Termovalvole: dal 2020 dovranno essere leggibili da remoto


La nuova direttiva UE prevede un miglioramento dell’efficienza energetica del 32,5% entro il 2030
Termovalvole: dal 2020 dovranno essere leggibili da remoto

Dopo l’introduzione dell’obbligo dei contabilizzatori del calore da applicare su tutti gli impianti di riscaldamento centralizzato degli edifici, ci sarà a partire dall’anno prossimo l’obbligo di installazione di contatori e i contabilizzatori di calore gestibili da remoto.

 

Il nuovo obbligo è stato introdotto dalla nuova Direttiva UE 2018/2002 che integra e modifica la precedente Direttiva UE 2012/27 sull'efficienza energetica che aveva stabilito l’obbligo delle termovalvole in nome di un risparmio dei consumi energetici.

 

La nuova Direttiva è stata il frutto del lavoro del Parlamento Europeo e del Consiglio dell’Unione Europea, che hanno preso atto dei pareri positivi della Commissione Europea, del Comitato Economico e Sociale Europeo, del Consiglio delle Regioni.

 

Tema caro dell’Unione europea è proprio l‘efficienza energetica che “dovrebbe essere riconosciuta quale un elemento essenziale e una considerazione prioritaria nelle decisioni di investimento future per quanto riguarda l’infrastruttura energetica dell’Unione”.


Cosa prevede il nuovo obbligo

Il nuovo obbligo stabilito dalla Direttiva UE 2018/2002 prevede che:

•    Vengano installati esclusivamente contatori e i contabilizzatori di calore gestibili da remoto a partire da ottobre 2020. L’obbligo decade in caso di evidente impossibilità tecnica o economica.


•    Vengano sostituiti tutti i contatori e i contabilizzatori di calore che non siano gestibili da remoto entro il 1° gennaio 2027. L’obbligo decade in caso di evidente impossibilità tecnica o economica.


Obiettivi di miglioramento energetico

Oltre all’introduzione del nuovo obbligo di installazione dei contatori e contabilizzatori di calore gestibili da remoto, la Direttiva UE 2018/2002 punta a conseguire obiettivi di miglioramento pari al 20% entro il 2020 e del 32,5% entro il 2030.

 

Il precedente obbligo dell’installazione delle termovalvole

Con il Decreto Legge 102/2014, in ottemperanza alla precedente Direttiva Europea sull’efficienza energetica, era stato introdotto l’obbligo di dotarsi di termovalvole entro il 31 dicembre 2016.


A partire da tale data, infatti, tutti gli impianti di riscaldamento centralizzato degli edifici devono essere dotati di sistemi di termoregolazione e contabilizzazione del calore.
In caso di inadempimento all’obbligo di installazione di tali sistemi, scattano le sanzioni di importo da 500 a 2.500 euro.

L’obbligo riguarda tutti gli edifici che hanno un sistema di riscaldamento centralizzato e impone l’installazione, sui termosifoni di ogni singola casa, di valvole termostatiche e i contabilizzatori di calore. Lo scopo è quello di sensibilizzare i cittadini verso un’attenzione maggiore all’ambiente e all’efficienza dei sistemi di riscaldamento.

 

Ricordiamo, infine, che ad oggi, è possibile usufruire delle detrazioni sulle installazioni delle termovalvole.
Per approfondimenti leggi “Termovalvole, quando usufruire dell’ecobonus o del bonus ristrutturazione”.

 

Articolo del:

I professionisti più vicini a te in Geometri