Comunicazione liquidazioni IVA periodiche


In arrivo un nuovo adempimento per comunicare ogni trimestre le liquidazioni periodiche
Comunicazione liquidazioni IVA periodiche
Con il Decreto Fiscale 193/2016 è stato introdotto un nuovo importante adempimento, ossia la comunicazione all'Agenzia delle Entrate delle liquidazioni periodiche dell'IVA.
Dal 1/1/2017 i soggetti passivi dovranno trasmettere i dati delle liquidazioni IVA entro l'ultimo giorno del secondo mese successivo al termine del trimestre (unica eccezione l'invio relativo al secondo trimestre, da effettuarsi entro il 16 settembre); le nuove scadenze saranno quindi 31 maggio, 16 settembre, 30 novembre, 28 febbraio.

La comunicazione dovrà essere fatta per ogni liquidazione IVA, sia a debito che a credito; i soggetti passivi che adottano la liquidazione mensile dovranno inviare 3 modelli alla volta, uno per ogni mese, mentre i soggetti che optano per la liquidazione trimestrale inviano un unico modello riferito al trimestre.

Nessuna variazione, invece, per quel che riguarda i termini di versamento periodico dell'IVA.
Sono esonerati dall'adempimento i soggetti passivi che non fanno la dichiarazione IVA annuale o che non fanno le liquidazioni IVA periodiche.

E' prevista una sanzione amministrativa che va dai 500 ai 2.000 euro per ogni comunicazione infedele, omessa o incompleta.

Tale nuovo adempimento ha importanti riflessi operativi sulla tenuta della contabilità: sarà infatti fondamentale registrare con sollecitudine le fatture attive e passive al fine di evitare di incorrere nelle suddette sanzioni.

Articolo del:



Non è presente nessuna recensione!


Aggiungi ai tuoi preferiti e visualizza in seguito

L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Cerca nella tua città o in una città di tuo interesse

Altri articoli del professionista

Meno limiti per il pagamento degli F24

Dal 3 dicembre 2016 le persone fisiche senza partita IVA possono pagare gli F24 in banca o alla posta anche oltre i 1.000 euro in contanti

Continua

Rottamazione cartelle esattoriali

Come accedere alla definizione agevolata delle cartelle esattoriali e saldare i debiti risparmiando

Continua

Novità sugli affitti brevi

Cambiano le regole sulla tassazione e sulle comunicazioni per i contratti di locazione "turistici"

Continua