Richiedi una consulenza in studio gratuita!

A.I., Robocop, Terminator…non siamo pronti e ne siamo sicuri?


I sistemi giuridici sono pronti a questa rivoluzione? Quali profili giuridici si determineranno a breve? I robot potrebbero esercitare i diritti e i doveri di un uomo?
A.I., Robocop, Terminator…non siamo pronti e ne siamo sicuri?

Come ha detto S. Hawking “nell'arco di 100 anni, l'intelligenza dei computer supererà quella degli esseri umani” insomma l'A.I. ce la ritroveremo dappertutto.

A fine 2017 ci eravamo occupati di intelligenza artificiale con l'articolo "Cittadinanza dei Robot e A.I., profili giuridici" in cui scrivevamo che l’Arabia Saudita ha concesso per la prima volta nella storia dell’uomo la cittadinanza onoraria ad un robot con sembianze umane, chiamato Sophia, mentre il Comune di Tokyo ha concesso la residenza ad un’intelligenza artificiale, Mirai Shibuya.

La prima ha effettuato un discorso di ringraziamento nella cerimonia in cui ha ricevuto la Cittadinanza e ha risposto alle interviste, mentre l’intelligenza artificiale giapponese è riuscita a conversare, in modo naturale, via chat con più di 200.000 abitanti del distretto in cui ha ora la residenza senza essere “scoperta” dagli interlocutori.

Le concessioni della cittadinanza e della residenza rientrano in strategie commerciali e di marketing pubblicitario, ma destano non pochi problemi di stabilità dei sistemi giuridici.

Per capire quanto la legislazione sia ancora poco adeguata bisogna partire dai Considerando del Parlamento Europeo in cui nelle premesse è citato il mostro di Frankestein di M. Shelley e il Golem di Praga … neanche un accenno a Terminator, Star Wars o Matrix!

In primo luogo dare la cittadinanza ad un Robot o ad un A.I. può sembrare irrilevante, ma non lo è! Infatti, in quasi tutti i paesi, la cittadinanza è il requisito per avere i cosiddetti diritti politici di elettorato attivo e passivo.

Quindi, se ad un robot viene concessa la cittadinanza egli stesso dovrebbe avere i diritti di elettorato che ovviamente spettano a tutti i cittadini ed in questo da un punto di vista democratico la macchina è di fatto parificata all’uomo, quindi dopo Schwarzenegger Governatore della California potrebbe esserci il Terminator che è in lui.

Rovesciando il discorso se l'A.I. ha gli stessi diritti di un essere umano, gli uomini in carne ed ossa dovrebbero avere gli stessi doveri e divieti nei suoi confronti?

Se questo fosse vero i creatori di Sophia robot esercitando i diritti del proprietario sulla loro creazione potrebbero essere riconosciuti colpevoli del delitto di riduzione in schiavitù?

Poniamo il caso che per imperizia uno degli ingegneri che lavora agli upgrade del Robot accidentalmente lo danneggiasse in modo irreparabile sarebbe da considerare un omicidio colposo o un danno risarcibile in sede civile?

Se invece la distruzione del Robot Sophia fosse intenzionale ci troveremmo di fronte a danneggiamento oppure omicidio?

Se il proprietario di più robot dalle sembianze umane decidesse di utilizzarli nei più disparati modi fra cui lavori pesanti o impiegatizi o lavori a sfondo sessuale in questo caso, dovrebbe provvedere al pagamento di stipendi o salari con relativi contributi ed imposte? Sarebbe imputabile del delitto di sfruttamento della prostituzione?

Sembrano quesiti paradossali ma non lo sono affatto.

E se un robot o un A.I. uccidesse un uomo sarebbe responsabilità del robot o della società che lo ha costruito? O del programmatore che ha scritto il suo software?

Per ora siamo solo in una fase embrionale da un punto di vista giuridico, ma tra qualche anno potrebbe essere necessario discutere tematiche come queste nei parlamenti mondiali.

Per ora, nel mondo giuridico, ci siamo limitati ad individuare solamente 4 scenari di rivoluzione tecnico giuridica senza poi giungere a dei principi guida definitivi:
1.    Attività di cosiddetta Polizia Predittiva;
2.    I sistemi di decisione automatica;
3.    Algoritmi predittivi soprattutto per la futura pericolosità criminale di recidiva;
4.    Coinvolgimento della A.I. come autore strumento o vittima di un crimine.

Il primo punto riguarda le problematiche di tutti quei sistemi che analizzando milioni di dati incrociati aiutano le agenzie di Intelligence a prevenire reati.
Attualmente sono usati per prevenire il terrorismo, ma nulla vieta che un domani vengano utilizzati per tutti i reati creando un sistema di dubbia garanzia come quello dei Precog di Minority Report o ancor peggio per attuare un vero e proprio scenario dispotico stile “1984”. è giusto che una persona possa essere imprigionata e processata per un algoritmo prima che abbia compiuto un reato? Chi determina la correttezza giuridica degli algoritmi? Chi vigila che non vi siano bug di sistema? I giudici o gli informatici?

Il secondo punto pone le stesse domande etico giuridiche poiché si tratta di istruire l'A.I. al fine di sopperire in tutto o in parte la decisione del giudice uomo. Creare una intelligenza artificiale che decida quale comportamento è reato o meno immettendo dei semplici dati potrebbe portare da un lato ad un efficienza e velocità inimmaginabile ma dall'altro a dei madornali errori giudiziari.

Il terzo punto sposta gli stessi interrogativi del primo punto alla fase successiva, sulla valutazione di possibili recidive future.

Infine l'A.I. come detto precedentemente può essere considerato strumento di un'attività criminale se lo si considera un semplice oggetto, ma se viene elevato a nostro pari potrebbe divenire autore o vittima.

Il mondo giuridico non ha soluzioni per questi problemi, ma è quasi certo che il futuro costringerà il settore ad occuparsene.

 

 

Articolo del:



L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Cerca nella tua città o in una città di tuo interesse

Altri articoli del professionista

Stalking, come difendersi

Cosa si può fare se si è vittima di molestie o minacce ripetute, ma si ha paura che una denuncia aggravi o non risolva la situazione?

Continua

Guida in stato di ebbrezza, come difendersi?

Inutilità del rifiuto di sottoporsi al test dell’etilometro; il lavoro di pubblica utilità come alternativa alla condanna e al decreto penale

Continua

Accusa ingiusta? Quali strade intraprendere?

Quando si è calunniati è conveniente fare immediatamente una contro denuncia?

Continua

Danni causati dall'alunno: chi ne risponde?

Responsabilità Civile della scuola e degli insegnati per danni causati e subiti dal minore durante l'orario scolastico

Continua

Droga. Cosa è cambiato.

Quali sono le modifiche della normativa sugli stupefacenti apportate dalla sentenza della Corte Costituzionale? Chi può usufruire della “nuova” norma

Continua

Facebook, attenzione a quel che si scrive

Si può incorrere nella diffamazione aggravata da motivi razziali anche tramite i soli post

Continua

Facebook, messaggi sgraditi la Cassazione dice no!

La Cassazione definisce luogo aperto al pubblico la piazza virtuale assoggettandone i messaggi o post alle molestie di cui all`art. 660 del codice penale

Continua

Diritto di difesa e reato di calunnia

L'imputato può mentire incolpando implicitamente di falsa testimonianza purchè sia in relazione alla propria difesa.

Continua

Divorzio breve e negoziazione assistita: cosa sono?

Cosa cambia e cosa resta nelle procedure di separazione? Quando sono applicabili le nuove norme procedurali? Cosa conviene?

Continua

Coltivazione di marijuana, quando non è punibile?

Quali sono gli sviluppi in giurisprudenza? Quando è punibile? Quando si può sostenere l’uso personale? Quando la condotta può risultare inoffensiva?

Continua

Dichiarazione fraudolenta o Frode Fiscale

Il reato di Frode Fiscale è destinato a diventare sempre più di moda nei Tribunali del Bel Paese?

Continua

Accusa ingiusta? Una nuova arma contro la calunnia

Una recente sentenza della Corte di Cassazione potrà proteggerci dalle calunnie? I Giudici di merito valuteranno le testimonianze esagerate?

Continua

In quanto si prescrivono le cartelle di Equitalia?

Sanzioni Tributarie, cartelle definitive non impugnate, prescrizione quinquennale

Continua

Appropriazione indebita. Momento consumativo

Il momento consumativo del reato si manifesta nel momento in cui viene compiuto un atto di dominio sulla cosa appropriata

Continua

L'avviso di fine indagini è sempre dovuto

La mancanza di avviso di conclusione delle indagini 415 bis all'indagato emesso dalla Procura competente per luogo comporta la nullità del processo?

Continua

Pubblicità e spam via mail. Tuteliamoci

Cos'è lo spam? Quale tutela esiste? Esistono profili risarcitori per il danno da spamming?

Continua

Bloccare la strada ad un auto è violenza privata?

Il conducente che ostacola l'uscita da un parcheggio di una vettura durante un diverbio commette il reato di violenza privata ex art. 610 c.p.

Continua

Omesso versamento Iva e contrabbando

Il trasporto di aerei dalla Repubblica di San Marino sul suolo nazionale configura il reato di contrabbando? Quando l'Iva all'importazione è dovuta?

Continua

Il peculato, limiti e requisiti

Costituisce reato di peculato o peculato d'uso l'utilizzo per fini personali di internet e telefono della pubblica amministrazione?

Continua

Furto in abitazione o privata dimora

Quando è configurabile il reato di cui all'art. 624 bis (furto in appartamento o privata dimora)?

Continua

Cittadinanza dei Robot e A.I. profili giuridici

L'umanizzazione della macchina che conseguenze potrebbe avere? I robot potrebbero esercitare diritti e doveri in uno Stato?

Continua

Associazione in partecipazione per fare impresa

Cos'è? Come funziona? A chi può convenire?

Continua

Come si può provare l'esistenza di un prestito?

E' sufficiente la copia dell'assegno come prova? È valido l'accordo orale? Come si può ottenere la restituzione della somma?

Continua

Il Trust e la protezione dei patrimoni

Funzionamento e disciplina del Trust riconosciuto in Italia

Continua

Stalking, remissione della querela

La querela per il reato di atti persecutori è sempre rimettibile?

Continua

Legittima difesa, cosa cambia?

È sempre riconosciuta? Vediamo a quali condizioni

Continua

Si può estinguere il reato mediante il risarcimento?

Le condotte riparatorie dell'art. 162 ter c.p. come istituto deflattivo del processo penale

Continua

I lavori di pubblica utilità

Sanzione sostitutiva o strumento deflattivo?

Continua

Peculato, truffa aggravata e abuso d'ufficio. Distinzioni tra i tre reati?

Quando si parla di pubblica amministrazione, pubblici ufficiali o incaricati di pubblici servizi?

Continua

Occultamento delle scritture contabili o evasione fiscale

L’art. 10 del D.Lgs. 74/2000 quando si perfeziona? Come si determina il termine della prescrizione?

Continua

Quando è reato la mancata esecuzione dolosa del provvedimento del giudice?

Il semplice inadempimento della sentenza non può essere condotta sufficiente se non sono stati commessi atti fraudolenti

Continua

Cannabis light: un caos giudiziario

Vendita legittima trasformata in reato che forse i singoli tribunali potranno ritenere tenue?

Continua

Distruzione e occultamento di contabilità, quando è insussistente?

Assoluzione per assenza degli elementi costitutivi del reato dell'art. 10 D.Lgs. 74/00: condotta e impossibilità di ricostruire il volume d'affari

Continua

Assolto in I° grado è possibile essere condannato in II° grado?

No, se la Corte d'Appello non rispetta i principi della Corte Europea e supera il ragionevole dubbio

Continua

Legge Pinto ovvero l'equa riparazione alla luce della CEDU

Risarcimento per la lentezza dei processi. L'inammissibilità di cui all'art.2 c.1 L.89/01 alla luce della sentenza della Corte Costituzionale 34/19.

Continua

La riforma Bonafede tra incostituzionalità e giustizialismo forcaiolo

La prescrizione è un istituto di civiltà giuridica, non è un escamotage per i furbetti

Continua

Coronavirus e decreto "Io resto a casa", eventuali sanzioni penali

Cosa impone il decreto "Io resto a casa" e quali sono le sanzioni in caso di violazioni?

Continua

La riforma Bonafede di cui nessuno vuol sentire parlare

Prescrizione, ragionevole durata del processo ed altri mostri mitologici...

Continua

Diritto penale al tempo del Coronavirus: cosa prevede il nuovo decreto

Brevi osservazioni sulla rilevanza Penale dei decreti del presidente del consiglio relativo all'emergenza Covid 19

Continua

Il futuro è quel che è: non c'è più scampo per me!

Riflessione semiseria su ciò che sta diventando la culla del diritto

Continua

Si fa presto a dire Libertà, ma è assoluta o limitata?

La libertà si comprende solo quando si incontrano i suoi limiti e si apprezza di più quando manca!

Continua