Richiedi una consulenza in studio gratuita!

CIG e gestione eventi in elaborazione paghe


In sede di elaborazione paghe e, quindi, gestione di eventi che si affrontano mensilmente, dobbiamo ben distinguere la loro gestione in virtù dell’intervenuta CIG
CIG e gestione eventi in elaborazione paghe

 

In premessa è bene ricordare che gli ammortizzatori sociali sono costituiti da quell’insieme di norme rivolte al sostegno del reddito dei lavoratori che, in questa fase delicata del nostro paese con riguardo alla CIG, si trovano nei casi di sospensione o riduzione della prestazione lavorativa.

La CIG rappresenta di fatto una “integrazione economica” corrisposta al lavoratore in sostituzione alla retribuzione persa in tutto o in parte, con l’intento di «ammortizzarne» il disagio.

In sede di elaborazione paghe e, quindi, gestione di eventi e circostanze che da prassi si affrontano mensilmente, dobbiamo ben distinguere la loro gestione in virtù dell’intervenuta CIG.

Dobbiamo intanto distinguere due circostanze:
. lavoratori in cassa l’intero mese;
. lavoratori in cassa parzialmente nel mese, ovvero che in parte lavorano ed in parte sono in cassa integrazione.

Tralasciando le mille e più parole sull'argomento, di seguito gli elementi che si dovranno considerare:
- il mancato godimento delle ferie, per chi ne dispone in numero elevato, non sono ostacolo per poter usufruire della cig, pertanto, non ci preoccupiamo di considerare lavoratori in cig che abbiamo ferie da smaltire;
- i lavoratori da porre in cassa sono tutti, ad esclusione dei tirocinanti, assunti alla data del 23/02/2020, ovvero sino al 17/03/2020;
- non si considera il limite lavorativo di 90 giorni, possono esser collocati in cassa anche lavoratori con giorni di lavoro inferiori a 90 giorni;
- in caso di necessità possono esser assunti lavoratori anche a termine, circostanze non ostative all'utilizzo della cig deroga in quanto trattasi di evento eccezionale;
- le ore per le quali abbiamo chiesto autorizzazione possono non corrispondere e, quindi, coincidere alle ore effettivamente utilizzate, ovviamente le ore utilizzate non dovranno superare le ore autorizzate. Con questo voglio dire che evidentemente utilizziamo quanto più possibile le ore autorizzate, ma se in operatività abbiamo esigenze diverse non ci preoccupiamo di quadrare il dato orario.

Ma veniamo ora all’elaborazione delle paghe.

Lavoratori in cig per l’intero mese

Malattia che continua dal mese precedente – continuazione senza interruzione

Il lavoratore dovrà esser considerato in malattia

Malattia comunicata dopo la messa in cig deroga

La cig viene considerata “sospensione” del rapporto di lavoro, pertanto, gli eventi di malattia comunicati dai lavoratori ai quali è stata comunicata la collocazione in cig per l’intero mese non dovranno esser considerati in malattia e gli eventuali protocolli di malattia comunicati potranno non esser considerati.

Permessi legge 104/92, congedi parentali, congedi straordinari, donazione sangue

I lavoratori in cig deroga per l’intero mese non possono usufruire dei permessi e congedi in quanto il lavoratore difatti già è assente dall'attività lavorativa (come indicato per la malattia la cig deroga difatti sospende il rapporto id lavoro), pertanto può dedicarsi alla cura del familiare.

Salvo il caso dei congedi straordinari già in essere prima della messa in cig e quindi che continuano dal mese precedente, in questo caso e solo in questo caso i lavoratori devono esser considerati in congedo straordinario.

Infortunio Inail

Sia la continuità dell’infortunio che la ricaduta di un infortunio deve esser considerata e quindi solo in questo caso la cig si interrompe e si sostituisce con l’indennità prevista per l’infortunio.

Assegno nucleo familiare

Non devono esser erogati in busta, ma comunicati con sr41 in toto (quindi per 26 giorni)

Trattenute pensioni

Non devono esser inserite in busta, ma comunicati con sr41 in toto

Trattenute sindacali

Non devono esser inserite in busta, ma comunicati con sr41 in toto

Trattenute per finanziamenti e pignoramenti

I lavoratori sospesi per cig deroga l’intero mese, essendo l’indennità a carico inps, il cedolino paga è pari a netto zero, quindi non dovranno esser operate le trattenute previa ovviamente comunicazione da parte del datore di lavoro alle finanziarie o beneficiario di un pignoramento della mancata trattenuta.

13ma

I lavoratori in cig deroga per l’intero mese non maturano ratei. (la paga oraria utile al calcolo dell’indennità di cassa integrazione comprende anche la 13ma).

Maturazione ferie, festività soppresse e rol

I lavoratori in cig deroga per l’intero mese non maturano ratei.

 
Lavoratori in cig deroga solo per parte del mese

Malattia che continua dal mese precedente – continuazione senza interruzione

Il lavoratore dovrà esser considerato in malattia

Malattia – non continuazione

Se il lavoratore comunica un evento di malattia, non possiamo porlo in cig deroga se non terminato l’evento di malattia.

La cig viene considerata “sospensione” del rapporto di lavoro, pertanto, gli eventi di malattia comunicati dai lavoratori ai quali è stata comunicata la cig, anche parziale, non dovranno esser considerati in malattia e gli eventuali protocolli di malattia comunicati potranno non esser considerati.

In pratica se comunichiamo la cig ed il lavoratore poi il medesimo lavoratore ci comunica una malattia per lo stesso periodo di cig (ripeto parziale nel mese) non sono considerati in malattia ma in cig, viceversa, ovvero comunica il lavoratore prima la malattia, noi non possiamo porlo in cig per lo stesso periodo di malattia “già” comunicato.

Permessi legge 104/92, congedi parentali, congedi straordinari, donazione sangue

I lavoratori possono usufruire dei permessi e congedi e quindi dedicarsi alla cura del familiare.

Salvo il caso dei congedi straordinari già in essere prima della messa in cig e quindi che continuano dal mese precedente, in questo caso lavoratori devono esser considerati in congedo straordinario.

Vale un po’ il principio espresso per la malattia.

Infortunio Inail

Sia la continuità dell’infortunio che la ricaduta di un infortunio deve esser considerato l’infortunio e quindi no cig deroga.

Assegno nucleo familiare

Devono esser erogati in busta e se posto in cig in proporzione, quindi il lavoratore avrà gli anf a carico nostro in busta paga per i giorni di effettivo lavoro, comunicati con sr41 per i giorni nei quali è posto in cig.

Trattenute pensioni

Devono esser inerite in busta e se posto in cig in proporzione, quindi il lavoratore avrà trattenuta  in proporzione in busta paga per i giorni di effettivo lavoro, comunicati con sr41 per i giorni nei quali è posto in cig.

Trattenute sindacali

Devono esser inserite in busta.

Di solito utilizzo il principio dei 15 giorni, quindi se in prevalenza lavora avrà il lavoratore la trattenuta sindacale in busta, in caso contrario inserite con sr41.

Trattenute per finanziamenti e pignoramenti

I lavoratori sospesi per cig deroga richiedono la sospensione delle trattenute alle finanziarie e quindi comunicare a noi l’avvenuta autorizzazione da parte della finanziaria della sospensione delle trattenute.

Ma a mio avviso da parte nostra ragionerei sulla base della prevalenza, ovvero che il lavoratore ha capienza per le trattenute le opererei, in caso contrario no (regole per operare le trattenute).

Vale per finanziamenti e per pignoramenti.

Se riceviamo ovviamente comunicazioni ufficiali ci regoliamo evidentemente di conseguenza.

Così come esposto per i lavoratori in cig deroga per l’intero mese attiverei la comunicazione da parte nostra alle finanziarie o beneficiario del pignoramento della mancata trattenuta.

Ovviamente fate attenzione alle comunicazioni da fare considerando i versamenti che avete fatto o non fatto ad oggi sia per finanziamenti che per pignoramenti.

 

13ma

I lavoratori in cig deroga per più di 15 giorni non maturano ratei. (la paga oraria utile al calcolo dell’indennità di cassa integrazione comprende anche la 13ma).

Maturazione ferie, festività soppresse e rol

I lavoratori in cig deroga per più di 15 giorni non maturano ratei.

 

Articolo del:



L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Cerca nella tua città o in una città di tuo interesse

Altri articoli del professionista

Credito d’imposta Formazione 4.0 anche per aziende in concordato preventivo?

Quale possibilità di accesso al credito d'imposta da parte di contesti aziendali in concordato preventivo?

Continua

Lavoro notturno e permessi Legge 104/1992

Qual è la disciplina sul lavoro notturno relativa al lavoratore fruitore di permessi per assistenza di un familiare inabile?

Continua

Mancato riconoscimento del diritto di affissione a un'organizzazione sindacale

Quando il datore di lavoro può non riconoscere il diritto di affissione a un'organizzazione sindacale non maggiormente rappresentativa?

Continua