Avversione al rischio


Guerra dei dazi, Brexit, Petrolio, Crisi Europea: quali soluzioni per il nostro patrimonio?
Avversione al rischio

Sotto l'albero di Natale 2018 troviamo tanti problemi che agitano sentimenti e mercati: la "guerra dei dazi" con il caso Huawei appena esploso, la Brexit che è giunta al suo momento decisivo, il prezzo del petrolio che si agita come un fantasma e la crisi europea tra tensioni sociali sempre piu forti e leggi di bilancio da approvare.

E i nostri risparmi dove si possono rifugiare? Difficile dirlo, soprattutto per l'investitore italiano. Infatti, i tre investimenti "principe" sul mercato italiano hanno attraversato mesi altrettanto difficili: il BTP ha mediamente perso l'8% del proprio valore, il BOT (quasi dimenticato) viaggia poco sopra la positività e anche mantenere i soldi sul conto corrente porta in 7 casi su 8 ad un saldo annuale negativo (studio Gruppo Mutuionline).

Non ci resta che ampliare la diversificazione del portafoglio, con una buona fetta della nostra "torta" dedicata agli investimenti a breve termine ma anche con nuovi strumenti, tipo gli strumenti di debito a supporto delle aziende non quotate. Quest'ultima è una nuova opportunità per il risparmiatore italiano che ha un rendimento molto interessante, difficilmente raggiungibile con asset quotati e liquidi.

Articolo del:


di Marco Stracquadaini

L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Cerca nella tua città o in una città di tuo interesse