Richiedi una consulenza in studio gratuita!

Multe sotto i mille euro, non è necesario lo sgravio


Cassazione: per i debiti erariali sotto i mille euro lo stralcio è automatico senza sgravio
Multe sotto i mille euro, non è necesario lo sgravio

L'ordinanza n. 1151/2020 della Cassazione ha affermato che in virtù di quanto previsto dall'art 4 del Decreto legge n. 119/2018, i debiti erariali che non superano i mille euro e che risultano affidati agli agenti della riscossione dal primo gennaio 2000 al 31 dicembre 2010, sono da considerarsi annullati automaticamente, senza la necessità che l'ente impositore provveda formalmente allo stralcio degli stessi.

Il caso: un cittadino ricorreva al Giudice di Pace avverso una cartella di pagamento di 226,22 euro notificatagli a causa della violazione del codice della strada. Nel ricorso l'opponente rilevava la decorrenza dei termini previsti dal Dpr 602/1973 e l'illegittimità della maggiorazione applicata. Il Giudice di Pace però respingeva l'opposizione ed il multato decideva di ricorrere in Tribunale per appellare la decisione di primo grado, ma anche in questa sede andava incontro a un rigetto.

Risultato soccombente in primo e secondo grado, l'opponente ricorreva in Cassazione sollevando due motivi di ricorso. L'opposta Equitalia non svolgeva in questa sede alcuna attività.

La Cassazione con ordinanza n. 1151/2020 ha dichiarato cessata la materia del contendere, compensando le spese tra le parti poiché l'art 4 del decreto legge n. 119/2018, convertito dalla legge 136/2018, ha previsto che per i debiti erariali risultanti dai singoli carichi affidati agli agenti della riscossione dal primo gennaio 2000 al 31 dicembre 2010, di importo inferiore ai 1000 euro, comprensivi di capitale, interessi e sanzioni, sono da considerarsi automaticamente annullati.

La Cassazione ha precisato, inoltre, che "l'annullamento del debito disposto dallo ius superveniens opera immediatamente, ipso iure, stante l'espressa automaticità degli effetti previsti dalla norma, pur nelle more e indipendentemente dalla successiva adozione, entro il termine ordinatorio del 31 dicembre 2018 stabilito dal medesimo art. 4, comma 1, del conseguenziale provvedimento di sgravio da parte dell'agente di riscossione. Trattasi, infatti, di un atto meramente dichiarativo e assolutamente dovuto, la cui formalizzazione non è necessaria per il verificarsi dell'effetto sostanziale dell'estinzione del debito".

 

Articolo del:



L'autore è esperto in Diritto dei consumatori
AVV. ALESSANDRO D'AGOSTINO
Napoli, VIA CUPA S.PIETRO 73 SC R 80147
80147 - Napoli (NA), Campania


L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Cerca nella tua città o in una città di tuo interesse

Altri articoli del professionista

Reclamo servizi VAS non richiesti, ecco come difendersi!

Ecco cosa fare in caso di servizi a pagamento non richiesti su mobile, i cosiddetti SERVIZI VAS a pagamento, che si attivano accidentalmente e prosciugano il credito

Continua

Reclami disservizi telefonici? Sì con l'avvocato, già in Conciliaweb

In caso di controversie telefoniche, l'utente che dovrà ricorrere alla piattaforma Conciliaweb potrà farsi assistere da un avvocato sin dall'avvio della procedura

Continua

Autovelox: il verbale deve indicare il carattere della postazione

Autovelox, ribadita la necessità della preventiva segnalazione delle postazioni di controllo e l'indicazione nel verbale del loro carattere permaente o temporaneo

Continua

Tracciato raccomandata postale del web di Poste fa piena prova legale

Per la Cassazione le informazioni sul tracciato della spedizione risultanti dal sito web di Poste consentono di ritenere perfezionata la notifica

Continua

Sì alla giurisdizione del giudice italiano nei danni da ritardo aereo

È il giudice italiano a dover decidere sul risarcimento dei voli in ritardo o cancellati acquistati online in Italia o che abbiano come destinazione il nostro Paese

Continua

Coronavirus, se e come chiedere il rimborso del viaggio

La paura del contagio e le disdette dei viaggi : le regole che tutelano i consumatori

Continua

Coronavirus: le novità per chi viaggia in aereo alla luce del DPCM

Coronavirus: ecco le informazioni in breve per chi viaggia in aereo alla luce delle nuove restrizioni italiane ed internazionali

Continua