Richiedi una consulenza in studio gratuita!

Come mantenere i buoni propositi in 4 step


Settembre è un po' come gennaio: tutto riparte e si fanno tanti buoni propositi. Come mantenerli?
Come mantenere i buoni propositi in 4 step

Settembre è un po’ come gennaio: tutto riparte dopo la pausa estiva e, di solito, è un momento di buoni propositi: da settembre vado in palestra, faccio la dieta, leggo di più, smetto di fumare, vado a letto presto, mi ritaglio del tempo libero ecc. Peccato che poi, spesso, tutte queste intenzioni rimangano lassù nelle nuvolette rosa insieme agli unicorni. Ma stavolta no: ti svelo il metodo in 4 passi per far sì che i tuoi buoni propositi diventino abitudini concrete! Seguimi!

Una premessa: anno nuovo, compleanno, settembre, primavera… sono tutti momenti dell’anno in cui tendiamo a formulare buone intenzioni per la nostra vita. In realtà, il momento migliore per cambiare qualcosa è oggi, non ha molto senso continuare a rimandare! A parte questo, l’altra cosa che mi preme dirti è questa: non sei TU ad essere sbagliata perchè non riesci a mantenere i tuoi buoni propositi. Semplicemente finora non hai usato il metodo giusto per te.

Un’ultima precisazione: quelli che trovi di seguito sono solo dei suggerimenti, che io ho trovato utili per me e che quindi ho deciso di condividere sperando che possano essere utili anche ad altre persone. Tuttavia, ognuna è unica e irripetibile: trova ciò che va bene per te, prova e riprova finchè non trovi la tua “formula magica” personale.

1) Partiamo bene

Ok, hai in mente cosa vuoi raggiungere nei prossimi mesi. Averlo solo in mente non basta: prendi carta e penna e comincia a scrivere i tuoi propositi facendo attenzione che siano chiari (cosa vuoi esattamente?), specifici (non “voglio dimagrire” ma “voglio perdere 4 chili in 2 mesi”), espressi in positivo (“non voglio più mangiare schifezze” diventa “voglio mangiare alimenti sani”) e che riguardino te stessa e non altre persone.

Ora esamina la tua lista e per ogni punto chiediti: perchè voglio farlo? Scrivi le risposte accanto ad ogni voce dell’elenco. Questo ti serve per individuare le tue motivazioni e non rischiare di inseguire qualcosa che non vuoi veramente.

2) Dai le priorità e pianifica

Voler fare tante cose è bello. Farle davvero tutte e farle bene somiglia a una missione impossibile degna di un super eroe: è poco funzionale e rischia di prosciugarti le energie. Meglio avere pochi obiettivi su cui focalizzarsi di volta in volta e poi, man mano che ottieni il risultato, inserire un nuovo obiettivo.

Quindi riprendi la tua lista e assegna le priorità alle varie azioni che hai elencato. Per aiutarti, domandati “di cosa ho bisogno adesso?“. Riscrivi la tua lista nell’ordine di importanza che le hai dato, prendi le prime due voci dell’elenco e suddividile in piccoli passi concreti che ti portino in quella direzione. Datti anche delle scadenze intermedie e trascrivi tutto in agenda o nel calendario (ti avevo già parlato di pianificazione e piccoli passi qui)

3) Cerca sostegno e stabilisci una posta in gioco

Trova degli alleati: scegli una o più amiche a cui raccontare i tuoi obiettivi, che ti incoraggino e ti stimolino  quando ne hai bisogno. Meglio ancora se puoi condividere le attività con loro: andare a correre o in palestra insieme a un’amica è sicuramente più allettante che farlo da sola!

Con l’amica più fidata metti anche una posta in gioco concreta: ad esempio affidale 100 euro con l’intesa che te le restituirà solo se otterrai il risultato che ti sei prefissata. Questo può essere un ottimo incentivo per aiutarti a perseverare!

4) Verifica i progressi e premiati

Nessun obiettivo si realizza senza un controllino! Nella pianificazione datti delle scadenze intermedieper verificare come sta andando. Se ti accorgi che ti eri data degli step impossibili da mantenere, correggi il piano. Se invece sta andando tutto bene, datti un premio! (una crema profumata, un massaggio, un’uscita tutta al femminile con amiche che non vedi da tempo… pesca dal tuo barattolo del self-care).

Sarebbe molto utile tenere un diario in cui raccontare tutto il percorso, le emozioni che provi, i risultati positivi, i momenti di sconforto, la gioia al conseguimento dell’obiettivo… Scrivere è liberatorio e aiuta a chiarirsi le idee, oltre che a tenere memoria anche di quelle sfumature che a distanza di tempo potresti perdere.

Questo metodo in 4 passi è ripetibile per ogni obiettivo che vorrai porti. Ricorda che niente è scritto nella pietra: ogni obiettivo può essere cambiato oppure può essere modificato il percorso per arrivarci. Ascoltati sempre e fidati del tuo istinto. 

Articolo del:



L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Cerca nella tua città o in una città di tuo interesse

Altri articoli del professionista

Amore e aspettative

Alcune riflessioni su come le aspettative possono minare le tue relazioni

Continua

La Risata Incondizionata in azienda

Perchè è utile portare la risata nel mondo del lavoro

Continua

Counseling: 6 cose che forse non sapevi

Ecco le risposte alle domande più comuni che mi vengono fatte a proposito del Counseling

Continua

L'autostima: componenti, ostacoli e modi per svilupparla

L'autostima è l'insieme dei giudizi valutativi che diamo su noi stessi. E' anche uno degli elementi fondamentali per avere una vita felice

Continua