Cessione del quinto della pensione: rivista la convenzione per i finanziamenti


Cos’è la cessione del quinto della pensione e come chiedere un finanziamento
Cessione del quinto della pensione: rivista la convenzione per i finanziamenti

L’INPS ha adottato il nuovo schema di convenzione con le banche e gli intermediari finanziari che ha lo scopo di regolamentare la concessione di finanziamenti ai pensionati da estinguersi attraverso la cessione del quinto della pensione.

La nuova convenzione è applicabile durante il periodo compreso tra il 1° gennaio 2019 e il 31 dicembre 2019.

 

“La cessione del quinto della pensione è un prestito che il pensionato può ottenere da una banca o da un intermediario finanziario, e rimborsabile attraverso un addebito automatico mensile che l'INPS effettua sulla sua pensione”.

 

La cessione del quinto è uno strumento utilizzabile anche da chi ancora lavora, la differenza è che l’addebito diretto avviene sullo stipendio e non sull’assegno pensionistico.

In entrambi i casi, però, la quota addebitata non può superare, appunto, un quinto dell'importo mensile della pensione o della retribuzione.

 

L’aggiornamento della convenzione Inps per la concessione dei finanziamenti ai pensionati è dovuto alla recente introduzione, il 25 maggio 2018, del Regolamento (UE) n. 2016/679 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 27/04/2016, relativo alla protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali e alla libera circolazione di tali dati, e delle conseguenti modifiche del Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 attraverso il Decreto Legislativo 10 agosto 2018, n. 101.

 

La cessione del quinto può essere richiesta da tutti coloro che ricevono un assegno pensionistico, fatta eccezione chi percepisce le seguenti tipologie di sostegni economici:

  • assegni e pensioni sociali;
  • invalidità civili;
  • assegni mensili per l’assistenza ai pensionati per inabilità;
  • assegni di sostegno al reddito ( VOCRED, VOCOOP, VOESO, CRED27, COOP28);
  • assegni al nucleo familiare;
  • pensioni con contitolarità per la quota parte non di pertinenza del soggetto richiedente la cessione;
  • prestazioni di esodo;
  • APE Sociale.

 

Per ottenere un prestito con cessione del quinto della pensione, il pensionato deve richiedere all’Inps in via preliminare la comunicazione di cedibilità della pensione, ovvero un documento che attesta l'importo massimo della rata del prestito e che verrà addebitata automaticamente sulla pensione.

Ottenuta tale comunicazione, il pensionato può rivolgersi alla banca o all’intermediario finanziario per ottenere il finanziamento. Se la banca e/o l’intermediario finanziario sono convenzionati con l’Inps, potranno rilasciare direttamente loro la comunicazione di cedibilità della pensione e applicare i tassi di interesse stabiliti dalla convenzione.

La durata del finanziamento non può superare dieci anni e il pensionato ha l’obbligo di stipulare una polizza per la copertura assicurativa in caso di premorienza.

Articolo del:

I professionisti più vicini a te in Consulenza del lavoro, Consulenza e assistenza previdenziale e assicurativa