Cos’è il risparmio gestito?


Come funziona il risparmio gestito, l’importanza della consulenza finanziaria
Cos’è il risparmio gestito?

Per risparmio gestito di intende quell’insieme di attività finanziarie finalizzate all’investimento dei risparmi di persone private o di società che si affidano ad operatori professionisti terzi. Il risparmio gestito, infatti, si discosta dalla gestione diretta proprio perché in quest’ultima, è lo stesso risparmiatore o azienda che decide come e dove investire i propri risparmi. Invece, nel risparmio gestito, il risparmiatore si affida a un promotore finanziario o a un consulente finanziario indipendente che poi destina il risparmio del cliente la fondo di risparmio gestito più aderente ai bisogni, obiettivi e propensione al rischio del cliente.

Prima di addentrarci su come funzioni il risparmio gestito è importante sottolineare un aspetto essenziale per il risparmiatore, legato proprio al funzionamento del risparmio gestito. Prima di scegliere quello su cui investire i risparmi, il promotore o consulente finanziario indipendente svolge un ruolo cruciale: quello di fornire una consulenza professionale preventiva all’investimento globale. Ovvero sarà cura e premura del professionista valutare la situazione patrimoniale e finanziaria del cliente, in modo da far confluire i suoi risparmi in maniera mirata in base ai suoi progetti e obiettivi. Ad esempio, il promotore o consulente indipendente suggerirà al cliente come ripartire
la sua ricchezza fra mercato azionario e obbligazionario e poi, individuare gli strumenti o fondi migliori.
L’importanza dello studio preventivo della scelta degli investimenti è dovuto al fatto che all’interno del risparmio gestito non è possibile selezionare i titoli desiderati (azioni, obbligazioni, ecc...), ma si deve investire acquistando una quota del fondo.

Nel risparmio gestito vengono raccolti, appunto, i risparmi di privati e aziende in una sorta di "calderone" che poi saranno investiti, in funzione della linea operativa e gestionale del fondo, in strumenti e mercati differenti. All’interno del "calderone" ci sono, a seconda della categoria del fondo e dei suoi obiettivi, contenuti differenti, come titoli di Stato, azioni o obbligazioni. Quando un risparmiatore acquista una quota del fondo, come si è detto, non può selezionare solo i titoli desiderati, ma acquista, in proporzione della sua quota, tutti gli strumenti presenti nel calderone.

Tra i prodotti di risparmio gestito ci sono:
- i fondi comuni di investimento
- Gestioni Patrimoniali
- Fondi Immobiliari
- Hedge Funds
-Exchange Traded Funds (ETF)

Ogni strumento ha caratteristiche proprie. Dunque, proprio per capire quale forma di risparmio gestito sia il più aderente alle proprie esigenze e obiettivi è consigliabile farsi assistere da una consulente patrimoniale. Cercate nel nostro sito il professionista più adatto a voi. Il primo contatto in studio è gratuito!

Articolo del:

I professionisti più vicini a te in Consulenza finanziaria e patrimoniale