Come evitare tutti i ramsomware del momento


Ecco quali sono gli accorgimenti per scongiurare il pericolo dei ramsomware
Come evitare tutti i ramsomware del momento
I Ramsomware ne ho già parlato negli articoli precedenti (http://www.informaticanuscana.it/blog/index.php?id=w5m07d3a), sono virus pericolosi che criptano i file dell'utente chiedendo un riscatto. E' giunto il momento di dire basta non solo a queste minacce (l' ultima che gira con insistenza è CryptoXXX che sta dando filo da torcere a tutti i produttori di antivirus mondiali), ma anche quelle future. Procediamo con ordine:
DA DOVE PROVENGONO
Queste minacce provengono principalmente dalla posta elettronica con allegati di solito in formato zip o semplicemente cliccando sui link web con apertura di banner pubblicitari e sui portali di social network.
COME SI MANIFESTA
Dopo aver aperto quell' allegato o quel link, se siete stati infettati dall' ultimo Ramsomware noto come CryptoXXX c'è il blocco totale del PC con il riscatto entro un tot di tempo di una cifra da pagare.
COSA FARE
Allo stato attuale ben poco purtroppo, se non quello di "salvare" i file crittografati dal virus in un hard disk esterno, pennetta usb ecc. per eventuali decodifiche. Bisogna solo aspettare la chiave che i tecnici di tutto il mondo stanno lavorando per cercare di decodificarli.
COSA NON FARE
Non pagare assolutamente il "riscatto" da questi criminali informatici.
CONTROMOSSE
Onde evitare spiacevoli sorprese è obbligatorio seguire questi semplici suggerimenti: effettuare copie di backup dei vostri file e della posta elettronica su hard disk esterni, pennette usb, e/o NAS "staccando" subito dopo la porta usb del vostro computer, in modo che se viene attaccato il vostro pc i file saranno salvi.
PROGRAMMI CONSIGLIATI DA UTILIZZARE
Molti utenti ed Enti governativi, mi hanno fatto una domanda specifica: c'è un modo per non essere minacciati da questi virus? La mia risposta è stata chiara, allo stato attuale nessun prodotto di sicurezza gratuito o a pagamento è sufficiente; per aumentarla io suggerisco di utilizzare questi software:
- per la navigazione e la consultazione della posta "Linux" qualunque versione (meglio su una partizione dedicata)
- per chi purtroppo non può utilizzare Linux il mio suggerimento è installare un ottimo software come SandBoxie, un programma in grado di creare una zona protetta dell'hard disk, la cui caratteristica principale è quella di "isolare" il sistema operativo reale creando un sistema parallelo ed un area protetta e sicura. Infatti se nell' ipotesi avessimo preso un virus, in questo caso l' ultimo Ramsomware, questo rimarrebbe "bloccato" nell' area protetta senza nuocere alla sicurezza del computer reale.
IL RESPONSABILE DI INFORMATICA NUSCANA
GIANFRANCO BRUNO

Articolo del:


di Gianfranco Bruno

Non è presente nessuna recensione!


Aggiungi ai tuoi preferiti e visualizza in seguito

L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Cerca nella tua città o in una città di tuo interesse