Intervista all'avv. Mira Telarico


Oggi abbiamo il piacere di intervistare l'Avv. Mira Telarico
Intervista
Intervista all'avv. Mira Telarico

Per la rubrica "Storie di professionisti di successo" oggi abbiamo intervistato l'Avvocato Mira Telarico. Professionista da quasi vent'anni l'avv. Telarico tratta diverse materie della giurisprudenza presso il suo studio a Riano (RM). Conosciamola meglio.

Avv. Telarico, ci parli della sua professione

<<Svolgo la professione di avvocato da quasi vent'anni presso il mio studio composto da altri legali che si occupano di diverse materie. Il mio studio si è ulteriormente implementato con l'inserimento nel proprio staff di una psicologa psicoterapeuta per l'assunzione di incarichi quale consulente di parte nell'ambito del diritto di famiglia e minorile. 

In particolare offriamo consulenza giudiziale e stragiudiziale nel settore penale, penale militare e minorile, comunitario e internazionale, tributario, amministrativo, civile, del lavoro e della giustizia contabile per la difesa dei dipendenti di Stato. Offro anche assistenza dinanzi la Suprema Corte di Cassazione e le Giurisdizioni Superiori, avendo consguito l'abilitazione nel 2005.

Prima di intraprendere la professione, sono stata nominata Giudice onorario di Tribunale e ho svolto le funzioni giurisdizionali presso il Tribunale penale di Roma, sezione settima penale, con il ruolo monocratico e componendo il terzo collegio della sezione. Con questa esperienza ho approfondito notevolmente la materia penale, comprensiva degli aspetti esecutivi della pena e delle misure di prevenzione.

Nello stesso mandato sono stata nominata dal Consiglio Superiore della Magistratura membro della Commissione per la formazione permanente della magistratura onoraria per due bienni, maturando notevole esperienza anche nella formazione. Successivamente ho ricevuto la nomina diretta, con decreto del Presidente della Repubblica, come Ufficiale della Riserva Selezionata del Corpo Commissariato della Marina Militare, con impiego di sei mesi ogni anno presso i vari Comandi della Forza Armata.>>

Qual è la materia prevalente d'esercizio e quali sono le cose su cui sta facendo più ricerche nell'ultimo periodo?

<<La maggiore attività è nel settore penale, dal minorile al militare, oltre alla tutela dei dipendenti, funzionari e dirigenti pubblici dinanzi la Corte dei Conti per responsabilità e danni erariali.>>

Qual è il suo punto di forza? Cosa la distingue dai suoi colleghi?

<<Ritengo che la multidisciplinarietà sia il punto di forza dello studio. Questo permette al cliente di ricevere un'assistenza completa e ogni vicenda viene esaminata sotto ogni aspetto, cercando di identificare tutte le ripercussioni che ciascuna scelta stragiudiziale e processuale può comportare.>>

Qual è la sfida più grande che si è trovata ad affrontare nel corso della sua carriera?

<<La tutela penale nelle vicende in cui appare palese l'uso strumentale delle denunce, soprattutto in ambito familiare, al fine di poter dare concreta attuazione alla tutela delle vittime di violenza in ambito domestico e distinguerle dalle false rappresentazioni.>>

Com'è strutturato il suo studio?

<<Lo studio è costituito dalla sottoscritta e da altri sei avvocati, ognuno con il proprio profilo di preparazione nelle diverse discipline giuridiche, approfondite dall'esperienza sul campo e da vari master o corsi svolti nel temp. A questi si aggiungono diversi praticanti che oltre al percorso formativo per l'accesso all'esame per l'abilitazione, approfondiscono lo studio di particolari settori di interesse e maggiormente evidenziati dal periodo in cui viviamo, così offrendo maggiore preparazione nello studio del vari casi che ci vengono sottoposti dai clienti. >>

Qual è il suo approccio nell'affrontare un nuovo incarico?

<<La base è certamente costituita dallo studio della vicenda processuale, dalle finalità che il cliente raggiunge e gli effettivi e reali obiettivi che sono giuridicamente raggiungibili.>>

Come la pandemia ha influenzato il suo lavoro?

<<La pandemia ha certamente rafforzato l'uso degli strumenti informatici, ma ha anche evidenziato la necessità di approfondire l'aspetto della tutela della sicurezza in ogni suo dettaglio, materia che è oggetto di ulteriore studio da parte mia.>>

 

Ringraziamo l'Avv. Telarico per la sua collaborazione

Articolo del: