Richiedi una consulenza in studio gratuita!

Associazioni sportive: ASD o Terzo settore?


Ecco le differenze tra terzo settore o coni che gli enti sportivi devono considerare per scegliere la forma più adeguata
Associazioni sportive: ASD o Terzo settore?

Nonostante l’operatività del Runts sia ancora lontana, già si delinea una scelta quasi obbligata per le attuali società sportive, se rimanere sempre delle ASD oppure se confluire tra gli Enti del Terzo settore.

Gli obblighi e le agevolazioni previste in atto per le associazioni sportive dilettantistiche sono ben note (tra gli obblighi, per poter fruire delle maggiori agevolazioni fiscali, l’iscrizione al CONI e la presentazione, quando dovuto, del modello EAS).

Viceversa, come osservato in dottrina, l’ente non commerciale, esercente l’attività sportiva a livello amatoriale, che volesse far parte degli ETS dovrebbe far fronte a seguenti dettami.

Gli enti del terzo settore con proventi, anche solo di natura istituzionale, superiori a 220.000 euro dovranno redigere il bilancio con stato patrimoniale, rendiconto e relazione di missione; le ASD no.

Gli enti del terzo settore non iscritti nel registro delle imprese dovranno depositare il loro bilancio presso il Registro unico nazionale del terzo settore (Runts) e, se hanno ricavi comunque denominati superiori ai centomila euro, dovranno pubblicare annualmente e tenere aggiornati nel proprio sito internet: “gli eventuali emolumenti, compensi o corrispettivi a qualsiasi titolo attribuiti ai componenti degli organi di amministrazione e di controllo, ai dirigenti nonché agli associati”; le ASD no.

Gli enti del terzo settore sono tenuti ad assicurare i propri volontari anche per la responsabilità civile verso i terzi. Le ASD no. Nelle associazioni del terzo settore che abbiano superato, per due anni consecutivi, due dei seguenti limiti: 110.000 euro di attivo di stato patrimoniale, 220.000 di “entrate comunque denominate”, la media di cinque dipendenti occupati nel corso dell’esercizio, vi sarà l’obbligo dell’organo di controllo, in cui, almeno un componente, deve avere i requisiti di cui all’articolo 2397 cod. civ. Nelle ASD no. In base a tale articolo, il collegio sindacale si compone di tre o cinque membri effettivi, soci o non soci. Devono, inoltre, essere nominati due sindaci supplenti. Almeno un membro effettivo ed uno supplente devono essere scelti tra i revisori legali iscritti nell'apposito registro. I restanti membri, se non iscritti in tale registro, devono essere scelti fra gli iscritti negli albi professionali individuati con decreto del Ministro della giustizia, o fra i professori universitari di ruolo, in materie economiche o giuridiche.

E per finire, gli enti del terzo settore, ai sensi dell’articolo 93 del Codice del terzo settore (Cts) saranno sottoposti ai controlli finalizzati ad accertare: “La sussistenza e la permanenza dei requisiti necessari all’iscrizione nel registro unico nazionale del Terzo settore;
- il perseguimento delle finalità civiche, solidaristiche e di utilità sociale;
- l’adempimento degli obblighi derivanti dall’iscrizione al registro unico nazionale del terzo settore;
- il diritto di avvalersi dei benefici, anche fiscali e del cinque per mille derivanti dall’iscrizione nel registro unico nazionale del terzo settore;
- il corretto impiego delle risorse pubbliche, finanziarie e strumentali ad essi attribuite”
.

In conclusione, appare evidente la scelta finale per le ASD.

 

Articolo del:



L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Cerca nella tua città o in una città di tuo interesse

Altri articoli del professionista

Le Discipline Sportive, delibera CONI del 14/02/2017

Mantenute nel 2017 le iscrizioni al registro CONI per quelle ASD/SSD le cui discipline praticate non trovano più rispondenza in quelle approvate dal CONI

Continua

Anche minimi e forfettari nella CU 2017

Certificazione Unica 2017 anche per i titolari di parita Iva in regime dei minimi o forfettario. Ecco tutte le regole e i casi particolari

Continua

La delibera del C.N. CONI n. 1566

L’individuazione delle discipline sportive ai fini dell’iscrizione al Registro delle Associazioni

Continua

Tassa annuale di concessione governativa

Ecco chi è tenuto a pagare il tributo e chi no

Continua

La dichiarazione congiunta : paga la moglie

La dichiarazione congiunta : responsabilità solidale del consorte

Continua

La dichiarazione congiunta: paga la moglie

La dichiarazione congiunta: responsabilità solidale del consorte

Continua

Sponsorizzazione A.S.D./S.S.D.

Inquadramento fiscale della sponsorizzazione A.S.D./S.S.D. e benefici

Continua

Fino a € 200.000 sempre seducibili ASD/SSD

Sempre deducibili le spese di “sponsor” fino a € 200.000 <br />pagate alle ASD/SSD

Continua

Omesso versamento dell`Iva: la vedova non risponde

L’obiettiva impossibilità di far fronte all’obbligazione tributaria e la sua totale estraneità alle vicende assolvono la vedova dal reato iscritto

Continua

Iva da accertamento per le sportive

Base di calcolo dell'Iva dovuta a seguito di accertamento

Continua

Lo sport e la riforma del terzo settore

Lo sport non è stato compreso nella nuova disciplina

Continua

Cda nello Sport: aspetti fiscali

Aspetti fiscali nei CdA dello sport dilettantistico

Continua

Bozza di Bilancio 2018: collaborazioni sportive

Modifiche in materia di collaborazioni rese a fini istituzionali in favore delle associazioni e società sportive

Continua

La società sportiva dilettantistica lucrativa

Legge di Bilancio 2018: le novità in arrivo per le Sportive

Continua

Lo sport bonus

Manovra di bilancio 2018: istituito lo sport bonus

Continua

Sport: contributi per disabili

Manovra 2018 pro sport: contributo straordinario per l’acquisto di ausili per disabili e campagna di sensibilizzazione per minori extracomunitari

Continua

Contratti nel settore sportivo

CO.CO.CO. nel settore sportivo

Continua

Le società sportive dilettantistiche lucrative

Le società sportive dilettantistiche con <br />fine di lucro

Continua

Aliquote IVA: aumenti dal 2019

L'iva continua ad aumentare: aumenti dal 2019

Continua

5 per mille

5 per mille, online il nuovo elenco permanente degli iscritti

Continua

Accertamento ad una polisportiva!!

Accertamento per imposte dirette ed Iva emesso nei confronti di una Polisportiva

Continua

Serie A: perdite sotto controllo...

Perdite al 50%, divieto di tesseramento

Continua

Regolamento Privacy, il Modello GDPR

Il Modello GDPR - Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati sulla Privacy per le sportive

Continua

Addio alle società sportive lucrative

Il D.l. “Dignità” abroga le lucrative

Continua

Democraticità: Cassazione n. 20123 del 30-07-18

Nelle associazioni i principi di democraticità richiesti <br /> dall’art. 148 Tuir vanno rispettati in concreto

Continua

ASD: individuazione delle attività connesse a quelle istituzionali

Estensione della 398/91 alle attività connesse alle attività costituzionali

Continua

Novità modello Eas

Il termine fissato per la presentazione del modello Eas non ha carattere perentorio

Continua

Pace fiscale per A.S.D. E S.S.D.: valutazioni di convenienza

Il Decreto Legge 2018/119 contiene disposizioni specifiche per le A.S.D. e le S.S.D.

Continua

Esenzione da bollo anche per ASD e SSD dal 1° gennaio 2019

Il comma 646 della Legge 30 dicembre 2018, n. 145 ha modificato il DPR 26/10/1972 n. 642

Continua

Canone Rai: come avvengono i controlli sulla effettiva detenzione della tv?

Canone Rai non pagato: ecco le modalità dei controlli di Finanza e Agenzia delle Entrate

Continua

Stop alle agevolazioni fiscali per le palestre che non svolgono attività sportiva

La Cassazione ribadisce: "Per le palestre la mera veste giuridica non basta per beneficiare delle agevolazioni"

Continua