Concorso “Ritrovo la mia piazza” rivolto ai giovani architetti


L’AAR promuove un nuovo concorso per riqualificare le città
Concorso “Ritrovo la mia piazza” rivolto ai giovani architetti

L’Associazione Architetti Rotariani Per Milano Città Metropolitana (AAR) promuove il nuovo concorso “Ritrovo la mia piazza” rivolto ai giovani architetti, allo scopo etico-sociale di riqualificare le città e ridurre il degrado urbano nelle zone periferiche e semiperiferiche, meno curate dei centri storici.

 

Le piazze – si legge bando dell’AARcostituiscono elementi funzionali, sociali, estetici dei centri abitati, di cui costituiscono i gangli essenziali e maggiormente caratterizzanti, e tuttavia non sempre ben fruiti (o semplicemente fruibili).

Eliminando il degrado di questi ambienti e scegliendo soluzioni in grado di mantenersi e svilupparsi autonomamente, si offrirebbe ai cittadini la possibilità di migliorare in maniera sensibile la loro vita, di apprezzare spazi ben concepiti, di scoprire nuove opportunità di scambio e di incontro, di “fissare” gli spunti di progresso che emergono nel territorio.

Di qui, la collaborazione tra AAR e l’Amministrazione Comunale di Milano (in particolare l’Assessorato all’Urbanistica) per promuovere il concorso in modo da scovare soluzioni progettuali innovative riguardanti alcune piazze periferiche o semiperiferiche di Milano ad oggi degradate o poco fruibili. La piazza, dunque, come spazio collettivo, da riqualificare e da far rivivere, partendo proprio da quelle che non sono mai state oggetto di specifica e attenta progettazione, ovvero:

  • Piazzale Siena
  • Lo slargo di via dei Transiti
  • Piazza Schiavone

Il concorso mira ad acquisire proposte ideative avente lo scopo di promuovere la riqualificazione delle piazze milanesi elencate e nel contempo di mettere a punto nuove metodologie di progettazione degli spazi collettivi. L’intervento – si legge sempre nel bando – dovrà riqualificare l’ambiente ai fini di recuperare le proprie radici culturali e la propria identità, il tutto in modo sostenibile, e in particolare, offrendo in maniera visibile l’idea di appartenenza ad una comunità, anche mediante la promozione di eventi temporanei che favoriscano l’aggregazione e la fruibilità dello spazio pubblico per migliorarne la qualità urbana.

Possono partecipare al concorso gli Architetti e gli Ingegneri iscritti nei rispettivi Ordini Professionali o Registi professionali, abilitati all’esercizio della professione, che non abbiano compiuto i 35 anni di età.

Sono altresì ammessi a partecipare al concorso anche i soggetti in possesso di Laurea Magistrale nei diversi indirizzi (Architettura del Paesaggio, Pianificazione Urbana e Politiche del Paesaggio, Pianificazione Territoriale, ecc.). Sono, invece, esclusi dal concorso gli Architetti ed Ingegneri che abbiano conseguito soltanto il diploma di laurea triennale.

I candidati possono partecipare anche in forma congiunta attraverso raggruppamento, basta che ogni singolo candidato sia under 35.

I progetti dovranno essere consegnati o spediti al DISTRETTO 2041 R.I., Via Antonio Canova 19, 20145 Milano, entro le ore 16:00 del prossimo 26 ottobre 2018, mentre la premiazione dell’idea vincitrice avverrà il 21 novembre 2018.

Articolo del:

I professionisti più vicini a te in Architettura urbanistica e territoriale