Richiedi una consulenza in studio gratuita!

Invoice trading o anticipo fatture: uno dei 4 grandi strumenti di fina


Affidarsi solo alle banche può essere un limite. L'Invoice trading o anticipo fatture è uno dei 4 grandi strumenti di finanza alternativa da analizzare
Invoice trading o anticipo fatture: uno dei 4 grandi strumenti di fina

La tua impresa si affida solo alla banca? Può essere una scelta limitata! Ecco il primo tra i 4 strumenti di finanza alternativa che la tua azienda deve conoscere.

All’esplosione dell’emergenza sanitaria Covid-19, la crisi economica mondiale iniziata nel 2008 non poteva certo dirsi conclusa. Le aziende italiane soffrivano ancora la presenza di rilevanti problemi irrisolti e in diversi casi pandemia e lockdown hanno saputo inferire il colpo di grazia a realtà di ogni dimensione.

Da dove nasce la domanda di finanza alternativa?

Il credit crunch originato nel 2008 ha favorito una crescente domanda di finanza alternativa. Gli operatori di mercato si sono, quindi, strutturati per offrire non solo singole iniziative, ma anche offerte e riposte più articolate al mondo imprenditoriale. Prendiamo, quindi, in esame benefici ed opportunità di 4 strumenti:

  1. invoice trading
  2. equity crowdfunding
  3. minibond
  4. basket bond

 

Invoice trading o anticipo fatture

Si tratta di strumenti attivi su piattaforme fintech, ambienti nati dalla felice unione tra finanza e tecnologia. L’invoice trading in particolare è una cessione pro soluto di fatture non ancora riscosse. A differenza delle normali Ricevute Bancarie e degli strumenti comunemente usati in banca, non è dunque un pro solvendo
In sostanza, nel pro soluto la responsabilità del credito, una volta ceduto, non è più della nostra azienda (cosa che invece non è vera nel caso di  esempi pro solvendo, come le ricevute bancarie).

 

>>Pro

  • Tempi molto più rapidi (in banca un anticipo fattura può richiedere anche due mesi, le piattaforme di invoice trading garantiscono l’evasione della pratica in soli 6 giorni).
  • liquidità immediata
  • estrema flessibilità: possiamo approfittare dell’invoice trading anche per una singola fattura, senza i vincoli tipici del castelletto bancario, tetti massimi, factoring ecc.
  • snellimento della burocrazia
  • riduzione dei rischi, e tutti a carico della piattaforma
  • nessuna necessità di garanzie collaterali
  • assenza di segnalazione in centrale rischi della banca, in caso di insoluti da parte dei debitori
  • trasparenza dei costi e assenza di costi fissi
  • analisi della situazione economica dell’azienda debitrice, non tanto della nostra

 

>>Contro

L’unico contro reale è il costo per l’azienda, certamente superiore a quello del normale anticipo bancario. La differenza economica è, però, ampiamente giustificata dall’assenza di costi fissi, dalla certezza che l’incassato non ci verrà più tolto ed infine dal risparmio sui costi amministrativi.

Va però considerato che, grazie allo sblocco del capitale circolante, con questa soluzione si scongiura la possibilità di riduzione di reddito per l'impresa in caso di eventuali pagamenti tardivi. L’invoice trading si rivela, infine, un ottimo strumento anche dal punto di vista degli investitori che acquistano il credito: sarà loro cura identificare i profili di rendimento più attrattivi, giocando sul delicato equilibrio tra rischi e guadagni.

 

In sintesi:

  1. Investimenti a basso rischio portano normalmente a guadagni che rasentano lo zero
  2. Il mercato è una soluzione estremamente volatile: a fronte di guadagni potenzialmente molto soddisfacenti offre poche certezze e rischi elevatissimi.
  3. L’invoice trading risulta essere un ottimo compromesso, offrendo un buon rendimento a fronte di rischi accettabili e calcolati.

 

>> Non perdetevi il prossimo articolo, per scoprire gli altri tre grandi strumenti di finanza alternativa! 

Articolo del:



L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Cerca nella tua città o in una città di tuo interesse

Altri articoli del professionista

Consulenza aziendale, chi ha paura del DSCR?

Come adeguarsi alla nuova normativa sulla Crisi d’Impresa? Il CNDCEC ha individuato un indice dal nome inquietante: il DSCR. Vediamo insieme di cosa si tratta

Continua

Consulenza aziendale: come si calcola il DSCR? (Parte 1)

DSCR: un indice dal nome minaccioso, ma in grado di dirci velocemente se la nostra azienda disponga di sufficiente liquidità. Vediamo come calcolarlo in pochi step!

Continua

Consulenza aziendale: come si calcola il DSCR? (Parte 2)

Una volta capito come calcolare il DSCR, facciamo un ultimo passo in avanti costruendo il Rendiconto Finanziario previsionale

Continua

Come costruire il Rendiconto Finanziario previsionale?

Il Rendiconto Finanziario previsionale si può calcolare in due modi: diretto o indiretto. Vediamo come fare

Continua

Finalmente, ecco pronto il DSCR!

Dopo aver analizzato i due metodi per calcolare il Rendiconto Finanziario Previsionale nello specifico siamo pronti per calcolare correttamente il DSCR

Continua

Crisi ed equity al tempo del Covid-19

La crisi economica, generata dall’emergenza sanitaria Covid-19, penalizza le scelte guidate dalla filosofia del "just in time"

Continua

4.0 in azienda: una scelta lungimirante e vincente

L'universo 4.0 è ancora oggi poco conosciuto e sfruttato dalle aziende. I consulenti Acanto vi spiegano perché puntare sull'innovazione è la scelta vincente

Continua

Dopo l'Invoice Trading, altri tre strumenti di finanziamento alternativo alle banche

Pro e contro di tre strumenti di finanziamento alternativo: Equity crowfunding, Minibond e Basket Bond. Prima di scegliere, meglio affidarsi a consulenti competenti

Continua

Smart Working: pregi e difetti del lavoro agile

Smart Working e telelavoro: le differenze sono molte. Pregi e difetti del lavoro agile, per un utilizzo consapevole di un nuovo paradigma lavorativo.

Continua