Richiedi una consulenza in studio gratuita!

730/2020: novità anche per gli eredi


Da quest'anno c'è la possibilità di presentare il modello 730 anche per il contribuente deceduto
730/2020: novità anche per gli eredi

Come ogni anno, riparte la campagna stagionale relativa alla compilazione e trasmissione del mod. 730.

Rispetto allo scorso anno sono state introdotte una serie di novità di rilievo, consistenti sia nella nuova modalità di presentazione on line, (scompare definitivamente il modello cartaceo per l'invio al Caf o all'agenzia delle entrate), sia nella modifica al tetto massimo di alcune deduzioni e/o detrazioni e nell'introduzione di altre nuove spese (esempio sono state elevate ai fini della detrazione, le soglie di reddito per i figli dai 18 ai 24 anni, aumentato il limite delle spese per istruzione da poter detrarre dall'imposta lorda fino a € 800,00 per studente, l'introduzione di un rigo che gestirà la detrazione per il “riscatto della laurea”, uno per la gestione per le spese “colonnine per ricarica” di auto elettriche, la nuova detrazione del comparto sicurezza e così via).

A partire da quest'anno, inoltre, tra le principali novità contenute nelle istruzioni del modello 730/2020, per il periodo d’imposta 2019 pubblicate dall’Agenzia delle entrate, è fatta menzione alla possibilità da parte dell'erede legittimo, di poter presentare il modello 730 in relazione ai redditi del de cuius, in cambio dell'unica possibilità, fino all'anno scorso percorribile, di presentare il modello redditi persone fisiche, sempreché il defunto, nel 2019, abbia avuto i requisiti per l'utilizzo del 730.

L’unico limite ravvisabile, in questo ultimo caso, è quello dell’impossibilità di provvedere alla consegna del modello direttamente al sostituto d’imposta, ma soltanto ai Caf, o al professionista abilitato, ovvero telematicamente all’Agenzia delle entrate, e ovviamente, l'impossibilità sia a presentare la dichiarazione congiunta con il coniuge superstite, sia quella di cumulare i redditi con quelli del soggetto, per conto del quale, viene presentato il modello.

In specie, chi presenta la dichiarazione per conto di persone decedute nel 2019 o entro il 30 settembre 2020 deve compilare la dichiarazione come se fossero due distinti modelli 730/2020 riportando, nel primo, i dati anagrafici e reddituali del defunto e, nel secondo, i dati anagrafici e la residenza dell'erede, barrando la casella "rappresentante o tutore o erede" nel campo "contribuente".

Per le persone decedute dopo il 30 settembre 2020 che non hanno ancora presentato la dichiarazione per l'anno d'imposta dei redditi 2019, gli eredi possono utilizzare esclusivamente il modello Redditi, mentre invece se il deceduto avesse presentato il 730 per i redditi 2019 e nello stesso tempo, non avesse ottenuto, ovvero ottenuto non sufficientemente, il rimborso relativo a quell'anno, è possibile far valere il credito residuo non ancora rimborsato, nel nuovo modello 2020.

Dal 5 maggio l'Agenzia delle Entrate renderà disponibile il modello precompilato su cui poter iniziare a lavorare, verificando i dati inseriti sui quadri reddituali e aggiungendo o rettificando le eventuali operazioni non comunicate al sistema tessera sanitaria, le altre operazioni del comparto detrazioni, al fine di ottenere la giusta liquidazione d'imposta per l'anno 2019, mentre chi non intendesse rivolgersi al Caf o ad un intermediario abilitato, a partire dal 14 maggio, sarà possibile modificare ed inviare il modello “fai da te” precompilato 2020, attraverso le credenziali del canale telematico messo a disposizione del cittadino.

Non è inopportuno ricordare che la scadenza di presentazione del modello 730 è stata prorogata dal 23 luglio al 30 settembre per l'emergenza Covid – 19, tuttavia anticipare le operazioni di invio non tenendo conto della proroga, consentirà al contribuente di ricevere prima l'eventuale rimborso Irpef emerso in liquidazione, attraversamento il riversamento in busta paga del risultato fiscale ottenuto.

 

Articolo del:



L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Cerca nella tua città o in una città di tuo interesse

Altri articoli del professionista

Corrispettivi elettronici: anno nuovo, scontrino...elettronico nuovo!

Ecco un breve vademecum sullo scontrino elettronico al quale quasi tutti gli esercenti al minuto dovranno confrontarsi da quest'anno

Continua

Sale il "bonus Renzi" in busta paga

A partire daI 1° luglio 2020 i lavoratori si troveranno un "bonus Renzi" maggiorato in busta paga

Continua

La rivalutazione dei terreni, riaperti i termini fino al 30 giugno 2020

Anche quest'anno la legge di bilancio ripropone la possibilità di rideterminare il costo di acquisto di terreni edificabili e agricoli

Continua

Nuovi limiti al contante: chiarimenti su Pos, prelevamenti e buste paga

Ecco cosa cambia nel 2020 in merito a Pos obbligatorio, prelevamenti bancomat e retribuzione dei dipendenti

Continua

Pensioni con la Legge di Bilancio 2020, cosa cambia

Ecco quali sono le poche novità rispetto al 2019 e un quadro riassuntivo sulle vie d'uscita

Continua

Assenze da Coronavirus, quale gestione da parte del datore di lavoro

Fondazione Studi Consulenti del Lavoro, fattispecie legate alle assenze dal posto del lavoro per il pericolo di contagio

Continua

Slitta la scadenza per CU, 730 e precompilati

Ecco cosa prevede il Decreto Coronavirus in merito alle scadenze relative agli adempimenti dichiarativi

Continua

Come si deducono i contributi nel regime forfettario

Ecco qual è il metodo per dedurre i contributi nel regime forfettario

Continua

In tempi di “contagio” le ferie possono essere imposte

Come giustificare le assenze in queste settimane di assenza dal lavoro

Continua

Il Covid-19 entra nel Documento di Valutazione dei Rischi

I datori di lavoro hanno l'obbligo di aggiornare il documento valutazione rischi

Continua

Credito d'imposta su locazioni commerciali interessati dalla chiusura

Nel decreto anti COVID-19 un nuovo credito di imposta per aiutare gli imprenditori in crisi

Continua

A Marzo ricavi e compensi senza ritenute

Fino al 31 marzo i ricavi non scomputano le ritenute. Introdotta l’esenzione delle ritenute d'acconto a beneficio di taluni soggetti

Continua

Nuovo rinvio delle scadenze di Aprile e Maggio, ma non per tutti

Le nuove moratorie su imposte e contributi previste dal nuovo "Decreto liquidità"

Continua

Decreto liquidità: i mini prestiti e le altre disposizioni fiscali

I prestiti bancari garantiti alle piccole e medie imprese e le ulteriori proroghe sugli adempimenti

Continua

Arriva il super bonus di 100 euro in busta paga di aprile

100 euro in busta paga a tutti coloro che hanno lavorato in sede nel mese di marzo e hanno dichiarato nel 2019 un reddito da lavoro dipendente sotto i 40 mila euro

Continua

La cassa integrazione durante maternità, permessi, ferie e congedi

Le compatibilità delle misure sulla gestione degli ammortizzatori sociali adottate dal Governo in presenza di più eventi tipici del rapporto di lavoro

Continua

Il decreto "Rilancio" riscrive la mappa delle scadenze

Varato il DL "Rilancio" ci apprestiamo a ridisegnare il calendario delle scadenze, tra vecchi e nuovi rinvii

Continua

Lo "slalom" tra indennità e finanziamenti a fondo perduto

Sotto la lente le novità del decreto "Rilancio", in attesa degli emendamenti in Parlamento

Continua

Rivalutazione dei terreni, riapertura dei termini fino al 30/09/2020

Il Decreto "Rilancio" ha prorogato per la seconda volta, nello stesso anno, il termine per la rideterminazione del prezzo di acquisto di terreni e partecipazioni

Continua

Come compilare l'istanza per gli aiuti a fondo perduto

Vademecum alla compilazione delle istanze per gli aiuti a fondo perduto che potranno essere inviate a partire dal 15 giugno e non oltre il 13 agosto

Continua

Dal 1° luglio nuova stretta alle auto aziendali

Aumenta la tassazione alle auto aziendali in base al tasso si inquinamento del veicolo

Continua