Richiedi una consulenza in studio gratuita!

Bonus 110%: è possibile cedere il credito a parenti e amici?


In merito alla cessione del bonus 110 %, l’A.E. chiarisce una questione di non poca importanza. E’ possibile cedere il credito d’imposta ad amici e parenti?
Bonus 110%: è possibile cedere il credito a parenti e amici?

Sul tema bonus 110% abbiamo in precedenza fornito diversi contributi. In merito alla cessione del bonus 110%, l’Agenzia Entrate chiarisce una questione di non poca importanza.

È possibile infatti cedere il credito d’imposta a familiari, amici e conoscenti. Così facendo, è stata per così dire alleggerita l’operazione di cessione di chi vanta un credito relativo agli interventi effettuati nel 2020 e 2021. Come stiamo appurando, infatti, non sempre le ditte che effettuano i lavori accettano il credito. Rivolgersi alla banche poi, può rivelarsi frustrante. Sia per la documentazione richiesta che per le condizioni. Ne abbiamo parlato qui. Ecco allora che cedere il credito a un familiare o a un amico può essere la soluzione più rapida. Ma come si fa?

Bonus 110%: 3 modalità di sfruttamento 

Ripassiamo le 3 modalità di sfruttamento del bonus 110%.

La detrazione fiscale

La prima: la detrazione fiscale, ovvero la classica modalità di utilizzo. La norma prevede la possibilità di sfruttare la detrazione in 5 anni. Questa modalità di sfruttamento non necessita dell’apposizione del visto di conformità (a differenza dello sconto in fattura e della cessione). Inoltre, consente di sfruttare appieno l’intero ammontare delle agevolazioni. Senza alcuna riduzione a favore di terzi soggetti. È bene però ricordare che, per poter beneficiare interamente del bonus 110%, non bisogna sottovalutare un aspetto. Quale? Avere a disposizione un’adeguata capienza fiscale. Possibilmente per tutti gli anni in cui si intende sfruttare la detrazione.

Da non trascurare è sicuramente un altro aspetto di questa modalità. Parliamo della possibilità di passare dalla detrazione alla cessione del credito. Spieghiamoci meglio. Chi sostiene la spesa può scegliere di fruire della prime due rate di detrazione spettanti indicandole nella propria dichiarazione dei redditi. E in un secondo momento cedere il credito riferito alle restanti rate.

Lo sconto in fattura

La seconda modalità di sfruttamento del bonus è la seguente. Lo sconto in fattura. Con lo sconto in fattura il contribuente fruisce del credito di imposta attraverso una decurtazione dell’importo della fattura da pagare al fornitore. Lo sconto può arrivare fino al 100% dell’ammontare corrispondente. In altre parole, il 10% di maggiorazione sulla parte scontata spetta al fornitore. Quest’ultimo recupererà il contributo anticipato sotto forma di credito di imposta per un importo pari alla detrazione spettante. Con facoltà di successiva cessione a terzi. Questa opzione non deve obbligatoriamente riguardare la totalità del bonus 110. In altre parole, la parte dell’importo non utilizzata per abbattere il quantum dovuto al fornitore viene detratta in dichiarazione dei redditi. Oppure cedute a terzi.

La cessione del credito

Terza modalità di sfruttamento è la cessione del credito. Tramite questo meccanismo il contribuente paga la fattura al fornitore ma poi trasforma la detrazione in credito cedendola a terzi. Questa opzione comporta un sacrificio economico pari all’attualizzazione dell’imposta dall’acquirente. È però evidente che più il cedente è incapiente, più sarà disposto ad accontentarsi.

È importante considerare le spese per il visto di conformità e dell’asseverazione tecnica. Che possono ad ogni modo rientrare nel complessivo importo di cessione. Come accennato nel paragrafo relativo alla detrazione fiscale, è possibile cominciare a sfruttare tale detrazione e solo in un secondo momento cedere parte del bonus 110. Ad esempio perché non si ha più capienza di Irpef ordinaria.

La cessione del bonus 110 % sarà effettuata principalmente nei confronti di Istituti di Credito e intermediari finanziari. Ma è possibile cedere il credito a familiari o amici? La risposta è si. E’ senz’altro possibile. C’è però un elemento importante da sottolineare. Di regola, l’acquirente del credito non risponde verso il Fisco se il credito dovesse risultare, a seguito di controlli, non spettante a chi glielo ha ceduto.

Bonus 110%: la documentazione necessaria 

Occorre essere in possesso di tutta la documentazione riguardante i lavori eseguiti e le asseverazioni previste dalle legge. Ci riferiamo al miglioramento classe energetica e al visto di conformità rilasciato dai professionisti abilitati. Inoltre, prima della comunicazione della cessione è necessario che siano state trasmesse telematicamente ad ENEA le asseverazioni rilasciate sui lavori. La comunicazione dell’avvenuta cessione del credito sull’apposito modello predisposto dall’Agenzie delle entrate, può essere trasmessa solo dai professionisti che possono rilasciare il visto di conformità.

Per qualsiasi dubbio o informazione relativo all’argomento, il nostro Studio rimane a disposizione.

Articolo del:



L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Cerca nella tua città o in una città di tuo interesse

Altri articoli del professionista

Bonus 2021: credito d'imposta al 50% per i beni strumentali

Tra i bonus 2021 inseriti nella neo nata Legge di Bilancio 2021, troviamo il potenziamento del credito di imposta per i beni strumentali, la cosiddetta "Industria 4.0"

Continua

Auto aziendale assegnata ai dipendenti: le ultime novità

Ecco quali sono le novità relative alla fiscalità dell'auto aziendale assegnata ai dipendenti

Continua

Assumere dipendenti 2021: risparmio fino a 6 mila euro annui

La neo nata Legge di Bilancio 2021 ha introdotto esoneri contributivi a carico dei datori di lavoro. Vediamo di cosa si tratta

Continua

Superbonus 110%: conviene cedere il credito alle banche?

E' una delle domande che ci pongono più spesso i nostri clienti: conviene cedere il credito alla banche? Proviamo a fare chiarezza

Continua

Superbonus 110% e cessione del credito: 3 esempi per capire quando conviene

La cessione del credito da superbonus è sempre convenente? E a che condizioni? Abbiamo ipotizzato 3 differenti casi per comprendere al meglio

Continua

Start up innovativa: come si costituisce con pochi euro

Cos'è una start up? Come posso crearne una? La mia azienda può essere definita una start up? Proviamo a fare chiarezza

Continua

Ricerca e sviluppo: bonus investimento fino al 45%

L'investimento in ricerca e sviluppo permette di ottenere un cospicuo credito di imposta. Un'opportunità molto interessante per gli imprenditori.

Continua

Finanza agevolata: come ottenerla in soli 3 giorni

Uno degli ultimi strumenti utili ad ottenere finanziamenti agevolati. Vediamo nel dettaglio di cosa si tratta

Continua

Ricerca e sviluppo: bonus investimento fino al 45%

La legge di bilancio 2021 proroga fino al 31/12/22 e potenzia il bonus ricerca e sviluppo.

Continua

Finanza agevolata: come ottenerla in soli 3 giorni

Nello Studio Brega abbiamo sempre dedicato ampio spazio alla finanza agevolata, tematica diventata sempre più centrale per tutti gli imprenditori

Continua

Superbonus e sconto in fattura: è possibile fare i lavori gratis?

Superbonus 110%, tre vie per il recupero. Dichiarazione dei redditi, cessione del credito o sconto in fattura

Continua

Regime forfettario, addio definitivo alla Flat Tax?

Nel 2020 oltre 215 mila persone hanno aderito al regime forfettario. Quale sarà il futuro per questo particolare regime agevolato?

Continua

Beni strumentali e industria 4.0: tax planning fondamentale

La Legge di Bilancio 2021 ha potenziato il premio fiscale per gli acquisti di beni strumentali. Vediamo nel dettaglio a quanto ammonta l'agevolazione.

Continua

Comprare bitcoin: come comportarsi con il fisco?

Abbiamo appurato come il mondo di internet abbia rivoluzionato i mercati finanziari. Oggi comprare bitcoin è diventata un’operazione quasi ordinaria. Vediamo però come

Continua

Smart working e zero tasse? Si può, ma non in Italia

Diversi Stati si stanno organizzando per attirare nel proprio territorio tutti i lavoratori in smart working a colpi di agevolazioni fiscali

Continua

Cessione credito 110: cosa fare prima di scegliere la banca

Nell'ambito della cessione credito 110 vediamo cosa fare prima di scegliere la banca

Continua

18app: come ottenere il bonus cultura di 500 euro

In questo articolo vediamo come ottenere il bonus cultura di 500 euro attraverso 18app

Continua