Bonus una tantum edicole 2021: domande fino al 28 febbraio


Fino al 28 febbraio 2021 si potrà presentare la domanda ottenere il contributo una tantum per i rivenditori di giornali e riviste
Bonus una tantum edicole 2021: domande fino al 28 febbraio

Oltre al bonus edicole confermato anche per il biennio 2019-2020 dalla legge di Bilancio 2019 (legge 30 dicembre 2018, n. 145), anche il contributo una tantum destinato agli esercenti delle edicole è stato riproposto per il 2021.

Le domande per ottenere il contributo possono essere presentate a partire dal prossimo 21 gennaio 2021.

Entrambe le misure sono state pensate per ristorare in parte i rivenditori di giornali e periodici che, come altri commercianti, hanno subito una riduzione delle entrate a causa della pandemia da Covid-19.

Vediamo allora cos’è il contributo una tantum per le edicole, a quanto ammonta e come richiederlo.

 

 

 

Bonus una tantum edicole: cos’è?

L’art. 189 del Decreto Rilancio (Decreto-legge 34/2020) ha previsto un contributo una tantum alle persone fisiche esercenti punti vendita esclusivi per la rivendita di giornali e riviste “a titolo di sostegno economico per gli oneri straordinari sostenuti per lo svolgimento dell’attività durante l'emergenza sanitaria connessa alla diffusione del COVID-19”.

Dunque, chi gestiva un’edicola poteva richiedere per il 2020 il sostegno con esclusione di coloro che:
•    fossero anche titolari di redditi da lavoro dipendente
•    fossero titolari di redditi da pensione.

Con il successivo articolo 6-ter del Decreto-legge 28 ottobre 2020, n. 137, convertito con modificazioni dalla legge 18 dicembre 2020, n. 176 è stato confermato il bonus una tantum edicole anche per il 2021.

Nel secondo dispositivo, però, sono state introdotte due novità:

1.    non si escludono espressamente coloro che percepiscono una pensione, ma solo chi sia titolare di un reddito da lavoro dipendente;

2.    è stato innalzato il valore massimo del contributo.

 

 

Ammontare del bonus un tantum edicole

La seconda novità in merito al bonus una tantum edicole introdotta dal D.L. n. 137/2020 riguarda proprio l’ammontare del contributo. Infatti, è stato innalzato dagli iniziali 500 euro per il 2020 a 1.000 euro per l’anno 2021.

 

 

Presentazione della domanda

Per ottenere il bonus una tantum edicole è necessario presentare un’apposita domanda a partire dal 21 gennaio 2021 fino al 28 febbraio 2021.

L’istanza va inoltrata al Dipartimento per l’informazione e l’editoria esclusivamente in via telematica attraverso il portale www.impresainungiorno.gov.it.

In aggiunta alla domanda, si dovranno inviare anche i dati del conto corrente bancario e dell’Iban e una dichiarazione sostitutiva in cui si comunica di possedere i requisiti necessari per aver diritto al contributo.

Ricordiamo, infine, che il bonus una tantum edicole, si aggiunge al noto “Bonus edicole” che prevede un credito di imposta da utilizzare in compensazione con alcune tipologie di debiti tramite modello F24 e che ammonta al massimo a 2 mila euro.

Per avere ulteriori informazioni in merito al “Bonus edicole”, potete leggere l’articolo “Bonus edicole, confermato anche per il 2021 e 2022 ma non per tutti”.

 

Articolo del:

I professionisti più vicini a te in Consulenza e assistenza fiscale e tributaria