Richiedi una consulenza in studio gratuita!

Reato di stalking, cosa prevede


L’art. 612 bis del codice penale disciplina nel nostro ordinamento il reato di atti persecutori
Reato di stalking, cosa prevede

L’art. 612 bis del codice penale, rubricato «Atti persecutori» punisce chiunque, mediante condotte reiterate, minaccia o molesta un’altra persona, cagionandole un perdurante e grave stato d’ansia o di paura, un fondato timore per la propria incolumità o per quella di un prossimo congiunto o di persona legata da relazione affettiva, un’alterazione delle abitudini di vita.

Il reato in parola, introdotto dal Legislatore con il D.L. 11/2009, convertito nella L. 38/2009, mira a tutelare la libertà individuale della persona dalle condotte persecutorie.

Tale fattispecie delittuosa è comunemente chiamata stalking, ed è nota alla prassi giudiziaria come reato commesso ai danni di un soggetto, in precedenza legato da una relazione sentimentale con l’autore.

Le condotte che sono in grado di integrare il delitto di cui all’art. 612 bis c.p. sono le più varie, si va da appostamenti, pedinamenti e telefonate, alle minacce e ai messaggi, perlopiù inviati all’ex partner e, solitamente, improntati al controllo della vita del medesimo.

Affinché si possa ritenere integrato il reato sono necessari almeno due episodi, connotati da una certa gravità, ripetuti nel tempo.

Tali comportamenti, inoltre, devono essere in grado di ingenerare, nella vittima, uno dei tre eventi alternativi sopra indicati (stato d’ansia, pericolo per la propria vita, cambiamento delle abitudini).

 

 

Articolo del:



L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Cerca nella tua città o in una città di tuo interesse

Altri articoli del professionista

Iva non versata: il ruolo della crisi di liquidità dell'impresa

La crisi di liquidità dell'impresa e la sua rilevanza in tema di mancato versamento Iva, ex art. 10 ter D.lgs. 274/2000

Continua

Art. 10 bis D.lgs. 74/2000: quando il modello 770 da solo non basta

La rilevanza probatoria della dichiarazione modello 770 nel reato di omesso versamento di ritenute dovute o certificate prima della riforma del 2015

Continua

Stalking: il ruolo della vittima

Nella Pronuncia in commento la Corte di Cassazione affronta il tema della rilevanza del comportamento della vittima nel delitto di stalking

Continua

Come cambia la prescrizione con la riforma del ministro Bonafede

Con la recente riforma Bonafede la prescrizione viene di fatto abolita compromettendo ogni principio garantista per vittime e imputati

Continua

Emergenza Covid-19 tra sanzione penale ed amministrativa

Le previsioni sanzionatorie penali ed amministrative relative alle misure di contrasto al diffondersi della pandemia relativa al c.d. «Coronavirus»

Continua

Il reato di maltrattamenti in famiglia: cosa prevede?

L’art. 572 del codice penale punisce il reato di maltrattamenti contro familiari e conviventi

Continua

Il reato di guida in stato di ebbrezza: cosa fare?

L’art. 186 CdS punisce la guida sotto l’influenza dell’alcool

Continua

Diffamazione a mezzo social network

I social network non sono zona franca: i commenti e i post che si pubblicano possono avere una rilevanza penale.

Continua

«LIKE» sui social e istigazione a delinquere

I c.d. «mi piace» sono indizi sufficienti per la configurazione del reato di propaganda e istigazione a delinquere per motivi di discriminazione

Continua