Ancora sull`invio telematico delle successioni


In sede di istruzioni per l’invio telematico delle dichiarazioni di successione l’Agenzia delle Entrate si sostituisce al legislatore
Ancora sull`invio telematico delle successioni
Nel fornire indicazioni per la determinazione dei valori da indicare per i cespiti caduti in successione l’Agenzia delle Entrate fa riferimento, sia per i terreni agricoli che per le aree edificabili e per i fabbricati, al "valore venale in comune commercio (valore di mercato) alla data di apertura della successione" avendo a mente l’art. 14 del TUS ma non tenendo conto della disposizione prevista dal quinto comma dell’art. 34 dello stesso decreto legislativo che limita il potere di rettifica degli uffici in relazione agli immobili urbani ed ai terreni non suscettibili di utilizzazione edificatoria quando il loro valore è dichiarato in misura non inferiore a quello determinato moltiplicando per 100 la rendita catastale rivalutata con i coefficienti stabiliti ai fini delle imposte dirette per i fabbricati e per 75 il reddito dominicale per i terreni.

In sostanza sembrerebbe che sia stata abolita la determinazione del valore degli immobili con il cosiddetto "sistema automatico" già previsto per l’imposta di registro con il quarto comma dell’art. 52 del D.P.R. 131/86 e riprodotto nel citato art. 34 del D.Lgs. 346/90.

Probabilmente proprio l’analogia con le disposizioni in materia di imposta di registro ha indotto in errore l’estensore delle istruzioni in argomento, in quanto con l’art. 35 comma 23 ter del D.L. 4.7.2006 n. 223 era stato aggiunto il comma 5 bis all’art. 52 del D.P.R. 131/86 , specificandosi che "la valutazione automatica" non fosse più applicabile ai trasferimenti di immobili diversi da quelli per i quali fosse consentito richiedere l’applicazione del cosiddetto "prezzo-valore", ovvero gli immobili con destinazione abitativa e le relative pertinenze.

Solo che tale disposizione aveva ed ha tuttora valore solo ai fini dell’imposta di registro e non già per l’imposta di successione e donazione proprio perché la modifica è stata inserita nel decreto relativo a quella imposta e comunque la valutazione automatica resta consentita per gli immobili ad uso abitativo e relative pertinenze. Invece con le istruzioni sopra riportate non vi è traccia neanche di tale distinguo ma si fa solo ed esclusivamente riferimento al valore venale in comune commercio tanto da indurre gli addetti ai lavori a poter ritenere tale indicazione tassativa.

Per evitare ipotetici successivi accertamenti da parte degli Uffici che non dovessero tener conto della valutazione automatica per gli immobili caduti in successione è opportuno che l’Agenzia delle Entrate si pronunzi con un necessario chiarimento inteso a confermare che la indicazione del valore venale sia stata fatta con riferimento all’art. 14 del TUS fatta salva la deroga prevista dal quinto comma dell’art. 34.

Articolo del:



Non è presente nessuna recensione!


Aggiungi ai tuoi preferiti e visualizza in seguito

L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Cerca nella tua città o in una città di tuo interesse

Altri articoli del professionista

Diritto di superficie per impianti fotovoltaici

Non risolta la tassazione dei redditi percepiti per la costituzione del diritto di superficie per l’installazione di impianti fotovoltaici

Continua

La tassazione degli atti istitutivi dei Trust

Una riflessione sull’applicazione dell’imposta per la costituzione di trust dopo la sentenza della Corte di Cassazione n. 4482 del 7 marzo 2016

Continua

Proposte di modifica per l'imposta di successione

La proposta di legge n.2830 prevede la modifica delle aliquote dell'imposta sulle successioni e donazioni

Continua

Impianti fotovoltaici, ancora in tema di diritto di superficie

Probabile un ripensamento dell’Agenzia delle Entrate sulla tassazione dei redditi percepiti per la costituzione del diritto di superficie

Continua

“Codice commentato dell’imposta di successione”

Il libro di Domenico Montemurno è un’utile guida in materia di imposta di successione dopo le modifiche introdotte dal Legislatore

Continua

Rottamazione delle cartelle: pendenza di giudizio?

Nella legge di conversione del D.L. 193/2016, ancora in corso, non è ancora chiara la pendenza di giudizio

Continua

Invio telematico delle dichiarazioni di successione

L’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Bari ha organizzato un corso sull’invio telematico delle dichiarazioni di successione

Continua

Il nuovo modello di dichiarazione di successione

Annotazioni sul nuovo modello per la dichiarazione di successione in vigore dal 23.1.2017, giusto Provvedimento del 27.12.2016 dell'Agenzia Entrate

Continua

Non più coacervo delle donazioni per l’imposta di successione

La Corte di Cassazione con la sent. n. 24940 del 6.12 2016 ha affermato la tacita abrogazione della disposizione prevista dall'art.8 4 c. del TUS

Continua

La plusvalenza nelle permute immobiliari

Una recente Ordinanza della Cassazione fissa il momento impositivo ai fini dell’applicazione della plusvalenza prevista dall'art. 67 del TUIR

Continua

Plusvalenza e diritto di superficie

Adeguamento dell’Agenzia delle Entrate alla giurisprudenza della Corte di Cassazione per le plusvalenze da costituzione del diritto di superficie

Continua