Richiedi una consulenza in studio gratuita!

Cartelle e pignoramenti: nuova sospensione in vista


Nella nuova manovra del Governo c'è la proroga al 31 dicembre della sospensione dei versamenti in scadenza da marzo 2020
Cartelle e pignoramenti: nuova sospensione in vista

 

Buone notizie per i contribuenti!

Sabato notte il Consiglio dei Ministri ha approvato un decreto legge che entrerà in vigore non appena sarà emanato in Gazzetta Ufficiale.

Tra i vari provvedimenti in esso contenuti, pare vi sia la proroga della sospensione dei versamenti in scadenza da Marzo 2020.

In altri termini, il decreto bloccherà tutti i versamenti delle cartelle che sono già arrivate ai destinatari e blocca, ulteriormente, tutti gli atti pronti  ad essere spediti. 

La tanto temuta ripresa delle attività di riscossione, dunque, pare non arrivare. 

L'art. 1 del Decreto Legge stabilisce lo slittamento dal 15 Ottobre al 31 Dicembre 2020 dell termine per la sospensione dei versamenti scadenti a partire dall'8 Marzo 2020, derivanti da cartelle di pagamento, nonchè a tutti gli avvisi previsti dalla legge relativi alla riscossione dei tributi.

Il provvedimento d'urgenza, peraltro, dovrebbe congelare anche la ripresa delle attività esecutive, quali ad esempio i pignoramenti aventi ad oggetto retribuzioni ed indennità lavorative, nonchè a titolo di pensione.

Articolo del:



L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Cerca nella tua città o in una città di tuo interesse

Altri articoli del professionista

Family Act: quali benefici per le famiglie italiane?

Family Act: ecco le misure di sostegno alle famiglie per far ripartire l'Italia

Continua

L'omessa notifica è rilevabile d'ufficio

Il giudice tributario ha il dovere di rilevare d'ufficio l'omissione da parte del concessionario dell'atto prodromico

Continua

E' nulla la cartella di pagamento se manca la C.A.D.

La Cassazione ha stabilito che la cartella di pagamento è nulla se non viene prodotta la comunicazione di avviso deposito

Continua

L'istanza di rateizzazione non vale come riconoscimento del debito

Non è precluso al contribuente che abbia presentato istanza di rateizzazione del debito impugnare l’atto tributario che si ritiene viziato

Continua

Omessa dichiarazione dei redditi: responsabilità del professionista?

Il professionista che omette di presentare la dichiarazione dei redditi del contribuente non sempre è responsabile

Continua