Assunzioni Agevolate - Lavoratori Svantaggiati


Assunzioni Agevolate - Lavoratori Svantaggiati assunti o associati da Cooperative Sociali
Assunzioni Agevolate - Lavoratori Svantaggiati
BENEFICIARI
Hanno diritto al beneficio le cooperative sociali che, mediante lo svolgimento di attività diverse - agricole, industriali, commerciali o di servizi - si prefiggono lo scopo di realizzare l'inserimento lavorativo di persone svantaggiate.
È necessaria l'iscrizione nel Registro Prefettizio delle Società Cooperative, sia nella sezione cui si riferisce l'attività lavorativa svolta, sia nella prevista sottosezione relativa alle cooperative sociali.

SOGGETTI CHE DANNO TITOLO alla FRUIZIONE del BENEFICIO
PERSONE SVANTAGGIATE INSERITE, in QUALITÀ di SOCIO o di DIPENDENTE, in COOPERATIVE SOCIALI: la condizione di svantaggio dei soggetti che possono essere assunti dalle cooperative sociali di tipo b) è identificata dall'art. 4 L. 381/1991 e comprende:
• gli invalidi fisici, psichici e sensoriali;
• gli ex degenti di ospedali psichiatrici, anche giudiziari;
• i soggetti in trattamento psichiatrico;
• i tossicodipendenti e gli alcolisti;
• i minori in età lavorativa in situazioni di difficoltà familiare;
• le persone detenute o internate negli istituti penitenziari;
• i condannati e gli internati ammessi alle misure alternative alla detenzione e al lavoro all'esterno ai sensi dell'art. 21 L. 26.7.1975, n. 354, e successive modificazioni;
• altri soggetti appartenenti a categorie identificate tramite decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri.

INCENTIVI
Si tratta di Benefici Contributivi a favore delle cooperative sociali che favoriscono l'inserimento lavorativo di persone svantaggiate, vale a dire lo Sgravio Totale - compresa la quota a carico del lavoratore - della contribuzione previdenziale (art. 4, co. 3, L. 381/1991).

CONDIZIONI NECESSARIE per l'ACCESSO al BENEFICIO
Le persone svantaggiate - soci o dipendenti - devono costituire almeno il 30% dei lavoratori della cooperativa. A tal fine, vanno computati tutti i lavoratori, soci o dipendenti, esclusi i soci volontari e le persone svantaggiate.

Articolo del:


di Vincenzo Coluccio

L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Cerca nella tua città o in una città di tuo interesse