Richiedi una consulenza in studio gratuita!

Accordo Stati Uniti-Cina sui dazi, una buona notizia


L'accordo stipulato domenica scorsa tra i due presidenti metterà fine alla guerra commerciale?
Accordo Stati Uniti-Cina sui dazi, una buona notizia

Dopo una riunione di quasi tre ore, il presidente degli Stati Uniti, D. Trump, e il suo omologo cinese Xi Jiping, sono riusciti a trovare un accordo della durata di 90 giorni nella guerra commerciale che i due paesi intraprendono da diverso tempo. E' solo una tregua, ma è bastato l'annuncio di questo "cessate il fuoco" affinchè lunedì i  mercati azionari europei, asiatici e americani riuscissero a recuperare in modo considerevole parte delle perdite dei giorni precedenti. Consideriamo il fatto che molti analisti avevano detto che sarebbe stato molto improbabile un accordo del genere. Per il momento nessuno dei due paesi applicherà nuove tariffe commerciali, per il periodo di tempo che servirà alle due delegazioni di trovare un accordo più duraturo e definito, anche se le posizioni rimangono tutt'ora molto distanti. Ma questo fatto dimostra che tutti e due i paesi vogliono scongiurare un conflitto commerciale esteso nel tempo, che danneggia sia le economie dei due paesi e sia tutto il commercio internazionale. Molti esperti sottolineano che  investitori di diversi paesi hanno detenuto posizioni "corte", cioè allo scoperto, perchè scettici sulla possibilità di un accordo e, quindi, saranno costretti a chiuderle con un impatto più che positivo sui corsi azionari.

Certo il "cessate il fuoco" non risolve i problemi strutturali tra i due paesi e questo risultato è positivo nel breve termine, ma possono sorgere grossi problemi se l'accordo non viene ratificato definitivamente. Per quanto riguarda gli investimenti azionari, secondo gli esperti, bisogna prediligere i settori delle risorse di base, della automazione e ricambi, della tecnologia e tutti quei settori considerati a rischio poichè molti investitori in questi mesi, non credendo all'accordo, si sono tenuti fuori.

Comunque, proprio perchè l'accordo per ora è "a tempo", e se non ci saranno sostanziali progressi dopo, bisogna porre molta attenzione dove si investe e in quali settori, tenendo sempre presente una regola d'oro: diversificazione.

Articolo del:



Non è presente nessuna recensione!


Aggiungi ai tuoi preferiti e visualizza in seguito

L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Cerca nella tua città o in una città di tuo interesse

Altri articoli del professionista

Tempi duri per UBI Banca

Le vicende di UBI Banca dal 2013

Continua

Rischio di portafoglio, opportunità o svantaggio?

La "rischiosità" controllata degli investimenti finanziari è sicuramente una buona opportunità

Continua

I beni rifugio

Esistono ancora i cosiddetti beni rifugio?

Continua

Attenzione alle promesse di rendimenti troppo elevati

Non fidatevi di chi promette rendimenti fuori da ogni logica

Continua

La volatilità di portafoglio

E' sempre molto importante conoscere la rischiosità del proprio portafoglio

Continua

Scenari di mercato

Cosa aspettarci dai mercati finanziari nel 2019

Continua

Rally di fine anno delle borse, tra sogno e realtà

Ci sarà quest'anno il rally di fine anno delle borse nonostante le tensioni internazionali?

Continua