Illuminazione casa, come creare l’ambiente adatto


Ecco come illuminare casa per avere ambienti accoglienti e funzionali
Illuminazione casa, come creare l’ambiente adatto

L’illuminazione è una componente essenziale dell’arredo di una casa. Se in tempi passati, la scelta dell’illuminazione si riduceva a una mera scelta del tipo di lampadario da appendere al centro della stanza, oggi non è più così.

L’illuminazione riveste un ruolo centrale nell’arredamento degli spazi, al pari di altri elementi, fornendo agli interni un’atmosfera ben precisa in base al posizionamento dei punti luce e del tipo di lampadario o di lampada utilizzato.

Così come per la selezione dei mobili e del colore delle pareti, anche l’illuminazione ha la capacità di trasformare un ambiente, rendendolo più buio o più luminoso, ingrandendo gli spazi o diminuirli, creando un’atmosfera più moderna o più classica e via dicendo.

Inoltre, oggi, sono in commercio soluzioni di illuminazione davvero per tutti i gusti, per tutti gli ambienti e per tutte le tasche (lampade, lampadari, faretti, piantane, ecc…).

Però, occorre scegliere tenendo a mente alcuni criteri di base da adottare a seconda del tipo di interno in modo da illuminare in maniera raffinata, ma anche funzionale tutti gli spazi e conciliando atmosfera e comfort abitativo.

Inoltre, la tendenza non è più quella di avere un unico punto luce per stanza, rappresentato dal classico lampadario appeso al centro del soffitto, quanto piuttosto adottare diversi punti luce con intensità differenti in base all’utilizzo della zona in modo da illuminare anche gli angoli della casa che solitamente rimangono più al buio.

 

Illuminazione del soggiorno

Il soggiorno è l’ambiente della casa maggiormente vissuto. E’ lo spazio in cui si pranza (almeno in presenza di ospiti), in cui ci si rilassa leggendo un libro o davanti alla tv, oppure in cui si lavora (se è previsto un angolo studio o, comunque, uno scrittoio).

In un ambiente che prevede varie zone di utilizzo, proprio come il soggiorno, è sbagliato prevedere un solo punto luce centrale sul soffitto. Decisamente meglio prevedere diversi punti luce, diretti o soffusi, in base alla zona.

Ad esempio, si potrebbe pensare a una piantana nella zona relax, dove di legge o si guarda la tv, e dei faretti o lampade che scendono sul tavolo nella zona in cui si pranza.

E’ possibile poi valorizzare altri elementi di arredamento (come librerie, mensole o quadri) con applique posizionati ad hoc. Se è prevista anche una zona studio oppure uno scrittoio, sarebbe consigliabile fornirsi di una lampada da tavolo in modo da illuminare adeguatamente lo spazio.

La molteplicità dell’illuminazione consente di illuminare solo la zona desiderata e utilizzata di volta in volta creando una luce soffusa e raffinata nell’ambiente

 

Illuminazione della cucina

Discorso differente va fatto con la zona cucina in cui la luce è necessaria per poter utilizzare gli strumenti per cucinare. Qui, l’illuminazione deve essere più nitida e diretta in modo da consentire un’ottima visibilità. Molto utili sono dei faretti che puntano direttamente sul piano di lavoro da abbinare a un lampadario centrato sul tavolo.


 

Illuminazione delle camere da letto

Anche in questi ambienti sono preferibili applique da montare sui muri laterali piuttosto che prevedere un lampadario da appendere al soffitto. Nella camera matrimoniale, magari, potrebbero essere montate sul muro su cui è appoggiata la testiera del letto.

Oltre all’atmosfera soft, tale soluzione consentirebbe una fonte di luce nel caso si voglia leggere a letto. In questo caso, però, sarebbe bene prevedere lampade dimmerabili, ovvero capaci di diversificare l’intensità della luce in base all’utilizzo.

Le applique o le piantane, poi, potrebbero essere affiancate a dei faretti che illuminano l’armadio, in modo da non avere problemi di visibilità.

 

Illuminazione del bagno

In questa zona è importante soprattutto illuminare la zona dello specchio (con applique laterali, ad esempio). Dunque, il classico lampadario potrebbe essere sostituito prevedendo un’illuminazione ad hoc vicino allo specchio e dei faretti per il resto della stanza.

 

Per illuminare casa creando un ambiente personalizzato che offra eleganza e comfort è consigliabile studiare ogni dettaglio facendosi consigliare da un architetto. Cercatelo nel nostro sito. Il primo contatto è gratuito!

 

Articolo del:

I professionisti più vicini a te in Interior design