Pensioni `pubbliche`: pagate anche il giorno 7 del mese


Con un messaggio l’Inps rende noto di aver allineato le regole per il pagamento delle pensioni pubbliche a quelle delle pensioni private
Pensioni `pubbliche`: pagate anche il giorno 7 del mese

Con il messaggio n. 1763 del 20 aprile 2016 l’Inps ha reso noto di aver allineato le regole per la gestione del pagamento delle pensioni pubbliche a quelle per la gestione del pagamento delle pensioni private. Dunque, il pagamento dell’assegno pensionistico potrà essere fatto anche il giorno 7 di ogni mese oltre al giorno 1, o i giorni successivi se l’1 o il 7 sono festivi o non bancabili.

Dall’anno scorso, ricordiamolo, a partire dal mese di giugno, tutte le pensioni private sono state erogate il primo giorno di ogni mese in modo da poter far incassare in un’unica data "tutti i pagamenti dei trattamenti pensionistici, degli assegni, delle pensioni e delle indennità di accompagnamento pagate agli invalidi civili, oltre che delle rendite vitalizie dell’Inail".

Ecco il testo del messaggio n. 1763/2016 pubblicato sul sito dell’Inps:
`Com’è noto, nelle convenzioni stipulate con gli enti pagatori per il pagamento delle pensioni, è stabilito che il pagamento delle rate di nuova liquidazione possa avvenire nei giorni 1, 7 e 20, o giorno bancabile immediatamente successivo qualora tali giorni risultino festivi o non bancabili. Si rammenta che per Poste Italiane Spa anche il sabato è considerato bancabile. Il calendario è identico indipendentemente dal mezzo di pagamento prescelto dall’avente diritto alla prestazione.

Tali scadenze finora erano state attivate per le sole pensioni delle gestioni private, mentre per le pensioni della gestione pubblica era operativa la sola scadenza del giorno 1.

Con il presente messaggio, si informa che per le pensioni liquidate nell’ambito delle gestioni pubbliche, a partire dalla mensilità di maggio 2016, il primo pagamento potrà essere effettuato, oltre che il giorno 1, anche il giorno 7 del mese, o il giorno bancabile immediatamente successivo, qualora l’1 o il 7 sia festivo o non bancabile.

Come previsto già per le pensioni della gestione privata, il pagamento del giorno 7 conterrà tutte le somme da corrispondere a titolo di arretrato dalla decorrenza giuridica fino al mese in corso. A titolo di esempio, con il pagamento di maggio relativo a una pensione con decorrenza marzo 2016, saranno pagate tutte le somme relative ai mesi di marzo, aprile e maggio 2016.

Le rate successive saranno corrisposte secondo le regole ordinarie: il primo giorno di ciascun mese o in quello successivo, se questo cade in giorno festivo o non bancabile.

Nell'applicativo SIN è stato pubblicato il calendario relativo al 2016, con l'ndicazione anche delle date entro le quali è necessario effettuare le attività per consentire il pagamento il giorno 7.

Si precisa che per i pagamenti del giorno 7, gli interessati saranno informati con la seguente nota sul cedolino:

Il pagamento della prima rata di pensione sarà disponibile il giorno 7 o il giorno successivo se festivo o non bancabile.
`

Articolo del:

I professionisti più vicini a te in Consulenza del lavoro