Finanziamenti a tasso zero per under 35 e donne


I finanziamenti sono destinati a micro e piccole imprese da costituire o già costituite da non più di 12 mesi
Finanziamenti a tasso zero per under 35 e donne

Il sostegno alla crescita e allo sviluppo imprenditoriale nel nostro Paese arriva anche attraverso il decreto 140/2015 del MISE (Ministero dello Sviluppo economico) e pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 5 settembre 2015. Il decreto citato riporta i requisiti per poter partecipare al bando MISE Invitalia per ottenere finanziamenti agevolati a tasso zero.

Lo scopo, si è detto, è quello di favorire la crescita nel nostro Paese attraverso il sostegno economico agli investimenti. I beneficiari del progetto sono le micro e le piccole imprese costituite, per oltre la metà dei soci, da under 35 e da donne. Possono partecipare le imprese costituite da non più di 12 mesi.

Oltre a tali requisiti imprescindibili, ve ne sono altri altrettanto vincolanti per poter presentare la domanda e partecipare al bando. L’impresa, tra l’altro:
- deve essere iscritta nel Registro delle imprese
- non deve essere in liquidazione volontaria o sottoposta a procedure concorsuali
- deve soddisfare tutti i requisiti nel momento in cui presenta la domanda (se l’impresa è già costituita)
- deve soddisfare tutti i requisiti entro 45 giorni dalla presentazione della domanda (se l’impresa deve essere costituita)
- non deve essere un'impresa controllata da altre imprese che nei 12 mesi precedenti avevano svolto un’attività simile

Le micro e piccole imprese che possono partecipare al bando sono quelle appartenenti al settore dell’industria, dell’artigianato, della fornitura di servizi, del Commercio, del Turismo e dell'Innovazione sociale.

L’agevolazione consiste in un finanziamento a tasso zero per coprire il 75% degli investimenti prefissati. Il restante 25% delle spese deve essere sostenuta e garantita dall’impresa. Il finanziamento richiesto non può avere un ammontare superiore a 1,5 milioni di euro e deve essere restituito entro 8 anni attraverso il pagamento di rate semestrali con scadenza il 31 maggio e il 30 novembre di ciascun anno.

Le spese ammesse al finanziamento agevolato a tasso zero sono quelle sostenute per l’acquisto di beni materiali e immateriali (fabbricati, terreni, macchinari, impianti, opere di ingegno, brevetti, marchi, software e servizi TIC), per la formazione e per le consulenze.

Per sapere altri dettagli sul bando e per ottenere assistenza nella presentazione della domanda è consigliabile affidarsi a un esperto di finanza agevolata.

Articolo del:

I professionisti più vicini a te in Consulenza e assistenza societaria e contrattuale