Richiedi una consulenza in studio gratuita!

Come diventare life coach


Voglio raccontarvi la mia esperienza e il perchè sono diventata coach
Come diventare life coach

All’inizio non conoscevo il coaching. Mi ero ritrovata in un momento della mia vita dove necessitavo di risolvere un bisogno personale e avevo cercato per prima una figura di psicoterapeuta, in quanto conoscevo solo quella professione.
Cosi iniziai a cercare degli psicologi, ma non trovai quello giusto per me. Chiesi a una amica se conosceva qualcuno e mi diede un nome di una psicoterapeuta ma, dopo due mesi che andavo da lei, per ben due sedute fu lei che finì per parlarmi dei suoi problemi con i suoi figli. Decisi così che era il momento di concludere…
Ero rimasta molto delusa da quella esperienza, non avevo risolto il mio problema e avevo perso il mio tempo, oltre che peggiorato qualche mio dubbio. Ad ogni modo, anche da quella esperienza potei trarre un aspetto positivo: a causa dell’insistenza della psicoterapeuta, iniziai infatti a frequentare yoga e, sempre grazie a lei, nella mia mente iniziava ad affiorare l’idea che l’aiutare agli altri poteva essere la mia vera vocazione, anche se in quel momento il fatto di dover rimettermi a studiare non mi attirava molto.
Per un anno, dunque, provai a “fare da me”: iniziai a prendere i fiori di bach, che mi aiutarono molto, ma lavorano solo sul “qui e ora” senza andare in profondità. Poi iniziai a leggere un libro che contribuì ad aprirmi gli occhi: “Donne che amano troppo”, della Norwood. Grazie a questo libro capii che il dare troppo agli altri - senza sapere amare e conoscere prima a se stessi - poteva essere un problema, ma quello che mi fece andare oltre fu un altro suo libro: “Guarire coi perché”.
Dopo aver letto i libri della Norwood, cercai dunque un gruppo di aiuto per donne che amano troppo. La conduttrice era una counselor, ma mi resi conto che non era posto per me: c’erano persone con problemi seri, e mi sembrava che alla fine le altre persone presenti mi ostacolavano nelle mie scoperte personali. Io avevo bisogno di altro. Iniziai a interessarmi alla figura del counselor: mi piaceva l’idea che dopo tre anni di studi, si potessero aiutare le persone. Trovai nel frattempo un Istituto dove parlavano anche del coaching, e di un corso che durava solo 6 mesi! Per me fu fantastico perché, anche se il corso aveva un costo elevato, pensai che invece di andare in vacanza - e buttare i soldi, perché quando tornavo i miei problemi tornavano - forse era meglio investire in qualcosa che mi potesse aiutare.
Che dire, dopo questa esperienza la mia vita iniziò a cambiare. Finalmente avevo trovato il percorso giusto per me. Le esperienze passate mi erano servite per capire cosa non volevo diventare, e invece quella del coaching, anche se fu breve, fu molto intensa e mi permise di capire quali erano i miei difetti, ma anche quali i miei potenziali sul quale focalizzarmi per costruire il mio futuro.
Questa è stata la mia esperienza che mi ha portato, dopo aver conosciuto il coaching, ad approfondire i miei studi in psicologia e a partecipare ad altri percorsi come il Fast Reset e il Reiki, fino a decidere di lasciare la mia professione ed intraprenderne una nuova, che considero più mia.
Ho conosciuto persone che occupano posizioni di leadership, manager, professionisti, consulenti, maestri, ma anche psicoterapeuti, psicologi, e operatori sanitari che, lavorando nelle relazioni di aiuto, hanno desiderato acquisire degli strumenti di crescita personale per lavorare sia su se stessi che anche su gli altri. Gli strumenti del coaching li hanno aiutati a migliorare la loro empatia, a migliorare la loro sintonia con le persone che stanno loro attorno. L’acquisire le capacità di coaching può infatti essere di aiuto nella vita di tutti i giorni, come nell’aiutare un amico in difficolta, nel guidare un collaboratore ad essere più performante o supportare i propri figli, e anche nel migliorare le relazioni di coppia.
Se ancora non hai le idee chiare sul tuo futuro professionale o sul tuo percorso di crescita personale, richiede gratis: “Come diventare coach di te stesso”
Se invece stai pensando di fare un corso certificato per diventare Life Coach, allora chiedi informazione sul mio corso che avrà inizio dopo l’estate. Scrivimi a info@radiacalcoaching.it

Chi si ferma non si forma!

 

Articolo del:



L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Cerca nella tua città o in una città di tuo interesse

Altri articoli del professionista

Il professionista emotivamente competente

Hai mai pensato che la conoscenza delle proprie emozioni, e il sentire quanto sente l’altro, sono abilità molto utili nel lavoro?

Continua

Obiettivi, Focus, Emozioni

Tre parole chiave che cooperano tra loro

Continua

Professionista e Sindrome del sacrificio

Sindrome del sacrificio, cosa c’entra con il professionista?

Continua

Ottimismo e schemi mentali

E' meglio essere ottimisti e avere torto piuttosto che pessimisti e avere ragione (Albert Einstein)

Continua

Conosci te stesso, riconosci le tue potenzialità

Riconoscendo le nostre potenzialità, il lavoro può diventare meno noioso e stressante. Scopri come!

Continua

Schemi ripetitivi ed emozioni?

Sì, perché quando le nostre emozioni sono forti e inaspettate si legano ai nostri ricordi

Continua

Superare l’ansia di parlare in pubblico

Quando i trucchetti per parlare in pubblico non bastano...

Continua

La stessa persona!?

Quando i nostri ruoli diventano rigidi, ci dimentichiamo di noi stessi

Continua

Vivere senza stress? È possibile con la tecnica del FastReset

FastReset, accettiamo di avere un problema di stress e serviamoci degli strumenti per affrontarlo

Continua

Una Leadership riconosciuta e condivisa

Oggi vorrei iniziare con una storia che parla di fiducia reciproca in un gruppo coeso

Continua

Avete già in mente il vostro "Obiettivo 2019"?

Se ancora non avete definito il vostro obiettivo per questo anno, questo articolo è per voi!

Continua

Smetti di mangiare peperoncini e sii felice!

Vi racconto una storia sulla felicità che ho sentito in una conferenza di Alejandro Jodorowsky

Continua

Alla ricerca di riconoscimento

Vi voglio raccontare una storia che ho letto su un libro di Jorge Bucay, che parla di quando desideriamo il riconoscimento dagli altri

Continua

Ennesimo fallimento in amore? Prova e riprova, e niente!

Non capisci cosa succede! I tuoi uomini sono sempre tutti sbagliati! Ti fai domande del tipo: quale sarà stato il mio errore questa volta?

Continua

Gli errori non ti fermano, ti fortificano

L’unica cosa che può veramente fermati sei tu! O, meglio, sono le tue emozioni a fermarti

Continua

Basta sentirsi Vittima!

Fin da piccola ho sempre visto lontana mia madre, aveva litigato con mio padre per colpa nostra (parlo in plurale perché ho una sorella gemella)

Continua

L’uomo perfetto esiste?

Fin da quando siamo piccole, a noi donne viene raccontata la storia del principe azzurro

Continua

Il primo bacio non si scorda mai...ma tu puoi cambiare!

Esistono tecniche molto semplici che ti permettono di cambiare i tuoi schemi mentali e non funzionali in amore

Continua

Don’t touch my men! Gelosa io? NO…

Esistono tecniche molto semplici che ti permettono di cambiare i tuoi schemi e di gestire la gelosia

Continua

Seguire le proprie passioni? Non è mai troppo tardi!

Seguite sempre le vostre passioni anche se sembra che non vi portino da nessuna parte!

Continua

Non saper prendere una decisione può derivare da una scarsa fiducia in se stessi

Attraverso un lavoro su se stessi è possibile rimuovere gli ostacoli che impediscono di prendere in mano la propria vita

Continua

Io sono una brava ragazza! Io evito di litigare.

Era questo ciò che mi dicevo sempre, ogni volta che avrei invece voluto affrontare qualcuno.

Continua