Liberalizzazione della cannabis: al via l’iter parlamentare


Discussa alla Camera dei Deputati la proposta di legge sulla liberalizzazione della marijuana
Liberalizzazione della cannabis: al via l’iter parlamentare

Alla Camera dei Deputati è il giorno in cui si discute della proposta di legge sulla liberalizzazione delle droghe leggere promossa dal sottosegretario Benedetto Della Vedova e firmato da circa altri 200 deputati.

Difficile che la proposta si traduca in legge dato il l’ampio ostruzionismo politico, anche all’interno della maggioranza. Ma in ogni caso il suo promotore, il sottosegretario Della Vedova, definisce l’approdo in aula del DDL "un fatto storico".

Tre sono i punti cardine della proposta di legge.
Il primo punto riguarda la coltivazione della marijuana per consumo personale. Chiunque, in maniera legalizzata, potrà coltivare fino a cinque piante per destinarle a uso personale.

Il secondo punto riguarda la produzione e la commercializzazione della cannabis attraverso una filiera legale. Ovvero, sarà possibile coltivare, trasformare e vendere la marijuana a esercizi commerciali autorizzati in cui si potrà fare uso di cannabis nel rispetto della legge. L’ingresso a tali locali, però, sarà vietato ai minori di 18 anni.

Il terzo punto riguarda la produzione e la commercializzazione della marijuana da destinare all’uso terapeutico.

Lo scopo annunciato del DDL sulla liberalizzazione della marijuana dovrebbe essere quello di contrastare le mafie e il commercio illegale di cannabis. Ma molti sono gli oppositori sia nella maggioranza che nella minoranza.

A schierarsi contro il DDL è anche il Ministro della Salute Beatrice Lorenzin, secondo la quale la legge non andrebbe a ridurre il giro di affari delle mafie dato che le droghe leggere vengono utilizzate già a partire dagli 11 anni. "E’ evidente - ha affermato il ministro Lorenzin in un’intervista televisiva - che quindi continuerebbe a esserci un traffico parallelo molto importante nei confronti dei minori. E io ritengo, lo dico da ministro della salute, che noi dobbiamo combattere la normalizzazione dell’uso delle sostanze. Cioè un concetto per cui drogarsi o fare uso di sostanze è un fatto normale".

Comunque, l’iter è appena iniziato...

Articolo del:

I professionisti più vicini a te in Diritto amministrativo