Fondo di Garanzia per la micro imprenditorialità


Disponibili 40 milioni di euro come garanzia per il microcredito destinato a professionisti e imprese
Fondo di Garanzia per la micro imprenditorialità

E’ destinato ai professionisti e alle imprese il nuovo Fondo di garanzia pubblica allo scopo di favorire la concessione di microcredito e, di conseguenza, di favorire la microimprenditorialità.E’ possibile adesso prenotarsi per ottenere l’intervento del Fondo che ammonta, in totale, a 40 milioni di euro. Il Ministero dello Sviluppo Economico (Mise), con i decreti del 24 dicembre 2014 e del 18 marzo 2015 ha reso operativo tale fondo e ha definito i criteri di accesso.

A proposito dei criteri di accesso, la prenotazione deve essere fatta on line dal professionista o dall’impresa interessati attraverso una procedure telematica al termine della quale viene rilasciato un codice identificativo. Prenotazione non significa conferma, però. Entro 5 giorni dalla prenotazione, il professionista o l’impresa devono trovare un istituto bancario o un intermediario finanziario disposto a concedere il microprestito perché possano confermare la prenotazione. Infine, dopo la conferma della garanzia, un soggetto abilitato ad operare con il Fondo dovrà presentata la richiesta di ammissione alla garanzia stessa entro 60 giorni.

Soggetti beneficiari. Possono chiedere l’ammissione al fondo di garanzia le imprese e i professionisti che esercitano l’attività da non più di 5 anni. Non è possibile avere più di 5 dipendenti, oppure 10 nel caso di Società di persone, SRL semplificate e cooperative. Altre condizioni per l’ammissione riguardano alcuni dati di bilancio: l'attivo patrimoniale deve essere di massimo 300 mila euro, i ricavi lordi non possono superare i 200 mila euro e livello di indebitamento non deve essere superiore a 100 mila euro. I professionisti, inoltre, devono essere iscritti ai rispettivi ordini professionali "o aderire alle associazioni professionali iscritte nell'elenco tenuto dal Ministero dello sviluppo economico ai sensi della legge 4/2013".
Condizioni del finanziamento. I finanziamenti devono avere una durata massima di 7 anni, devono avere un ammontare massimo di 25 mila euro, che, a determinate condizioni, può arrivare a 35 mila euro. Il finanziamento, infine, non può essere assistito da garanzie reali.

Destinazione dei finanziamenti. I finanziamenti, per poter beneficiare della garanzia prestata dal Fondo, devono essere "finalizzati all'acquisto di beni e servizi direttamente connessi all'attività svolta (compreso il pagamento dei canoni del leasing, il microleasing finanziario e il pagamento delle spese connesse alla sottoscrizione di polizze assicurative), al pagamento di retribuzioni di nuovi dipendenti o soci lavoratori e al sostenimento dei costi per corsi di formazione".

Un po’ di ossigeno nelle casse aziendali o in quelle del libero professionista possono far la differenza nelle prospettive di crescita di un’attività. Per questo, è importante non perdere le opportunità previste in materia di finanza agevolata. L’assistenza di un esperto del settore può risultare decisivo nel non commettere errori di presentazione delle domande e nell’essere ammessi ai benefici ottenibili.

Articolo del:

I professionisti più vicini a te in Consulenza e assistenza fiscale e tributaria