Richiedi una consulenza in studio gratuita!

1° Semestre in borsa: ritorna la volatilità


Il primo semestre 2018 si caratterizza per la volatilità dei mercati
1° Semestre in borsa: ritorna la volatilità
Si è appena concluso il primo semestre del 2018 e, come sempre, è importante fissare dei punti fermi e capire cosa sia successo finora.
L'annata innanzitutto ha confermato che la volatilità dei mercati è tornata.
Se lo scorso anno è stato quasi noioso da questo punto di vista con il vix inchiodato a quota 10-12%, quest'anno abbiamo avuto finora caratteristiche molto diverse. Dopo il picco di febbraio con il 26% adesso comunque viaggia a ridosso di quota 17-18% che è una quota che indica ancora un trend positivo sui mercati, ma sicuramente anche un maggior nervosismo.
In realtà accade che l'economia viaggi a gonfie vele e le riforme fiscali, soprattutto in USA, hanno regalato fiato alle aziende americane, ma non sempre questo si traduce in andamenti positivi sui mercati.
Le questioni politiche sui dazi e qualche dichiarazione fuori luogo, hanno portato alcuni mercati a tornare verso la parità o una minima perdita, anche se le condizioni dell'economia reale dovrebbero far pensare a mercati decisamente positivi.
Come ho segnalato più volte, più che essere dominati dalle aree geografiche, la scelta vincente si sta rivelando quella di optare per i macrotrend. I fondi con mandato ESG o quelli che sono orientati alla cosiddetta economia "Disruptive", stanno dando buone soddisfazioni ai sottoscrittori.
Quindi funzionano molto bene i fondi globali, capaci di andare a pescare le aziende interessanti ovunque nel mondo pensando solo al settore industriale di riferimento, molto meno bene funzionano i fondi legati ad un'area geografica. Infatti escludendo i fondi cinesi, nonostante la tematica dei dazi, i fondi geografici boccheggiano un po' vicini alla parità mentre sui fondi settoriali si viaggia spesso a cifre vicine al +10% da inizio anno.
Questo mi conforta per gran parte delle scelte fatte negli ultimi due anni.
In questi giorni mi sono dedicato ad uno studio per analizzare le performance da inizio anno di tutti i fondi a disposizione e l'aspetto più sorprendente riguarda il fatto che tutti i fondi prudenti, che dovrebbero tutelare il patrimonio investito, sono al momento in negativo ad eccezione dei fondi in dollari che l'anno scorso ci hanno fatto soffrire e che quest'anno, quanto meno, sono sopra la pari per effetto del rimbalzo del dollaro negli ultimi due mesi.
Per quanto riguarda gli azionari, come descritto sopra, ci sono situazioni molto positive guardando ai temi settoriali, viceversa le crescite sono a macchia di leopardo se guardiamo ai mercati dal punto di vista geografico.
Quindi si verifica un mezzo paradosso, in cui i portafogli più prudenti sono negativi mentre quelli più aggressivi sono decisamente positivi, nonostante la volatilità ogni tanto faccia capolino e quindi i mercati subiscano delle correzioni.
Questo non significa che si debba perdere di vista certi equilibri, ma che almeno da qui alla fine dell'anno, avere un portafoglio un po' più aggressivo del solito aiuta a proteggere meglio i patrimoni in gestione e può dare qualche soddisfazione in più.
Il fatto che le Banche Centrali stiano rialzando i tassi o come nel caso della BCE abbiano annunciato la fine del QE, fa si che il mercato obbligazionario soffra. Non parliamo di perdite importanti ma di quel meno 1 o 2 percento che in ogni caso non si aspetta e infastidisce.
Rimango quindi positivo sui mercati azionari, non solo perché più stimolanti per le necessità di studio approfondito che comportano, ma anche dal punto di vista tattico risultano essere meglio impostati anche per dare protezione al patrimonio in gestione.

Articolo del:



L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Cerca nella tua città o in una città di tuo interesse

Altri articoli del professionista

Piani Individuali di Risparmio - PIR

Piani individuali di Risparmio. Cosa sono? Quali sono i vantaggi?

Continua

Macrotrend

Andamento dei mercati e consigli su come orientarsi in momenti di nervosismo come quello che stiamo vivendo in questo inizio 2018

Continua

Asset Allocation: strategie di allocazione

Asset Allocation significa diversificare per limitare i rischi; come e perchè?

Continua

ESG - Enviromental, social and governance

ESG - Enviromental, social and governance: l’acronimo che è diventato uno standard per definire l’approccio sostenibile agli investimenti

Continua

Salone del Risparmio 2018

Idee e strategie per il 2018

Continua

Mercato italiano e Pir

Analisi del primo quadrimestre della Borsa italiana e dei fondi Pir

Continua

Sell in may and go away?

Mercati in ripresa e previsioni più ottimistiche per l'estate finanziaria

Continua

Le incognite politiche e la volatilità della borsa

Caos politico e borse nervose: Italia e Spagna sull'otto volante

Continua

Long Term Care: assicurazione cure a lungo termine

Per chi ha la necessità di una assistenza h 24 per tutto quello che concerne le funzioni di base come mangiare, muoversi o lavarsi

Continua

Ultimo quarter dell'anno: la ripresa ci sarà?

Un'estate altalenante sui mercati: la politica degli "annunci" non paga!

Continua

Disruption, la rivoluzione digitale

Nel mondo della Finanza si sta assistendo ad una vera e propria rivoluzione digitale

Continua

Fine anno: prove di rimbalzo

Le elezioni di Mid Term in America potrebbero aiutare il rimbalzo delle borse

Continua

Finanza, il 2019 registra un buon inizio!

Il 2019 inizia bene con fondamentali in ordine, ma sempre sotto la spada di Damocle delle decisioni

Continua

Borse: il miglior gennaio dal 1987!

Per gli amanti delle statistiche è un ottimo auspicio poiché 9 volte su 10 quando gennaio si chiude bene poi l’annata intera sarà positiva

Continua

Tra tweets e dazi: marzo mese decisivo per le borse

Gli accordi commerciali USA/Cina tengono le borse sul filo

Continua

Ambiente e Finanza: i fondi tematici e lo sviluppo sostenibile

I 17 Sustainable Development Goals che compongono l’Agenda 2030 si riferiscono a diversi ambiti dello sviluppo sociale, economico e ambientale

Continua

Expert Investors in Europe: un meeting illuminante!

Come agire, analizzare e gestire il risparmio in un'ottica di customer satisfaction

Continua

Tassi d'interesse ed espansione: gli ultimi mesi di Draghi alla BCE

I mercati temono sostanzialmente due cose: la recessione e la diminuzione della liquidità nei mercati finanziari

Continua

Investire in PIR: situazione attuale e prospettive

Dopo la chiusura pessima del 2018 con il mercato italiano in forte discesa stiamo assistendo a un 2019 euforico dove il PIR si conferma un vantaggioso investimento

Continua

Estate 2019 in chiaroscuro ma l'autunno tende al roseo

Andamento borsa, dopo un'estate deludente i segnali per un autunno positivo ci sono tutti!

Continua

Fine anno: rally o frenata?

In attesa del black friday americano, novembre mostra già segnali positivi dopo un ottobre grigio

Continua

Black Friday: la cartina tornasole dell'economia americana

Il black friday rappresenta da sempre il termometro dello stato di salute dell'economia americana

Continua