Richiedi una consulenza in studio gratuita!

Bonus facciate 2020, cos'è e cosa prevede


Dal 1° gennaio e fino al 31 dicembre 2020 i contribuenti che effettuano lavori di manutenzione sulle facciate degli edifici possono usufruire di un nuovo bonus
Bonus facciate 2020, cos'è e cosa prevede

 

Dal 1° gennaio e fino al 31 dicembre 2020 i contribuenti che effettuano lavori di manutenzione sulle facciate degli edifici, ville, appartamenti privati o condomini, potranno accedere alla detrazione fiscale del 90 per cento che non prevede limiti in merito al totale delle spese detraibili.

Innanzitutto, sarà applicabile ai lavori effettuati su tutte le tipologie di edifici. Non solo condomini, ma anche appartamenti privati. Si tratterà di un “derivato” del bonus ristrutturazioni, con un’estensione dell’elenco dei lavori ammessi in detrazione fiscale.

A differenza della detrazione del 50 per cento, il bonus facciate riguarderà anche i lavori di manutenzione ordinaria, come la semplice tinteggiatura delle pareti esterne degli edifici. Non sono previsti, ad oggi, limiti di spesa e, in sostanza, il contribuente potrà detrarre il totale dell’importo sostenuto per i lavori.

Il bonus facciate completerà il quadro delle agevolazioni sui lavori in casa e, a partire dal 2020, accanto alle ristrutturazioni interne delle abitazioni, ai contribuenti verranno rimborsate anche le spese per i lavori di rifacimento esterno, come tutte le detrazioni fiscali, il rimborso del 90 per cento sarà riconosciuto come credito d’imposta in dichiarazione dei redditi. Il bonus facciate potrà essere cumulato con le altre detrazioni fiscali previste. Non c’è il rischio che il bonus del 90 per cento vada in conflitto con l’ecobonus o la detrazioni sui lavori di ristrutturazione edilizia.

Il bonus facciate gode dello stesso regime applicato per le detrazioni fiscali relative alle ristrutturazioni edilizie. Dunque ad averne diritto non sarebbero soltanto il proprietario o il nudo proprietario dell’edificio, ma anche l’usufruttuario o chi beneficia del diritto di uso o di abitazione, l’inquilino, il comodatario, i soci di cooperative divise e indivise, i soci delle società semplici, gli imprenditori individuali.

 

Articolo del:



L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Cerca nella tua città o in una città di tuo interesse

Altri articoli del professionista

Bonus ristrutturazione edilizia di un immobile

Ristrutturazione edilizia: si ha diritto a una detrazione dall'IRPEF pari al 50% delle spese sostenute. Chi può richiederla e per quali interventi edilizi?

Continua

C.I.L.A., cos'è e quando farla?

La Comunicazione Inizio Lavori Asseverata (C.I.L.A.) è necessaria per ristrutturare il proprio immobile con interventi di ristrutturazione straordinaria

Continua

Agibilità di un immobile, a cosa serve e quando va richiesta

L’agibilità di un immobile è un documento che attesta la sussistenza delle condizioni di sicurezza, igiene, salubrità e risparmio energetico degli edifici

Continua

Bonus Conto Termico, come ottenere gli incentivi

Il Bonus Conto Termico è un pacchetto di incentivi e agevolazioni per promuovere l'efficienza energetica e la produzione di energia termica da fonti rinnovabili

Continua

Bonus mobili, cos'è e come ottenerlo

Il Bonus mobili è stato prolungato anche per il 2020, vediamo insieme perchè approfittarne

Continua