Banche armate


Alcuni istituti di credito mettono a disposizione i loro conti correnti alle grandi aziende armate
Banche armate
Negli ultimi giorni si è parlato tanto delle cosiddette banche armate, ma di cosa si tratta esattamente? Per banche armate si intende tutte quelle banche che offrono servizi alle aziende che producono o esportano armi. 'Queste appaiono nella relazione ufficiale che il governo invia alle camere ogni anno a seguito della legge n. 185 approvata nel 1990 a seguito di alcuni scandali, quali ad esempio il coinvolgimento di una filiale statunitense di una grande banca italiana (la BNL di Atlanta) nella vendita illegale di armi all'Iraq di Saddam Hussein. La legge prevede che ogni anno i differenti ministeri interessati (affari esteri, interni, difesa, finanze, industria) preparino una relazione da presentare al parlamento entro il 31 marzo, per le operazioni relative all'anno precedente in materia di importazione ed esportazione dei sistemi di armamento da e per l'Italia. La suddetta legge ha il compito inoltre di impedire che sistemi d’arma italiani possano essere venduti a paesi in conflitto, che violano gravemente i diritti umani e che rientrino in quelli che vengono definiti i paesi HIPC cioè le nazioni povere pesantemente indebitate' (fonte: Wikipedia).
Ma in che modo i risparmi dei cittadini finanziano il commercio di armamenti? I meccanismi con cui i soldi dei risparmiatori possono finire nel commercio di armi sono diversi: le banche offrono alle aziende che producono e esportano armamenti prodotti finanziari tra cui mutui, linee di credito, prestiti etc; questi prodotti sono finanziati dalle banche attraverso la propria cassa che è alimentata dai depositi dei risparmiatori i quali generalmente non sono informati su questo genere di attività della propria Banca.
E se per un’etica personale non fossimo d’accordo come è possibile sapere se la banca dove manteniamo in nostri risparmi finanzia questo tipo di attività? Basta controllare l’elenco presente nella Relazione del Ministero dell’economia e delle finanze sulle operazioni autorizzate e svolte per il controllo dell'esportazione, importazione e transito dei materiali di armamento (qui di seguito l’ultimo elenco presente, risalente al 2016) e che viene aggiornato di anno in anno o mandare una mail al proprio istituto di credito chiedendo maggiori informazioni al riguardo.
http://www.banchearmate.it/2017/Banche2017_TabellaAA_2016.pdf

Articolo del:



Non è presente nessuna recensione!


Aggiungi ai tuoi preferiti e visualizza in seguito

L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Cerca nella tua città o in una città di tuo interesse

Altri articoli del professionista

Idea Pensione

L'importanza di un'educazione previdenziale

Continua

Evoluzione del contesto

La Consulenza Evoluta - I parte

Continua

Evoluzione del contesto

La Consulenza Evoluta - II parte

Continua

Evoluzione del contesto

La Consulenza Evoluta - III parte

Continua

Piani di accumulo

I PAC sono i prodotti ideali per coloro che vogliono crearsi un capitale nel tempo mettendo da parte piccole cifre pianificando entrate e uscite

Continua

I pir e l`incentivo fiscale

I PIR, introdotti nell’ordinamento italiano con la legge 11 dicembre 2016, n. 232, sono uno strumento di investimento di medio - lungo periodo

Continua

Trappole comportamentali: regole per evitarle

Per gli esperti di finanza comportamentale gli operatori sui mercati finanziari non prendono decisioni seguendo la ragione

Continua

La protezione patrimoniale

Prima parte: i rischi e gli obiettivi

Continua

La protezione patrimoniale

Parte seconda: i soggetti interessati

Continua

La protezione patrimoniale

Parte terza: gli errori comportamentali 1

Continua

La protezione patrimoniale

Parte quarta: gli errori comportamentali 2

Continua

Gli strumenti di protezione del patrimonio

Società fiduciarie e intestazione fiduciaria

Continua

Il Trust

Alcuni possibili casi di applicazione

Continua