Richiedi una consulenza in studio gratuita!

Blocco dei pagamenti PA in presenza di debiti


A partire dal 1° marzo entrano in vigore le nuove e più stringenti regole introdotte dalla legge di Bilancio 2018 per il blocco dei pagamenti della PA
Blocco dei pagamenti PA in  presenza  di debiti
A partire dal 1° marzo entrano in vigore le nuove e più stringenti regole introdotte dalla legge di Bilancio 2018 per il blocco dei pagamenti della Pubblica Amministrazione nei confronti dei contribuenti morosi nei confronti dell’Agenzia della Riscossione.

In particolare, sono previste le seguenti novità:

- Riduzione da € 10.000,00 a € 5.000,00 della soglia al di sopra della quale le P.A., prima di procedere ad un pagamento, devono verificare (attraverso l’Agenzia Entrate Riscossione) la presenza di cartelle non pagate di ammontare complessivo almeno pari al medesimo importo.
Nel caso di inadempienza, aumenta da 30 a 60 giorni l’intervallo temporale di sospensione del pagamento.

- In particolare, l’art. 1 commi da 986 a 989 della Legge n. 205/2017 (legge di Bilancio 2018) con modifica dell’art. 48-bis Dpr 602/73 (attuato dal DM 40/2008) ha previsto, a decorrere dal 1° marzo 2018, la riduzione da € 10.000,00 a € 5.000,00 della soglia al di sopra della quale le Pubbliche Amministrazioni e le società a prevalente partecipazione pubblica, prima di procedere ad un pagamento devono verificare telematicamente la presenza di cartelle scadute e non pagate o non rateizzate (nei 60 gg dalla notifica) di ammontare complessivo almeno pari al medesimo importo di €. 5.000.

Ove la risposta dell’agente della riscossione sia positiva, la PA:
- bloccherà il pagamento nei confronti del fornitore
- invierà una specifica segnalazione all’agente della riscossione competente per territorio nella quale sarà specificato:
a) che avrà 60 giorni di tempo da tale segnalazione per notificare un atto di pignoramento presso terzi (art. 72-bis Dpr 600/1973)
b) che obbliga la P.A. in questione di pagare direttamente all’Agenzia Entrate Riscossione le somme che deve al suo creditore, fino a concorrenza del debito a ruolo.

Articolo del:



L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Cerca nella tua città o in una città di tuo interesse

Altri articoli del professionista

Privacy, Nuovo Regolamento Europeo

Quali sono le principali novità per le nostre imprese? <br />Cerchiamo di capire cosa cambia con il nuovo Regolamento Europeo

Continua

LE NOVITA’ DEL “PACCHETTO CASA”

Le novità del bilancio 2018 per il "PACCHETTO CSA": risparmio energetico, bonus ristrutturazioni, mobili, verde, polizze assicurative

Continua

Bando ISI INAIL 2017

E' disponibile il nuovo bando Inail per gli incentivi 2018 per le imprese che vogliono investire in progetti per migliorare i luoghi di lavoro.

Continua

Verso l'obbligo del domicilio digitale

Le imprese devono adeguarsi al digitale, PEC, SPID, FIRMA DIGITALE, diventeranno strumenti per comunicare con la PA e non solo!

Continua

Bonus plastica: un nuovo credito d'imposta

Credito d'imposta per l'acquisto di prodotti realizzati con materiali derivati da plastiche miste, provenienti dalla raccolta differenziata

Continua

Bonus libri: un nuovo credito d'imposta

Nuovo credito di imposta in favore degli esercenti di attività con codice ATECO principale 47.61 (libri nuovi) o 47.79.1 (libri di seconda mano)

Continua

Super e Iper Ammortamenti: le novità

Cosa cambia per il super e l'iper Ammortamenti: le Novità della legge di bilancio 2018

Continua

Riapertura FONDO STARTER per l'avvio d’impresa

Il Fondo STARTER interviene concedendo finanziamenti a tasso agevolato alle neo imprese. Una importante opportunità per chi vuole fare impresa

Continua

Subfornitura - un contratto con molte tutele

il subfornitore opera in conformità a progetti conoscenze tecniche e tecnologiche, modelli o prototipi forniti dal committente - facciamo il punto

Continua

Rapporto biennale pari opportunità

II 30 aprile scade il termine per redigere il rapporto biennale delle pari opportunità per le imprese che hanno più di 100 dipendenti

Continua

I nuovi ordini dei tecnici sanitari

Cosa cambia per i tecnici sanitari con l'attuazione della legge Lorenzin?

Continua

Proroga parziale per la fatturazione elettronica

La documentazione dei costi carburanti alla luce della proroga

Continua