Come pignorare lo stipendio ad un debitore


Quali sono i limiti, i calcoli e come evitare o bloccare il pignoramento dello stipendio ad un debitore, con notifica al datore di lavoro o all’Istituto di credito
Come pignorare lo stipendio ad un debitore

Il tema del pignoramento dello stipendio ad un debitore è un argomento molto delicato. Cercheremo di affrontarlo, in questo articolo, in modo approfondito, percorrendo le tematiche di maggiore interesse sia per il creditore che per il debitore. 

Tra le domande più ricorrenti che i nostri consulenti sono chiamati a rispondere ci sono: come pignorare lo stipendio ad un debitore? Qual è la procedura? Come bisogna agire? 

Su questi ed altri aspetti ci soffermeremo per darvi un quadro completo che riguardi anche le nuove normative e le azioni da intraprendere per evitare o per bloccare il pignoramento dello stipendio ad un debitore

Partiamo subito con un primo approfondimento sulla procedura da seguire per pignorare lo stipendio ad un lavoratore debitore.

 

Pignorare lo stipendio ad un debitore: qual è la procedura 

Esistono, di fatto, due possibili procedure per pignorare lo stipendio ad un dipendente debitore, che si differenziano in due momenti diversi: 

  • antecedente al versamento dello stipendio (accredito): in questo primo caso la notifica verrà inviata sia al datore di lavoro che al dipendente. Il primo, dunque, tratterrà la somma indicata nella notifica, per la quale il dipendente risulta debitore a terze parti, per poi riaccreditarla presso l’ente creditore. Il dipendente così riceverà sulla busta paga di fine mese, la parte dello stipendio rimanente al netto della somma detratta per saldare il suo debito. 
  • successivo all’accredito dello stipendio sul conto corrente: in questo caso la notifica verrà inviata sia all’istituto di credito (banca / posta) che allo stesso debitore. In questa seconda procedura il limite massimo di pignoramento è di un quinto dello stipendio, mentre in presenza di più pignoramenti per cause diverse tra loro, il limite è del 50%. 

Abbiamo, in quest’ultimo caso, accennato al tema dei limiti che vale la pena approfondire ulteriormente per non lasciare spazio a dubbi. 

 

Pignorare lo stipendio ad un debitore: limiti 2020  

Sia che il pignoramento dello stipendio ad un debitore venga notificato al datore di lavoro o all’istituto di credito, bisogna tenere presente che esistono dei limiti imposti dalla legge di bilancio 2020

Vediamo quali sono per entrambi i casi. 

 

Limiti pignoramento stipendio se notificato al datore di lavoro  

La somma massima pignorabile dallo stipendio presso l’azienda per cui si lavora è: 

  •     stipendio fino a 2.500€: quota pignorabile è 1/10 
  •     stipendio tra 2.500€ e 5.000€: il limite massimo è di 1/7 
  •     stipendio oltre i 5.000€: il limite pignorabile è di 1/5 

 

Limiti pignoramento stipendio se notificato all’Istituto di credito 

Come già accennato precedentemente, il limite massimo pignorabile nel caso in cui la notifica arrivi all’Istituto di credito è di 1/5 dello stipendio, fino al doppio nel caso in cui i pignoramenti abbiano cause differenti. 

Un esempio di pignoramenti per cause differenti può essere l’aver contratto debiti fiscali e non aver pagato l’assegno di mantenimento al coniuge. 

 

Pignorare lo stipendio ad un debitore: calcolo 

Sarebbe opportuno, per una maggiore chiarezza, entrare più nello specifico del calcolo da effettuare per capire, utilizzando un caso concreto, qual è la parte dello stipendio pignorabile ad un debitore

Nel caso della notifica all’Istituto di credito, abbiamo detto che sarà 1/5 dello stipendio il limite massimo da pignorare, calcolato sul netto della retribuzione, senza però aver considerato eventuali cessioni del quinto dello stipendio volontarie. Cosa avviene in questi casi? 

Ve lo spieghiamo con un esempio

Se abbiamo uno stipendio netto di 2.000€, su cui vi è una cessione del quinto di 200€, il quinto (1/5) dello stipendio pignorabile si applica sui 2.000€ e non sui 1.800€, per cui al soggetto pignorato restano 1.400€ di stipendio (200€ di cessione volontaria e 200€ di pignoramento) 

Il 1/5 pignorabile, dunque, si applica sull’intera cifra netta dello stipendio. 

Ma come fare per evitare il pignoramento dello stipendio ad un debitore, che non è mai una situazione facile da gestire?

 

Pignorare lo stipendio ad un debitore: come evitarlo 

La Cassazione ha introdotto un’interessante accezione per potersi difendere dal pignoramento dello stipendio e, dunque, evitarlo

Vediamo allora cosa fare per evitare il pignoramento dello stipendio al dipendente debitore.  

La Cassazione ci dice che all’atto della notifica al datore di lavoro devono essere specificati l’indicazione dei crediti per i quali l’esattore procede con il pignoramento della somma in busta paga e l’elenco delle cartelle esattoriali a cui fa riferimento. 

In assenza di questi dettagli il debitore può impugnare l’atto e opporsi per salvare il suo stipendio

Questa indicazione non è un atto da poco se si considera che di solito le notifiche non includono i dettagli relativi alle specifiche motivazioni delle trattenute. Sono infatti delle notifiche generiche. Se il debitore approfondisce la normativa e ciò che è in suo diritto, gli è sicuramente utile per potersi difendere ed evitare così il pignoramento dello stipendio.

 

Pignorare lo stipendio ad un debitore: come bloccarlo 

Per bloccare un pignoramento dello stipendio ad un debitore è necessario innanzitutto: 

  • un’opposizione al pignoramento da parte del lavoratore dipendente, sia che si tratti di opposizione all’esecuzione, di opposizione agli atti esecutivi o opposizione di terzo; 
  • una valutazione del giudice che ritenga opportuno sospendere, in via preventiva, il pignoramento, alla luce delle contestazioni mosse dal debitore, in attesa di decidere la causa di opposizione stessa.

 

Conclusione 

Il pignoramento dello stipendio ad un debitore con busta paga, prima di essere eseguibile, ha bisogno di essere accertato con scrupolo e nell’ambito della conoscenza delle leggi vigenti in materia. 

Sarebbe sempre opportuno affidarsi ad un professionista del settore che sappia guidarvi sul da farsi per evitare e/o bloccare l’esecuzione del pignoramento nei limiti di legge

Se sei vittima di un atto di pignoramento dello stipendio, per opporti nei modi consentiti dalla legge, contatta ora un nostro esperto in materia per una prima consulenza gratuita

 

Articolo del:

I professionisti più vicini a te in Diritto bancario e assicurativo