Milano, tirocini all’Inps per gli studenti della Statale


Il primo progetto formativo riguarderà l’attività di Mediazione Linguistica dato l’aumento di lavoratori extracomunitari
Milano, tirocini all’Inps per gli studenti della Statale

In giorni in cui i giornali e telegiornali titolano gli articoli o i servizi tv con i drammatici sbarchi di immigrati nel nostro Paese, un segnale di integrazione arriva dall’Inps e dall’Università Statale di Milano che hanno siglato una convenzione per tirocini curriculari da offrire agli studenti universitari in modo che possano svolgere un’esperienza formativa presso l’Istituto nazionale di previdenza.

Il Presidente dell’Inps, Tito Boeri, e il Rettore dell’Università degli Studi di Milano, Gianluca Vago, il 27 maggio scorso hanno dato il via a un’iniziativa che permetterà agli studenti universitari di svolgere un tirocinio in base al proprio ambito di interesse e in modo da arricchire il proprio curriculum formativo.

Il primo progetto formativo riguarderà l’attività di Mediazione Linguistica diretto agli studenti che seguono appunto il corso universitario di mediazione linguistica. In base a un comunicato stampa diffuso dall’Inps "a tali studenti sarà data la possibilità di esercitare le capacità linguistiche presso il Centro di Assistenza ai Servizi Telematici (Casti) dell’Inps di Milano, con il vantaggio di arricchire l’attività di mediazione linguistica già svolta in inglese e spagnolo, nei confronti di fasce di utenza debole, rappresentata soprattutto da lavoratori immigrati, ai quali sarà reso più agevole l’accesso ai servizi telematici dell’Istituto".

La scelta di cominciare proprio con la mediazione linguistica è dovuta probabilmente all’aumento costante di lavoratori extracomunitari nel nostro paese. Basti pensare che nel 2014, il numero dei lavoratori stranieri iscritti all’Inps è cresciuto del 3% rispetto al solo anno precedente. In valori assoluti, nel 2014 i lavoratori extracomunitari erano 1.137.489 su un totale di 14.017.748, rappresentando in percentuale l’8,1% della forza lavoro. Un ultimo dato fornito dall’Inps: sempre nel 2014, i lavoratori extracomunitari hanno versato contributi per 7,6 miliardi di euro, usufruendo di prestazioni per un totale di 3,1 miliardi di euro.

Dati a parti, l’iniziativa dell’Inps è partita da Milano in collaborazione con l’Università Statale ma sono allo studio analoghe convenzioni in altre città italiane ad alta densità di immigrati.

Articolo del:

I professionisti più vicini a te in Consulenza del lavoro