di una o due classi di rischio sismico.

Sono state confermate e prorogate fino al 31 dicembre 2017 le detrazione pari al 50% sulle ristrutturazioni, le detrazione del 65% sulle riqualificazioni energetiche e il Bonus mobili. Il tetto di spesa e le condizioni di rimborso sono rimaste invariate rispetto all’anno scorso.

Non è, invece, stato prorogato il Bonus mobili giovani coppie, che prevedeva una quota di detrazione per le coppie sposate e conviventi da almeno tre anni e in cui almeno uno dei componenti la coppia aveva al massimo 35 anni.

Per conoscere tutti i dettagli di risparmio e tutti gli interventi edilizi utili per migliorare la propria abitazione o il proprio condominio è consigliabile affidarsi a un geometra esperto. Cercalo nel nostro sito. Il primo contatto in studio è gratuito!

Articolo del:

I professionisti più vicini a te in Geometri