Richiedi una consulenza in studio gratuita!

Affidamento esclusivo dei figli per il primario interesse del minore


Affidamento esclusivo: rileva la condotta del genitore che viola i propri doveri genitoriali
Affidamento esclusivo dei figli per il primario interesse del minore

In caso di separazione o divorzio, la valutazione dell’interesse morale e materiale del minore non può prescindere dalla condotta passata dei genitori; valutazione che deve essere compiuta dal giudice di merito e che non è sindacabile in sede di legittimità.

Il giudizio prognostico del giudice di merito deve tenere conto della capacità del padre o della madre di educare e crescere il figlio, “con particolare riguardo alla sua capacità di relazione affettiva, di attenzione, di comprensione, di educazione, di disponibilità ad un assiduo rapporto, nonché sull’apprezzamento della personalità del genitore, delle sue consuetudini di vita e dell’ambiente che è in grado di offrire al minore” privilegiando “quel genitore che appaia il più idoneo a ridurre al massimo i danni derivati dalla disgregazione del nucleo familiare e ad assicurare il migliore sviluppo della personalità del minore.”

Con l’ordinanza n. 28244/2019 la Corte di Cassazione rileva pertanto la correttezza della decisione della Corte d’Appello impugnata, in quanto pienamente conforme al principio di tutela del primario ed esclusivo interesse morale e materiale dei minori.

Infatti, nel caso in esame, il padre aveva dimostrato di non essere interessato alla vita delle figlie, essendosi trasferito in una regione diversa senza avere più provveduto al loro mantenimento e non avendo partecipato alle loro scelte di vita.

La circostanza che il padre abbia trascurato tutti i suoi doveri genitoriali, non partecipando – né materialmente, né moralmente – alla vita delle figlie, ha comportato la decisione del giudice di disporre l’affidamento esclusivo delle minori alla madre.

 

Articolo del:



L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Cerca nella tua città o in una città di tuo interesse

Altri articoli del professionista

Il “nuovo” assegno divorzile: addio al tenore di vita

I nuovi criteri per l'attribuzione e a determinazione alla luce della sentenza S.U. Cassazione 18287/2018

Continua

Mantenimento dei figli maggiorenni

Con una recente sentenza (n. 19696/2019) la Cassazione torna sulla questione del mantenimento dei figli maggiorenni

Continua

Codice rosso: legge contro la violenza domestica e di genere

Il Parlamento ha approvato il Codice rosso, la legge contro la violenza sulle donne. Tempi più rapidi per il processo, pene più dure e introduzione di nuovi reati

Continua

L’assegnazione della casa coniugale

La casa coniugale rappresenta uno dei principali motivi di conflitto nelle controversie di separazione e divorzio

Continua

Bonus famiglia nel DDL di Bilancio 2020

Ecco quali sono i bonus destinati alle famiglie inseriti nel disegno di legge di Bilancio 2020

Continua

Divieto di procreazione per le coppie omosessuali

Non è illegittimo il divieto di procreazione per le coppie omosessuali

Continua

L’affido condiviso dei figli con frequentazione paritaria dei genitori

Il Mediatore Familiare possiede gli strumenti per aiutare i genitori a convergere volontariamente sull’interesse dei figli ad una reale bigenitorialità

Continua

DDL Bullismo, assegno unico per i figli e permessi paternità

Ecco cosa prevedono i DDL Bullismo e assegno unico per i figli in approvazione. Chiarimenti sui permessi paternità

Continua

Mantenimento figli, nessun esonero per il peggioramento del tenore di vita

La riduzione del tenore di vita di un genitore non giustifica la mancata corresponsione dell’assegno di mantenimento per i figli

Continua