Il leasing immobiliare abitativo


Può essere una valida soluzione alternativa al mutuo. Ecco come funziona
Il leasing immobiliare abitativo

Il leasing immobiliare abitativo (locazione finanziaria) è una nuova formula per acquistare un immobile in maniera alternativa al mutuo o alla vendita con riserva di proprietà.Il leasing, inizialmente previsto per i beni strumentali e successivamente per gli immobili ad uso non abitativo, è stato esteso anche per gli immobili ad uso abitativo. Inoltre, con la Legge di Stabilità 2016, sono stati introdotti, a partire dal 1° gennaio 2016 fino al 31 dicembre 2020, notevoli vantaggi fiscali per i privati e garanzie civilistiche finalizzate all’acquisto della "prima casa".

Come funziona il leasing immobiliare abitativo?
Il privato che intende acquistare una casa nuova o da ristrutturare, oppure un terreno sul quale costruire una nuova abitazione, si rivolge ad una società di leasing, a una banca oppure a un intermediario immobiliare autorizzato e stipula un contratto di locazione finanziaria. Il contratto prevede l’acquisto da parte della società di leasing (banca o intermediario) dell’abitazione indicata dal privato. Il privato ne acquista il possesso, ma non la proprietà: si impegna a pagare periodicamente dei canoni e può riscattarne la proprietà soltanto al termine della locazione finanziaria se decide di avvalersi della facoltà di riscatto, pagando un prezzo predeterminato alla scadenza del contratto. Nel contratto vanno indicati: il costo del bene finanziato, la durata del contratto, la periodicità dei canoni, il tasso di leasing, il valore del canone del leasing, la somma a titolo di anticipo versato al momento della stipula (il maxicanone), il valore di riscatto del bene e le spese assicurative ed eventuali altri oneri accessori previsti in contratto.

Il leasing immobiliare abitativo si differenzia dal mutuo poiché, con il mutuo, il privato acquista immediatamente la proprietà dell’immobile sul quale viene iscritta un’ipoteca come garanzia, mentre con il leasing immobiliare abitativo il privato ne acquista la proprietà soltanto se riscatta l’immobile. Inoltre, con il mutuo non è possibile ottenere un finanziamento pari al 100% del valore della casa da acquistare, mentre con il leasing finanziario ciò è possibile.Il leasing immobiliare abitativo si differenzia dalla vendita con riserva di proprietà poiché con quest’ultima forma di vendita la proprietà del bene passa automaticamente al privato solo con il pagamento dell’ultima rata prevista dal contratto; nel leasing immobiliare, invece, la proprietà passa al privato solo se questi si avvale dell’opzione del riscatto e pagando la maxi rata finale.

Come accennato, il leasing immobiliare abitativo presenta notevoli vantaggi fiscali, soprattutto per gli under 35 anni. Questi ultimi, infatti, hanno diritto, ai fini della determinazione dell’imposta sui redditi, di:
• una detrazione pari al 19% delle spese sostenute relative ai canoni di leasing, nonché ai relativi oneri accessori, per un importo non superiore a 8.000 euro annui;
• una detrazione pari al 19% del costo di "riscatto" a fronte dell’esercizio dell’opzione finale, per un importo non superiore a 20.000 euro.

Chi ha superato i 35 anni di età ha diritto, ai fini della determinazione dell’imposta sui redditi, di:
• una detrazione pari al 19% delle spese sostenute relative ai canoni di leasing, nonché ai relativi oneri accessori, per un importo non superiore a 4.000 euro annui;
• una detrazione pari al 19% del costo di "riscatto" a fronte dell’esercizio dell’opzione finale, per un importo non superiore a 10.000 euro.

Non tutti, però, possono chiedere un leasing immobiliare abitativo.
I requisiti per ottenerlo sono:
- avere un reddito complessivo non superiore a 55.000 euro;
- non essere titolare di diritti di proprietà su immobili a destinazione abitativa.

Il leasing immobiliare abitativo può essere una valida soluzione alternativa al mutuo, soprattutto per chi non ha un anticipo per l’acquisto della prima casa. Per conoscere l’alternativa migliore al proprio caso è consigliabile affidarsi a un commercialista esperto. Cercalo nel nostro sito. Il primo contatto in studio è gratuito!

Articolo del:

I professionisti più vicini a te in Consulenza e assistenza fiscale e tributaria