Inps: assegno ordinario di invalidità


Per provare il requisito sanitario potrebbe essere utile rivolgersi a un medico legale
Inps: assegno ordinario di invalidità

L’assegno ordinario di invalidità è una prestazione economica erogata dall’Inps e destinata a quei lavoratori che, a causa di una malattia che genera infermità fisica o mentale, vedono la loro capacità lavorativa ridursi a meno di un terzo.

L’erogazione spetta ai lavoratori dipendenti, ai lavoratori autonomi (artigiani, commercianti, coltivatori diretti, coloni e mezzadri) e coloro che sono iscritti a fondi pensione sostitutivi ed integrativi dell’assicurazione generale obbligatoria.

Per ottenere l’assegno ordinario di invalidità è necessario che siano rispettati alcuni requisiti sanitari e amministrativi.
Per quanto riguarda i requisiti contrattuali, il lavoratore deve aver versato almeno cinque anni di contribuzione e di assicurazione, di cui almeno tre nell’ultimo quinquennio.
Per quanto riguarda, invece, il requisito sanitario, come si è detto, il dipendente deve aver subito una riduzione della sua capacità lavorativa a meno di un terzo a causa di infermità o difetto fisico o mentale. Ciò, però, non presuppone che il lavoratore debba smettere totalmente di lavorare.

Mentre il requisito amministrativo è facilmente dimostrabile, quello sanitario potrebbe presentare delle insidie. Potrebbe, quindi, essere consigliabile rivolgersi a un medico legale di parte che possa provare la effettiva riduzione della capacità lavorativa. Il medico legale, dopo aver effettuato le visite e i controlli del caso, potrà accertare se tale riduzione sia idonea per poter ricevere l’assegno ordinario di invalidità attraverso la presentazione della apposita domanda.

La domanda deve essere presentata esclusivamente in via telematica:
-
direttamente attraverso i servizi telematici presenti sul sito dell’Inps,
- per telefono, chiamando il contact center dell’Inps al numero 803164 da rete fissa o al numero 06164164 da rete mobile
- attraverso i patronati e tutti gli intermediari dell’Istituto

Se la domanda viene accettata, l’assegno di invalidità sarà erogato a partire dal primo giorno del mese successivo a quello di presentazione della domanda e sarà erogato per tre anni. Al termine di tale lasso di tempo è possibile richiederlo nuovamente. Dopo tre riconoscimenti consecutivi, l'assegno di invalidità è viene confermato automaticamente.
L’assistenza di un medico legale, quindi, è importante sia al momento della prima domanda, ma anche nelle successive due nuove richieste da presentare all’Inps.

Articolo del:

I professionisti più vicini a te in Medicina Legale e delle Assicurazioni