Comune di Napoli - Sostegno alle imprese Bando 266


Contributi a fondo perduto a favore di piccole e micro imprese già costituite e da costituirsi ubicate nelle zone maggiormente depresse della città
Comune di Napoli - Sostegno alle imprese Bando 266
Il Bando del Comune di Napoli "Interventi per lo sviluppo imprenditoriale in aree di degrado urbano" disciplina la concessione di agevolazioni sotto forma di finanziamento a fondo perduto e muto a tasso agevolato (tasso d'interesse dello 0,50%) a favore di piccole e micro imprese artigiane, industriali, commerciali, di servizi e sociali, aventi unità locale nelle Municipalità della città a maggiore degrado urbano.
Il Bando è attivo dal 28 dicembre 2017 e resterà aperto fino al 26 aprile 2018, le risorse stanziate ammontano complessivamente a € 3.585.000,00 ripartite su tre diverse linee di intervento.

TRE LINEE DI INTERVENTO
1) Sostegno a processi di consolidamento e di innovazione a favore di "imprese esistenti", piccole e micro imprese iscritte al Registro Imprese da oltre 12 mesi ed attive alla data di presentazione della domanda;
2) Sostegno alla creazione di "nuove imprese" che possono essere già costituite e iscritte al Registro Imprese da meno di 12 mesi alla data di presentazione della domanda oppure ancora da costituire alla data di presentazione dell'istanza di finanziamento;
3) Promozione di reti d’impresa formali e permanenti.

LE AREE E I QUARTIERI OGGETTO DELLE AGEVOLAZIONI
Municipalità 2 - Mercato, Pendino, Avvocata, Montecalvario, San Giuseppe, Porto
Municipalità 3 - Stella, San Carlo all'Arena
Municipalità 4 - San Lorenzo, Vicaria, Poggioreale
Municipalità 6 - Ponticelli, Barra, San Giovanni a Teduccio
Municipalità 7 - Miano, Secondigliano, San Pietro a Patierno
Municipalità 8 - Piscinola, Chiaiano, Scampia
Municipalità 9 - Soccavo, Pianura
Municipalità 10 - Bagnoli, Fuorigrotta

ATTIVITÀ ECONOMICHE AMMESSE
Sono ammissibili esclusivamente i Progetti relativi alle seguenti attività economiche e produttive:
a) Commercio al dettaglio di vicinato;
b) Artigianato;
c) Somministrazione di alimenti e bevande;
d) Strutture turistico-ricettive;
e) Servizi al cittadino e alle imprese in genere.

TIPOLOGIA E MISURA DEL FINANZIAMENTO
Sono previste agevolazioni finanziarie nella misura massima del 65% dell'investimento complessivo, in particolare, per le nuove imprese (già costituite da non più di 12 mesi e da costituire) per un importo massimo di 80.000,00 euro così suddivise:
- fino a 65.000,00 euro per spese relative ad investimenti produttivi (conto investimenti);
- fino a 15.000,00 euro per spese di gestione (conto gestione);
Nel caso di progetti presentati da imprese esistenti da più di 12 mesi e Reti di Imprese non sono finanziate le spese di gestione, pertanto, le agevolazioni finanziarie non potranno essere superiori a 65.000,00 euro.

Le suddette agevolazioni sono erogate per il 50% sottoforma di contributi a fondo perduto e per il restante 50% sotto forma di mutuo a tasso agevolato da rimborsare in cinque anni al tasso d'interesse annuo dello 0,5%. Il rimborso verrà effettuato in rate trimestrali a partire dal trimestre successivo all'erogazione dell'intero finanziamento.
Le imprese dovranno apportare mezzi propri in misura pari al 35% dell’investimento complessivo (anche costituiti da finanziamenti concessi da una o più istituzioni finanziarie e/o dai soci).

SPESE AMMISSIBILI
Sono ammissibili spese in conto investimenti per:
- opere murarie e assimilate, nel limite massimo del 30% dell’importo del piano di investimento,
- macchinari e attrezzature esclusivamente nuovi di fabbrica;
- mobili e arredi funzionali all’intervento imprenditoriale proposto;
- attività immateriali (siti web, software, brevetti);
- servizi reali, nel limite massimo del 10% dell’importo del Piano di investimento, quali studi di fattibilità economico-finanziari, progettazioni tecniche, consulenza e assistenza alla realizzazione del Progetto nella misura massima di € 2.500,00, servizi inerenti all’adesione delle certificazioni nella misura massima di € 5.000,00.
Sono ammissibili spese in conto gestione sostenute a decorrere dalla data di presentazione della domanda per un periodo di attività complessivamente non superiore a diciotto mesi, nel limite massimo di 15.000,00 euro, con la seguente specifica:
- Acquisto di materie prime, semilavorati e prodotti finiti destinati alla produzione e/o alla vendita;
- Utenze, canoni di locazione;
- Spese per formazione e qualificazione del personale.
Il termine di scadenza per la presentazione delle domande di concessione delle agevolazioni è fissato nelle ore 12.00 del 26/04/2018.

Articolo del:


di Angela Fragnelli

L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Cerca nella tua città o in una città di tuo interesse