Assegno divorzile: la conferma della Cassazione


Per l'assegno divorzile non si guarderà più al tenore di vita ma si dovrà adottare un criterio composito
Assegno divorzile: la conferma della Cassazione
Le Sezioni Unite civili della Corte di Cassazione con la sentenza n. 18287/2018 dell'11 luglio 2018 hanno risolto l'atteso contrasto giurisprudenziale dopo la nota sentenza Grilli, con la quale era stato escluso il parametro del "tenore di vita" da quelli fondanti il riconoscimento del diritto all'assegno divorzile.

La Cassazione, con la sentenza in commento, precisa che ai fini del riconoscimento dell'assegno, "si deve adottare un criterio composito che, alla luce della valutazione comparativa delle rispettive condizioni economico-patrimoniali, dia particolare rilievo al contributo fornito dall'ex coniuge richiedente alla formazione del patrimonio comune e personale, in relazione alla durata del matrimonio, alle potenzialità reddituali future ed all'età dell'avente diritto".

La sentenza stabilisce quindi i nuovi criteri di calcolo: non più il tenore di vita, ma più fattori. Un "criterio composito" che "si fonda sui principi costituzionali di pari dignità e di solidarietà che permeano l’unione matrimoniale anche dopo lo scioglimento del vincolo ".

Articolo del:



Non è presente nessuna recensione!


Aggiungi ai tuoi preferiti e visualizza in seguito

L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Cerca nella tua città o in una città di tuo interesse

Altri articoli del professionista

Danno da vacanza rovinata

Ecco cosa prevede il Codice del Turismo in caso di inadempimento dell`organizzatore

Continua

Bollette energia e gas in caso di cliente moroso

Bollette energia elettrica e gas. Cosa possono (e non possono) fare i gestori quando il cliente è moroso

Continua

Equitalia. Nullità dei provvedimenti esecutivi

Equitalia. Cassazione: nullità dei provvedimenti esecutivi e fermi amministrativi senza avviso al contribuente

Continua

Viaggiatore del Terzo Millennio. Pericoli e tutele

Cosa fare nel caso si abbia prenotato un viaggio in un Paese che diviene a rischio

Continua

Mancato rispetto del giudizio di idoneità del lavoratore

Cosa succede nel caso il datore di lavoro non rispetti il giudizio di idoneità espresso dal medico competente?

Continua

L'anticipazione del rifiuto a svolgere le mansioni

L'anticipazione di un rifiuto a svolgere le mansioni non può essere considerata un attuale diniego

Continua

Acquisto di immobile all'asta

Acquisto di immobile all'asta: cosa fare in caso di vizi?

Continua

Riparazioni dal meccanico: quando non pagare?

Nel caso in cui, anche a seguito di riparazioni, la vettura continui a presentare problemi, niente sarà dovuto al meccanico per l'opera svolta.

Continua

Nuovo codice del consumo. Facciamo il punto

Contratti al telefono. Conferma scritta o no? <br />Locali commerciali o no? <br />Beni personalizzati e diritto di recesso

Continua

I diritti della lavoratrice madre

I principali diritti della lavoratrice madre riguardo il licenziamento, le dimissioni ed il congedo di maternità

Continua

La retribuzione del socio accomandante

Lavoro subordinato e socio accomandante

Continua

Mantenimento diretto: quando è possibile ottenerlo

Quando è possibile chiedere l'applicazione del mantenimento diretto per i figli al posto del versamento di un assegno mensile di mantenimento

Continua

Contratto di mediazione immobiliare

Il foro competente e le ipotesi in cui il mediatore ha diritto alla provvigione

Continua