Richiedi una consulenza in studio gratuita!

Addio al bonus baby sitter


Cosa succede con la cessazione dell`utilizzo dei voucher baby sitter
Addio al bonus baby sitter
L’entrata in vigore del decreto legge n. 25/2017 in data 17/03/2017 prevede la definitiva cancellazione dei buoni lavoro "voucher" determinando così lo stop all’erogazione del bonus "baby sitter", fatta salva la possibilità di utilizzare i contributi già concessi.
Il bonus baby sitter-asili nido, introdotto dalla L. 92/2012 (Legge Fornero) inizialmente fino al 2015 e poi prorogato dalla legge di stabilità fino al 2018, prevede la possibilità di rinunciare in tutto o in parte al congedo parentale a fronte della possibilità di utilizzare un contributo economico (€ 600 per un massimo di 6 mesi per la generalità dei lavoratori, ridotti a 3 mesi per le lavoratrici autonome) per far fronte al costo sostenuto per la baby sitter o per pagare la retta dell’asilo nido.
Nel primo caso l’INPS corrisponde dei voucher alla mamma che questa utilizzerà poi per pagare la baby sitter; nel secondo caso il contributo economico viene corrisposto direttamente dall’INPS alla struttura che eroga il servizio.
Il decreto sopra citato, abrogando tutta la normativa sui buoni lavoro, ha comportato anche il blocco dell’erogazione dei buoni relativi al bonus baby sitter in quanto l’INPS non può più erogarli e di conseguenza le mamme non possono più usarli; quelli già in possesso possono essere usati fino ad esaurimento e comunque entro il 31/12/2017.
Tre sono quindi le casistiche che si possono verificare alla luce delle nuove disposizioni:
- chi ha già fatto richiesta dei buoni e li ha già ottenuti può utilizzarli entro il 31 dicembre 2017; resta salva la possibilità di restituire i buoni già richiesti e che si prevede di non utilizzare (le modalità per la restituzione dei voucher sono contenute nella Circolare INPS n. 75/2016);
- chi ne ha fatto richiesta entro il 17 marzo e ha visto accettata la propria domanda entro tale data o successivamente, può beneficiare dei voucher anche se sono stati aboliti; rimane fermo l’obbligo di utilizzarli entro la fine dell’anno in corso. In alternativa è prevista la possibilità di rinunciare a tali buoni oppure chiedere la conversione di tali buoni in contributo per pagare la retta dell’asilo nido;
- chi, invece, ha presentato domanda dopo il 17 marzo potrà solamente scegliere se cancellare la domanda presentata all’INPS oppure chiedere il contributo per l’asilo nido. In ogni caso a decorrere dal 22 marzo non è più consentito presentare le domande per richiedere il bonus baby sitter.
La restituzione dei buoni senza la richiesta del contributo economico per l’asilo nido comporta la possibilità di usufruire del congedo parentale a cui si era rinunciato.

Articolo del:



Non è presente nessuna recensione!


Aggiungi ai tuoi preferiti e visualizza in seguito

L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Cerca nella tua città o in una città di tuo interesse

Altri articoli del professionista

Diritti e doveri del lavoratore dipendente

La legislazione del lavoro riserva al lavoratore dipendente una particolare tutela in quanto considerato "parte debole" del rapporto di lavoro

Continua

Il potere disciplinare del datore di lavoro

Rapido excursus sulle modalità di esercizio del potere disciplinare da parte del datore di lavoro

Continua

Il provvedimento disciplinare nel pubblico impiego

Applicazione del potere disciplinare alla violazione dell'obbligo di diligenza, di obbedienza e fedeltà

Continua

Il lavoro nello sport dilettantistico

Il rapporto di lavoro nelle associazioni e società sportive dilettantistiche

Continua

Anno 2017: incentivi all'assunzione

Gli incentivi nell’anno 2017 non saranno più generalizzati, ma rivolti a specifiche categorie di lavoratori

Continua

Incentivo all'occupazione giovanile

Garanzia Giovani 2017, incentivo all'occupazione giovanile

Continua

Rispristinato il bonus baby sitter

E` ancora possibile fare richiesta dei voucher baby sitter fino a dicembre 2018

Continua

Assenze dal lavoro causa malattia

Ecco quali sono i diritti e i doveri del lavoratore assente per malattia

Continua

Ferie aziendali

Ferie aziendali: il periodo di ferie viene deciso dal datore di lavoro o dal lavoratore?

Continua

Il regolamento aziendale

Il regolamento aziendale quale espressione della leadership aziendale

Continua

Legge di bilancio 2018 e sport: novità

Le novità in ambito sportivo per l'anno 2018

Continua