Come eliminare le muffe dai muri di casa


Spesso nascondono problemi strutturali. Ecco cosa fare per prevenirle ed eliminarle
Come eliminare le muffe dai muri di casa

Tutto comincia con un minuscolo puntino nero o con una ristretta macchia di umidità. Poi, in maniera più o meno rapida, i puntini si allargano e la macchia si ingrandisce. L’intonaco si sfalda e comincia l’incubo: la muffa sui muri di casa.

A volte, la presenza di muffe sulle pareti nasconde problemi di natura strutturale, come tubi rotti dell’acqua che passano all’interno dei muri verticali di casa (pareti divisorie) o dei muri orizzontali (pavimenti e soffitti). A volte, invece, è semplicemente l’umidità presente nel locale a favorire la proliferazione delle muffe. I punti prediletti dalle muffe, infatti, sono gli angoli delle pareti e del soffitto del bagno, dei ripostigli, scantinati e, in genere le pareti tra due stanze in cui vi è più sbalzo termico.

In ogni caso, la rimozione delle muffe è necessaria e non soltanto per un fatto di estetica. Le muffe, infatti, sono funghi pluricellulari nocivi per la salute. Sono tossici (attraverso le spore rilasciano tossine) e potenzialmente cancerogeni, oltre a essere responsabili di indesiderate allergie o problemi respiratori.

La prima cosa da fare quando notiamo la presenza di muffe è chiamare un esperto per capirne l’origine. Eliminare la muffa dalle pareti senza capire se la loro presenza non sia dovuta a problemi di natura tecnica risolve il problema solo temporaneamente poiché dopo un certo lasso di tempo la muffa ricompare. Anche utilizzare i classici rimedi fai da te potrebbero non eliminare alla radice il problema con il rischio, non solo di maneggiare scorrettamente i prodotti diffusi in commercio, ma anche e soprattutto che le muffe non vengano eliminate completamente.

Esistono poi tutta una serie di rimedi annunciati per togliere le muffe, dai più naturali e non. Infatti, accanto ai prodotti chimici antimuffa, si parla di rimedi a base di bicarbonato di sodio, acqua ossigenata, lavanda o limone. Non che la muffa debba per forza essere tolta con prodotti chimici, ma per essere certi di scegliere l’alternativa migliore sarebbe il caso di farsi consigliare o, meglio ancora, far fare il lavoro da un esperto confrontandosi sulle varie tipologie di prodotti che possono essere utilizzati.

Certo, alcuni accorgimenti possono essere adottati contro le muffe, ma soprattutto a titolo di prevenzione. Sarebbe consigliabile minimizzare l’umidità in casa evitando, ad esempio, di stendere i panni all’interno delle mura domestiche preferendo il balcone (se possibile) o evitando di avere troppe piante dentro casa. Quando si tinteggiano i muri è preferibile scegliere vernici che impediscano la formazione di muffe e sarebbe ideale ridurre al minimo le fughe tra le mattonelle di bagno e cucina.
Insomma, possono essere seguiti tanti piccoli accorgimenti che servono per prevenire ma, una volta che la muffa appare, meglio evitare il fai da te per curare...

Articolo del:

I professionisti più vicini a te in Geometri