Richiedi una consulenza in studio gratuita!

Borse: il miglior gennaio dal 1987!


Per gli amanti delle statistiche è un ottimo auspicio poiché 9 volte su 10 quando gennaio si chiude bene poi l’annata intera sarà positiva
Borse: il miglior gennaio dal 1987!

Il mese di gennaio appena concluso ci ha regalato il miglior gennaio dal 1987. Per gli amanti delle statistiche è un ottimo auspicio poiché 9 volte su 10 quando gennaio si chiude bene, poi l’annata intera sarà positiva.

Restano ancora delle nubi che saranno dissipate nei prossimi mesi:
- Gli accordi USA/Cina per una riduzione dei dazi
- La Brexit
- Le elezioni europee
- Eventuale recessione


Tutto quanto sembra che possa alla fine evolvere positivamente e i mercati dopo le paure di dicembre, ne sono convinti. Il fatto importante è che tutti questi aspetti sono slegati tra loro e, quindi, potranno risolversi uno ad uno senza vincolare gli altri.
La cosa più importante, anche in ordine di tempo, è che Cina e Usa trovino il modo di dialogare e togliere il freno all’economia artificiosamente imposto e che ha costretto ad una frenata importante tutta l’economia globale il cui tasso di crescita è sceso dal 4% al 3.6%.

I dati ci dicono che ad oggi e per tutto il 2019 la recessione è scongiurata e questo giustifica ulteriormente la luna di miele che i mercati hanno ricominciato a vivere con il 2019.


Anche per i mercati obbligazionari si dissipano le nubi.
Gli Usa rinunciano al loro programma annunciato di tre rialzi dei tassi nel 2019 e al massimo si pensa ad un solo rialzo in autunno e questo rasserena il mood dei rendimenti del mercato obbligazionario. Così come il rallentamento economico in atto evita di far pensare sia scontato che in autunno verranno aumentati i tassi della UE. Sarebbe altamente deleterio rialzare i tassi in una fase di rallentamento: significherebbe recessione certa.
Sono, quindi, tornati i segni “+” davanti ai fondi obbligazionari.


Se nel 2018 il 93% degli strumenti finanziari, a causa di un terribile autunno, ha chiuso col segno meno, al contrario in gennaio tutte le categorie di asset presentano segni positivi.
A livello strategico resta estremamente interessante scegliere strumenti coinvolti nella nuova rivoluzione industriale definita più volte “Disruption” e ancora di più nei fondi tematici in grado più di ogni altra categoria di fondi di cogliere gli aspetti positivi della disruption.


Dal lato obbligazionario, i mercati dei Paesi emergenti stanno riscattando un’annata scadente e, soprattutto, quelli caratterizzati dall’analisi ESG, hanno tenuto molto bene lo scorso anno e sono ai primi posti per rendimento nel 2019.

 

Articolo del:



L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Cerca nella tua città o in una città di tuo interesse

Altri articoli del professionista

Piani Individuali di Risparmio - PIR

Piani individuali di Risparmio. Cosa sono? Quali sono i vantaggi?

Continua

Macrotrend

Andamento dei mercati e consigli su come orientarsi in momenti di nervosismo come quello che stiamo vivendo in questo inizio 2018

Continua

Asset Allocation: strategie di allocazione

Asset Allocation significa diversificare per limitare i rischi; come e perchè?

Continua

ESG - Enviromental, social and governance

ESG - Enviromental, social and governance: l’acronimo che è diventato uno standard per definire l’approccio sostenibile agli investimenti

Continua

Salone del Risparmio 2018

Idee e strategie per il 2018

Continua

Mercato italiano e Pir

Analisi del primo quadrimestre della Borsa italiana e dei fondi Pir

Continua

Sell in may and go away?

Mercati in ripresa e previsioni più ottimistiche per l'estate finanziaria

Continua

Le incognite politiche e la volatilità della borsa

Caos politico e borse nervose: Italia e Spagna sull'otto volante

Continua

Long Term Care: assicurazione cure a lungo termine

Per chi ha la necessità di una assistenza h 24 per tutto quello che concerne le funzioni di base come mangiare, muoversi o lavarsi

Continua

1° Semestre in borsa: ritorna la volatilità

Il primo semestre 2018 si caratterizza per la volatilità dei mercati

Continua

Ultimo quarter dell'anno: la ripresa ci sarà?

Un'estate altalenante sui mercati: la politica degli "annunci" non paga!

Continua

Disruption, la rivoluzione digitale

Nel mondo della Finanza si sta assistendo ad una vera e propria rivoluzione digitale

Continua

Fine anno: prove di rimbalzo

Le elezioni di Mid Term in America potrebbero aiutare il rimbalzo delle borse

Continua

Finanza, il 2019 registra un buon inizio!

Il 2019 inizia bene con fondamentali in ordine, ma sempre sotto la spada di Damocle delle decisioni

Continua

Tra tweets e dazi: marzo mese decisivo per le borse

Gli accordi commerciali USA/Cina tengono le borse sul filo

Continua

Ambiente e Finanza: i fondi tematici e lo sviluppo sostenibile

I 17 Sustainable Development Goals che compongono l’Agenda 2030 si riferiscono a diversi ambiti dello sviluppo sociale, economico e ambientale

Continua

Expert Investors in Europe: un meeting illuminante!

Come agire, analizzare e gestire il risparmio in un'ottica di customer satisfaction

Continua