Richiedi una consulenza in studio gratuita!

Come diventare un vero leader


Riflessione sulla leadership, sulle differenze tra leader e manager e consigli utili per chi volesse migliorare il proprio stile
Come diventare un vero leader
L’articolo di questo mese del mio sito ha il titolo "Come diventare un vero leader" e spiega le diverse sfaccettature della leadership. Dopo una veloce carrellata delle caratteristiche del leader e sulle differenze tra questi ed il manager, facendo riferimento anche a studi di docenti della prestigiosa Harvard Business School, offre cinque suggerimenti utili per chi volesse migliorare il proprio stile di leadership, riflettendo su motivazione, condivisione e corresponsabilità delteam. Per chi volesse approfondire, può leggere l’articolo intero, può cliccare http://lauramarinelli.it/come-diventare-un-vero-leader/. Ed ora, a seguire, una sintesi dei contenuti.
Leadership Vs Management: le differenze essenziali
Quali sono le differenza tra leadership e management? La differenza più grande che puoi trovare tra manager e leader riguarda il modo in cui questi motivano le persone che lavorano o le seguono. È questa principalmente, la differenza che determina la distinzione tra le due figure professionali.
I leader hanno seguaci, cioè persone che lo seguono volontariamente perché hanno grande fiducia in esso. Il carisma è la caratteristica dominante per un leader. Più il suo carisma è forte e più riesce ad attirare le persone verso la sua causa e a farsi seguire. In generale i leader fanno intravedere benefici di trasformazione in modo tale che i loro followers non ricevano semplicemente dei premi immateriali, ma diventino persone migliori.
Il manager ha subordinati, ha una posizione di dominio conferita dal consiglio di amministrazione aziendale. Questa figura professionale ha sotto di sé dei subordinati che lavorano e fanno come viene loro imposto. Inoltre, i manager vengono retribuiti per lavorare spesso con tempistiche serrate, dove stress e produttività vanno spesso a braccetto. Questo approccio rigido al lavoro viene trasmesso di conseguenza anche ai loro subordinati.
Per chi volesse 5 suggerimenti pratici per migliorarsi, eccoli a seguire.
1 - Ispirati ai leader che stimi
Scegli una persona che stimi e ammiri come leader, per la loro esperienza, per le loro competenze ed abilità e soprattutto per la loro capacità di insegnare agli altri, e seguila. Leggi tutto di loro, i loro articoli, i loro libri, partecipa ai loro convegni, eventi, corsi o seminari. Un altro modo, forse più facile, è quello di seguirli su internet attraverso i loro canali di comunicazione: dal blog ai più svariati social network. Se cominci a seguire dei veri leader riconosciuti a livello nazionale, ancora meglio a livello internazionale, allora da loro avrai molto da apprendere per diventare un leader migliore.
2 - Inizia dalle cose che non ti piacciono
Se davvero vuoi metterti alla prova e diventare un vero leader, molto probabilmente sai esattamente quello che ci vuole per arrivarci, ma hai paura di fare certe cose. Falle, non aspettare domani! La ragione per cui non sei ancora un leader è che hai paura di fare quelle attività (necessarie), per timore di fallire. Queste diverse attività possono essere: diventare un oratore migliore, acquisire nuove competenze e conoscenze, costruire relazioni più forti, portare te stesso fuori dalla tua zona di comfort e magari ... conoscere un mondo più complesso e più soddisfacente! Purtroppo essere un vero leader comporta importanti sacrifici ed altrettanti costi, ma ricorda: tutto ciò che ti fa sentire a disagio oggi, ti renderà più forte domani dopo che lo avrai praticato.
3 - Raccogli informazioni e condividile
Se vorrai diventare un vero leader ed essere riconosciuto dagli altri come tale, inizia a raccogliere contenuti informativi di qualità e condividerli insieme agli altri, sempre più persone arriveranno da te per trovare le soluzioni ai loro problemi. Per questo motivo è assolutamente necessario possedere una raccolta di risorse che non solo usi o hai usato in precedenza per te, ma che senti anche fortemente di consigliare ad altri.
4 - Ricorda al tuo team il quadro generale, sempre
Fornire periodicamente un quadro generale completo è fondamentale per la tua capacità di saper guidare le persone. Anche i membri del tuo team ti ringrazieranno e saranno molto più motivati nello svolgere le loro attività, nel momento in cui ricordi loro dove si stanno dirigendo. Quindi, fermati un attimo, abbi chiaro il quadro generale del lavoro: identificalo, scrivilo e condividilo con tutti coloro che ne fanno parte!
5 - Cura il tuo team di lavoro
La gratitudine è una distinzione fondamentale tra un leader e un manager, quindi, assicurati di ringraziare il tuo team di lavoro con un riconoscimento verbale.

Articolo del:



L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Cerca nella tua città o in una città di tuo interesse

Altri articoli del professionista

Corri, corri … ma dove corri?

Buona organizzazione del proprio lavoro, buona gestione dello stress e smettere di rimandare al domani, sono gli ingredienti per lavorare e stare bene

Continua

Riunioni chiare e veloci, cinque errori da evitare

Quanto durano, quante se ne fanno, con quale frequenza, sono alcuni indicatori da osservare per organizzare meglio il lavoro del gruppo

Continua

Coaching e Business Coaching: quello che dovresti sapere

Introduzione al coaching e a come usarlo in ambiente Business per aumentare efficacia personale e produttività aziendale

Continua

Piramide Maslow: i 5 bisogni essenziali dell'uomo

Una teoria che ci aiuta a pensare il marketing, la comunicazione e la vendita delle offerte per i nostri clienti e a dirimere conflitti interni

Continua

Linguaggio del corpo: i segreti del Non Verbale

Linguaggio del corpo, efficacia e funzione, interpretazione e capacità di usarlo per aumentare la nostra capacità di comunicare

Continua

Parlare in pubblico: gestire la platea

Indicazioni utili su come coinvolgere le platee sia grandi sia piccole, su come strutturare la presentazione e sugli errori da non fare

Continua

Ansia, suggerimenti utili per gestirla

Manca il respiro, non riesci a concentrarti o a prendere decisioni … è ansia. Tutti la abbiamo, ma dobbiamo imparare a gestirla. Ecco cosa fare

Continua

Come scrivere una e-mail efficace: 6 consigli pratici

La mail costruisce o mantiene le tue relazioni con tutto il tuo mondo. Consigli utili ed efficaci

Continua

Team building: teoria, pratica e case-history

Mettere insieme persone qualificate non è sufficiente a garantire alte prestazioni degli staff

Continua

È il cliente che compra o è il venditore che vende?

Suggerimenti per dare all'attività della vendita nuovo impulso ed aumentare la capacità di fare goal

Continua