Rush finale per il Regolamento edilizio unico


In arrivo 42 definizioni standardizzate per armonizzare gli iter burocratici negli oltre 8 mila Comuni italiani
Rush finale per il Regolamento edilizio unico

Rush finale per il Regolamento edilizio unico generato dal tavolo tecnico composto dai Ministeri delle Infrastrutture e della Funzione pubblica, dalle Regioni e dai Comuni. Dopo alcune battute d’arresto e posizioni divergenti è stato finalmente trovato un accordo su un documento che dovrà armonizzare il lavoro degli uffici tecnici degli oltre 8 mila Comuni italiani. E’ stato, infatti, creato un elenco di 42 definizioni standardizzate in ambito edilizio che andranno a integrare il Regolamento e che dovranno essere comuni su tutto il territorio nazionale. Il Regolamento edilizio unico, adesso, dovrà ottenere il via libera dalla Conferenza Stato Regioni, per poi essere recepito dalle Regioni e dagli enti locali.

Le ultime definizioni sulle quali si è dibattuto trovando, infine, un accordo sono state quelle riguardanti la "superficie". Le posizioni contrastanti all’interno del tavolo di lavoro hanno trovato una convergenza su sei diverse e precise definizioni di "superficie". Eccole:
Superficie totale: somma delle superfici di tutti i piani fuori terra, seminterrati ed interrati comprese nel profilo perimetrale esterno dell’edificio.
Superficie lorda: somma delle superfici di tutti i piani comprese nel profilo perimetrale esterno dell’edificio escluse le superfici accessorie.
Superficie utile: è la superficie di pavimento degli spazi di un edificio misurata al netto della superficie accessoria e di murature, pilastri, tramezzi, sguinci e vani di porte e finestre.
Superficie accessoria: è la superficie di pavimento degli spazi di un edificio aventi carattere di servizio rispetto alla destinazione d’uso della costruzione medesima, misurata al netto di murature, pilastri, tramezzi, sguinci, vani di porte e finestre. Sono compresi portici e gallerie pedonali, ballatoi, logge, balconi e terrazze, tettoie, cantine, sottotetti, vani scala interni alle abitazioni, garage, parti comuni.
Superficie complessiva: somma della superficie utile e del 60% della superficie accessoria (SC=SU+60% SA)
Superficie calpestabile: è data dalla somma delle superfici utili (SU) e delle superfici accessorie (SA) di pavimento.

A titolo di esempio, altre definizioni sono:
Superficie territoriale: superficie reale di una porzione di territorio oggetto di intervento di trasformazione urbanistica. Comprende la superficie fondiaria e le aree per dotazioni territoriali ivi comprese quelle esistenti.
Superficie fondiaria: superficie reale di una porzione di territorio destinata all’uso edificatorio. E’ costituita dalla superficie territoriale al netto delle aree per dotazioni territoriali ivi comprese quelle esistenti.
Superficie coperta: superficie risultante dalla proiezione sul piano orizzontale del profilo esterno perimetrale della costruzione fuori terra, con esclusione degli aggetti e sporti inferiori a 1,50 m.
Superficie permeabile: porzione di superficie territoriale o fondiaria priva di pavimentazione o di altri manufatti permanenti, entro o fuori terra, che impediscano alle acque meteoriche di raggiungere naturalmente la falda acquifera.
Volume totale o volumetria complessiva: volume della costruzione costituito dalla somma della superficie totale di ciascun piano per la relativa altezza lorda.
Pertinenza: opera edilizia legata da un rapporto di strumentalità e complementarietà rispetto alla costruzione principale, non utilizzabile autonomamente e di dimensioni modeste o comunque rapportate al carattere di accessorietà.
Balcone: elemento edilizio praticabile e aperto su almeno due lati, a sviluppo orizzontale in aggetto, munito di ringhiera o parapetto e direttamente accessibile da uno o più locali interni.
Terrazza: elemento edilizio scoperto e praticabile, realizzato a copertura di parti dell’edificio, munito di ringhiera o parapetto, direttamente accessibile da uno o più locali interni.
Veranda: locale o spazio coperto avente le caratteristiche di loggiato, balcone, terrazza o portico, chiuso sui lati da superfici vetrate o con elementi trasparenti e impermeabili, parzialmente o totalmente apribili.

Articolo del:

I professionisti più vicini a te in Architettura urbanistica e territoriale